Street Fighter V: Arcade Edition – Recensione

Featured Giochi Recensioni Videogiochi
8.8

Ottimo

Quella di Street Fighter V è stata una release sicuramente controversa. Se da una parte la qualità del gioco in sé è sicuramente elevata, con una sistema di combattimento che riesce a rinnovare la formula classica ed risultare appetibile tanto ai neofiti quanto agli esperti, dall’altra la versione originale del gioco uscì con delle chiare lacune dal punto di vista dei contenuti. Capcom ha pagato la fretta di far uscire il titolo in tempo per l’annuale EVO (l’evento eSport focalizzato sui picchiaduro più importante al livello globale) con lo scontento degli utenti. Furono soprattutto il roster non particolarmente affollato e la carenza di modalità, in particolare le modalità Arcade e Storia, a dare un’impressione negativa ai giocatori, che infatti non hanno premiato l’ultima incarnazione del picchiaduro storico Capcom con delle vendite soddisfacenti.

Nonostante gli errori (che preferiremmo fossero più rari), bisogna comunque riconoscere al team di sviluppo di aver continuato a supportare il titolo ascoltando i feedback dei giocatori. Aggiornamento dopo aggiornamento, il gioco è andato ad arricchirsi di una Modalità Storia più degna di questo nome e migliorando il matchmaking online, fino a rinascere con questa Arcade Edition che sopperisce a tutte le carenze del passato e raffinando l’esperienza di gioco originale. Conscia dei propri errori, Capcom ha reso disponibile gratuitamente l’aggiornamento alla Arcade Edition agli utenti della versione originale. Peccato solo che chi acquisterà per la prima volta la Arcade Edition non si ritroverà sul disco tutti gli aggiornamenti, ma avrà comunque bisogno di collegarsi alla rete per sbloccare tutti i personaggi aggiuntivi.

Vediamo quindi quali sono le novità di questa versione riveduta e corretta di Street Fighter V.

Il gioco di base rimane sostanzialmente lo stesso, ma c’è un’aggiunta significativa: ogni personaggio ha ora accesso a un secondo V-Trigger, che si può scegliere al momento della selezione del lottatore. Questa possibilità ampia ancora di più la profondità di ogni personaggio e moltilica le possibilità del gameplay.

La Modalità Arcade è stata uno dei contenuti più richiesti dai giocatori all’uscita del gioco originale, e Capcom ha voluto rispondere a questa richiesta facendo le cose in grande. Essa contiene ben sei scalate di scontri classiche, che sono state rese “tematiche” in modo da emulare i passati capitoli della serie. Sono infatti presenti i percorsi: Street Fighter I, Street Fighter II, Street Fighter Alpha, Street Fighter III, Street Fighter IV e Street Fighter V. In ognuno potremo selezionare e combattere solo i personaggi del roster presenti nelle rispettive iterazioni. Per essere il più fedele possibile le scalate saranno accompagnate dalle stesse musiche associate ai giochi opportunamente remixate, mentre i personaggi che affronteremo indosseranno le proprie skin classiche. Come premio per il completamento dei rispettivi persorsi Arcade, sbloccheremo il finale personale dei personaggi ritratti in illustrazioni a cura di artisti che hanno contribuito alla storia di Street Fighter.

È stata inoltre aggiunta la modalità di Combattimento a Squadre, per ora solo per i combattimenti offline, che ci permette di creare un team di cinque combattenti che andranno ad affrontare altrettanti avversari, con una buona presenza di opzioni che regolano i passaggi tra i vari match.

I fan più esperti non potranno che apprezzare l’aggiunta nella modalità Allenamento di un’interfaccia grafica che indica tutti i dati degli attacchi e dei frame, uno strumento ideale per chi vuole studiare al minimo dettaglio il gioco con una prospettiva competitiva.

Infine troviamo la sezione delle Battaglie Extra, cioè varie missioni che vengono proposte in un determinato arco di tempo e che, se completate, ci ricompenseranno con punti esperienza, costumi alternativi ecc. L’unico problema è che per parteciare a tali sfide è necessario spendere un non indifferente quantitativo di Fight Money (che ricordiamo non sono soldi reali, ma una valuta accumulabile in-game) per ogni tentativo, e spesso sarà necessario provare più volte prima di avere la meglio, rendendo la pratica abbastanza antipatica.

 

Pro

  • Ottimo Combat System, rinnovato dal secondo V-Trigger
  • Modalità Arcade gradita e curata
  • Buon numero di aggiunte che arricchiscono il single player

Contro

  • Non tutti i contenuti sono presenti su disco
  • Sfide per sbloccare i contenuti extra troppo esose

Commento finale

Con questa Arcade Edition Capcom ha aggiunto quantità alla qualità. La formula di base rimane solida, e anzi è stata raffinata dalle varie patch e l'introduzione del secondo V-Trigger, mentre il menu principale si è arricchito di tutte quelle voci che ci saremmo aspettati all'uscita della versione originale. Street Fighter V continua ad essere tutt'oggi uno dei picchiaduro più tecnici e validi sul mercato, e in questa nuova versione è pronto ad affrontare a testa alta la concorrenza dei vari Tekken 7, Injustice 2 e il più recente Dragon Ball FighterZ.
8.8

Ottimo

Classe 1983, inizia a videogiocare con Commodore 64, NES e i coin-op nelle sale giochi (di cui sente la mancanza). Da allora non ha mai smesso di menar di pollici sul joypad, seguendo per oltre 20 anni con passione l'industria dei videogame, per poi finire a scriverne su diverse realtà online. Mastica un po' ogni genere, ma predilige RPG, action, adventure, picchiaduro e platform. Amante delle arti marziali, nemico degli estremismi, il suo stato intellettuale ideale prevede riflessioni antropologiche e rutto libero.

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com