Sonic Forces – Recensione

Featured Giochi Recensioni Videogiochi
7.5

Buono

Dopo la dipartita (che Dio l’abbia in gloria) della mai dimenticata Dreamcast, il marchio Sonic ha subito nel corso degli anni “violenze” di vario genere: è innegabile, infatti, che dopo i due capitoli della serie Sonic Adventure, il porcospino blu abbia goduto di ben poca gloria nei titoli di recente produzione. A eccezione di Sonic Generations e Sonic Colors, infatti, la mascotte di casa SEGA è stata letteralmente buttata a caso in alcuni titoli sia come protagonista (Sonic Boom), sia come “spalla” (nei vari Mario & Sonic ai Giochi Olimpici). Per fortuna, pare che SEGA se ne sia resa conto e abbia deciso di dare il via a una sorta di rinascita per Sonic The Hedgehog e così, dopo il buon Sonic Mania, ecco che spunta sul mercato Sonic Forces, un nuovo capitolo della serie che cerca di unire quanto di buono fatto in passato con alcune discrete idee per il futuro…

Ci risiamo: il Dottor Eggman ha deciso nuovamente di provare a conquistare il pianeta e per farlo, questa volta, ha deciso di chiamare a raccolta tutti gli acerrimi nemici di Sonic, da Shadow a Chaos, passando ovviamente per Metal Sonic. Se la situazione si fosse fermata qui, il nostro beniamino non ci avrebbe messo a sconfiggere nuovamente tutti gli avvesari, ma, ovviamente, non può che degenerare: dal nulla, infatti, compare un nuovo misterioso alleato di Eggman che in pochi colpi mette KO Sonic e da il via alla conquista del pianeta da parte del baffuto dottore. Passano sei mesi dal duello raccontato poc’anzi e la resistenza, capeggiata da Knuckles, è sull’orlo della disperazione in quanto l’esercito di Eggmann va via via espandendosi e potenziandosi e vista la dipartita di Sonic sembrano non esserci possibilità di vittoria.
Ed è a questo punto che entrate in gioco voi, impersonando un nuovo personaggio della serie che potrete creare a vostro piacimento scegliendo tra una serie di razze che vanno dall’orso all’uccello, passando per il gatto. Una volta scelta la razza del vostro alter-ego e studiata la sua abilità esclusiva, avrete la possibilità di scegliere l’outfit, navigando in un menù che propone centinaia di tipologie di berretto, maglietta, scarpe, pantalone e accessori di vario tipo. Vi basti sapere che, la scelta dell’abito sarà una questione puramente estetica in quanto, indipendentemente da ciò che indosserete, il vostro personaggio presenterà sempre le stesse caratteristiche e abilità. Quindi non perdete troppo tempo e buttatevi subito all’avventura!

Come avrete avuto certamente modo di vedere nei diversi trailer rilasciati nel corso del tempo, nelle varie missioni che compongono il plot di Sonic Forces avremo modo di vestire i panni di Classic Sonic, Modern Sonic e del nostro alter ego. Ognuno dei tre personaggi ha a disposizione delle caratteristiche e delle peculiarità uniche e se il Sonic Classic (quello tarchiato per intenderci) ha una maggiore velocità e solo il salto come attacco, il Modern Sonic ha una serie di colpi in velocità capaci di eliminare in poco tempo tutti gli avversari; gli scenari, ovviamente, saranno adeguati alle caratteristiche del personaggio e quindi spetterà al Sonic Classic completare quelli bidimensionali mentre il Sonic moderno dovrà completare quegli scenari  tridimensionali “a corridoio” che abbiamo avuto modo di apprezzare in Sonic Adventure 2. Discorso a parte merita invece il nostro avatar (denominato “Spina” da Knuckles) che invece, non disponendo né di una velocità notevole né di potenza di attacco, dovrà fare affidamento sul Wispon, un’arma che cambia caratteristiche in base al wisp inserito: il Wispon infatti potrà diventare un rampino per coprire lunghe distanze, oppure un potente lanciafiamme, una frusta elettrica o un altro tipo di arma sbloccabile procedendo nelle varie missioni.

Bisogna ammettere che a differenza di altre produzioni passate, Sonic Forces propone una trama di gioco interessante, raccontata attraverso una serie di numerose cut scene di ottima fattura doppiate tutte quante in lingua italiana. Purtroppo, però, il gioco si perde in un gameplay decisamente fin troppo lineare e, talvolta, anche abbastanza semplice. Certo, non ci aspettavamo di vedere in Sonic un gameplay molto diverso dal solito o magari con un concept di open world, ma avremmo gradito un livello di sfida maggiore o perlomeno dei percorsi di gioco alternativi che ci avrebbero condotti, per esempio, ad altri scenari. In più situazioni, infatti, abbiamo avuto l’impressione di avere fatto una corsa velocissima, senza curarci troppo dell’ambiente circostante o dei nemici disseminati sulla mappa, al punto di riuscire a completare alcuni scenari in meno di tre minuti. Si, d’accordo, è vero che Sonic è sinonimo di “velocità”,e nel proporre questo gli sviluppatori sono riusciti alla grande, ma ci saremmo aspettati qualche difficoltà  o qualche ostacolo in più, qualcosa che ci avesse costretto almeno in qualche occasione a rallentare e a ponderare attentamente sul come procedere. Va lodata comunque quella sensazione di spettacolarità e quel taglio cinematografico che hanno voluto dare gli sviluppatori al gioco, proponendo in più situazioni radicali cambi di inquadratura senza però perdere di vista il protagonista.

Abbiamo testato Sonic Forces su PlayStation 4 Pro e possiamo dire contro ogni aspettativa che siamo rimasti piacevolmente colpiti sotto certi aspetti. I modelli poligonali dei personaggi sono veramente ben realizzati e lo stesso può dirsi delle varie cut scene citate in precedenza, un’ottima soluzione per dare un po’ di riposo al giocatore e dare contesto a quella che, altrimenti, sarebbe sembrata una velocissima corsa da uno scenario all’altro. Siamo rimasti invece un po’ perplessi da alcuni scenari del gioco, abbastanza spogli e poco convincenti.
All’ottimo doppiaggio in lingua italiana fa compagnia una colonna sonora originale che, oltre a proporre brani storici della serie, offre nuove tracce musicali che ben si sposano con l’atmosfera e le situazioni di gioco.

Pro

  • Doppiaggio in italiano
  • Veloce e frenetico
  • Trama interessante
  • Tanti collezionabili da raccogliere

Contro

  • Livello di difficoltà basso
  • Alcuni scenari non convincono
  • Possibilità di personalizzazione di Spina limitate solo al fattore estetico

Commento finale

Dopo avere completato gli oltre trenta scenari di gioco (più missioni bonus) di Sonic Forces, possiamo finalmente dire che Sonic The Hedgehog è sulla buona strada per un ritorno ai fasti di un tempo. Certo, non siamo di fronte a un capolavoro assoluto ma Sonic Forces è sicuramente uno dei migliori titoli dedicati al porcospino blu degli ultimi dieci anni. La trama del gioco riesce senza troppi fronzoli a tenere il giocatore incollato al pad anche se il livello di difficoltà del gioco è abbastanza basso per gli standard attuali. Ci auguriamo che il Sonic Team con i prossimi lavori trovi il coraggio di osare di più...
7.5

Buono

Password Persa

Sign Up