Red Faction Guerrilla Re-Mars-tered – Recensione

Featured Giochi Recensioni Videogiochi
7.5

Buono

Red Faction è una serie videoludica che, nonostante i suoi alti e bassi, è molto interessante. Il primo capitolo, uscito su PS2, è stato sorprendente, la sua tecnologia GeoMod ha proposto una modalità, quella della distruzione totale dell’ambiente, che non sembrava possibile su quella generazione di console. Quando la serie ha fatto il suo debutto su PS3 e Xbox 360 ha avuto un gran successo, presentando, ai videogiocatori, un open world divertente e coinvolgente. Ma com’è cambiato e come gira Red Faction Guerrilla Re-Mars-tered sulle nuove console? Scopriamolo insieme in questa recensione.

Red Faction Guerrilla Re-Mars-tered, su PS4 Pro a risoluzione 4K, appare straordinariamente bello. Stessa cosa anche in modalità High Performance, che gira a 60fps, e risulta stabile e solido anche nei momenti più frenetici, con esplosioni che distruggono edifici e truppe EDF. Purtroppo lo stesso non si può dire per la modalità Alta Qualità: Il livello di dettaglio è molto impressionante, ma questo, purtroppo, porta a tagliare i tre quarti del framerate. Speriamo vivamente che questo problema venga risolto e ottimizzato con un aggiornamento, perché, per ora, è semplicemente inaccettabile.Red Faction Guerrilla Re-Mars-tered Red Faction Guerrilla Re-Mars-tered inizia con Alec Mason, appena atterrato su Marte che viene accolto da suo fratello. Tuttavia egli, il fratello marziano,  non è esattamente in rapporti amichevoli con la legge, dato che la vita su Marte è tenuta saldamente nel pugno di ferro dell’EDF, e così la “Red Faction” è emersa ancora una volta per alimentare i fuochi della ribellione. Dallo sbarco, all’uccisione del fratello per mano della EDF e quindi passare tra le file dei rivoltosi, il tempo è veramente breve. La trama è un racconto di vendetta e ribellione, che serve solo come veicolo per la devastazione che il giocatore compirà sul pianeta rosso.

RFG è un solido open world, che cresce man mano che avanziamo nella storia, scoprendo una  mappa punteggiata da icone che rappresentano semplici minigiochi di distruzione, salvataggio dei prigionieri, missioni della storia principale e molto altro ancora. Periodicamente alcuni eventi random a tempo limitato vengono annunciati via radio e possono essere affrontati per  migliorare il morale delle persone e ridurre la presa dell’EDF nell’area, ma sono totalmente opzionali e non saremo penalizzati se li ignoreremo. Le migliori icone che si trovano sulla mappa sono gli obiettivi di distruzione; questi rappresentano luoghi di importanza per l’EDF e siamo assolutamente incoraggiati a farli saltare in mille pezzi.  Non pensate però che le vostre azioni passino bellamente inosservate perché i membri dell’EDF non staranno seduti pigramente sulle loro chiappe mentre, noi, lanciamo bombe adesive su tutti i loro preziosi edifici. Red Faction Guerrilla Re-Mars-teredCome nella serie Saints Row di Volition ispirata a GTA, Red Faction Guerrilla ha un sistema per evidenziare il livello del ricercato: verde, giallo e rosso. E con quest’ultimo livello di gioco che vedremo il titolo al massimo delle sue prestazioni: con scene d’azione spettacolari, molto simile a le scene-cut create negli studi di Hollywood. Gli inseguimenti sono particolarmente spettacolari, grazie anche al terreno accidentato e imprevedibile di Marte. I veicoli, inoltre, volano dappertutto e sfrecciano ad alta velocità.

Non è sempre così divertente, visto che in alcune occasioni Alec non è esattamente facile da controllare, specialmente quando si naviga tra i resti di un edificio. Anche puntare le armi è un po’ difficoltoso, perché la sensibilità è troppo alta e prendere la mira con precisione non è facile.

Vi ricordate di tutte quelle icone sulla mappa di cui parlavo prima? Bene, a parte alcune missioni della storia principale abbastanza intriganti e gli obiettivi di distruzione, scopriremo che Red Faction Guerrilla Re-Mars-tered può diventare davvero molto ripetitivo. Recuperare alcuni prigionieri e condurli in salvo; far esplodere un edificio con risorse limitate in minigiochi a tempo; guidare un veicolo da un posto all’altro: c’è sempre qualcosa da fare, ma alla fine tutto si riduce a variazioni sul tema degli stessi, pochi, obiettivi.

 

Pro

  • La meccanica della distruzione ambientale è ancora eccellente
  • Ha le dinamiche di un film d'azione
  • I nove anni che ha non li dimostra

Contro

  • Il framerate della modalità Alta Qualità è inspiegabilmente atroce anche su PS4 Pro
  • I controlli tendono ad essere poco precisi e quindi in alcuni frangenti penalizzanti
  • Alla lunga le missioni tendono ad essere ripetitive

Commento finale

Il fatto che Red Faction Guerrilla Re-Mars-tered è ancora un ottimo gioco anche se rimasterizzato per le nuove console. Chi non l'ha giocato nel 2009, può rimediare acquistandolo dai diversi store. Riesce ancora a regalare ore di sano divertimento, tra una distruzione e l'altra: vi posso garantire che rimarrete impressionati dalla tecnologia GeoMod 2.0. Gli obiettivi alla lunga possono sembrare ripetitivi e la modalità Alta Qualità ha un framerate imbarazzante, ma nonostante tutto questo, è un buon open-world in puro stile Volition.
7.5

Buono

Digital dreamer, videogames addicted, wannabe Jedi. An old player that is still capable of wonder.

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com