Project CARS 2 – Recensione

Featured Giochi Recensioni Videogiochi
8.5

Ottimo

Dopo due anni, Slightly Mad Studios ha deciso di scendere in pista con il sequel di Project CARS. Il primo titolo ha ricevuto all’epoca molti consensi, ma anche alcune critiche mirate, quindi è giunto il momento di scoprire assieme se i programmatori hanno imparato dagli “errori” del passato. E quale modo migliore se non leggere la nostra recensione?

Di gran Carriera

Per poter valutare PC 2 ho ripreso in mano il primo titolo e ho deciso di fare un confronto diretto con esso.
Project CARS offriva una gran varietà di opzioni di gioco, ma mancava una Modalità Carriera di tipo tradizionale. Slightly Mad ha corretto il tiro, offrendoci la possibilità di competere nelle arie categorie motoristiche.
Nel primo titolo eravamo costretti ad una lunga gavetta che iniziava con i kart per arrivare a sbloccare competizioni di diverso tipo. In PC2 possiamo invece scegliere da quale campionato iniziare a competere, con l’aggiunta di eventi speciali che ci vengono proposti a seconda dei risultai raggiunti. Questo è un ottimo incentivo a continuare a migliorarsi, aggiungendo longevità e varietà al titolo.
Ho trovato la possibilità di personalizzare il proprio calendario di gare stagionali un elemento estremamente positivo. Si può scegliere se fare una stagione completa, oppure optare per un minor numero di gare. Come era nel primo titolo, ogni gara è composta da sessioni di pratica e qualifica per poi arrivare alla gara. Sicuramente i puristi decideranno di dedicarsi alla ricerca del miglior tempo possibile per ottenere un buon piazzamento in griglia di partenza, ma si può anche scegliere di andare direttamente alla gara, partendo ovviamente dalle ultime posizioni.
La libertà di scelta è veramente ampia, così come ampio è il numero delle vetture a disposizione e dei tracciati.

Pimp my Ride

Ci sono oltre 200 auto a disposizione, incrementabili con l’acquisto di DLC, e oltre sessanta tracciati sui quali competere. Scegliere la nostra auto preferita non è sicuramente facile, ma se decidiamo di affezionarci ad una marca, il feeling con essa, un po’ come succedeva in Forza Motosport 6, aumenterà di gara in gara, Questo ci permette di avere degli inviti a gare speciali da parte dei costruttori ai quali saremo più “fedeli”.
Ma per eccellere in PC2 bisogna anche dedicarsi ai settaggi del nostro mezzo. Non sono personalmente un grande esperto in modifiche di pressione delle ruote, ripartizione di frenata e di durezza delle sospensioni, per cui ho trovato veramente utile la possibilità di lasciare che gli ingegneri settino l’auto per conto mio. Questo avviene attraverso un menù che sembra un po’ la Guida di Windows. L’ingegnere ci pone una serie di domande sulle nostre sensazioni alla guida, e rispondendo ad esse l’assetto dell’auto viene “magicamente” modificato. Ad esempio se abbiamo la sensazione che la macchina tenda troppo a pattinare, viene modificata l’angolatura degli alettoni per avere una maggiore aderenza.
Essendo PC2 un gioco estremamente simulativo, è necessario avere dei settaggi adeguati per poter avere qualche chance di ottenere buoni piazzamenti. Se volgiamo affidarci a chi ha più esperienza e voglia di smanettare nei settaggi dell’auto, possiamo scaricarci per ogni macchina le impostazioni fatte da altri giocatori, ma non è detto che essi siano adeguati al vostro stile di guida.
Uno dei limiti del primo titolo era la brutale difficoltà che confrontata a stili di fluida come quelli proposti in Forza Motosport, lo relegava ad essere un prodotto dedicato solo a giocatori esperti.
In PC2 il modello di guida è stato leggermente modificato, rendendolo un po’ più accessibile, ma sicuramente non consiglierei mai questo gioco ad un novizio dei giochi di guida. In questi giorni ho avuto la possibilità di provare la demo di Forza Motosport 7 mentre macinavo chilometri su PC2 e devo ammettere che il livello di perizia che bisogna avere in PC2 rimane sempre elevato.  E’ possibile attivare un sacco di aiuti alla guida, come la frenata assistita o il sistema di antipattinamento, ma anche se riuscirete a tenere l’auto in pista, scordatevi alte prestazioni e sopratutto scordatevi un controllo perfetto e pulito. Infatti la CPU forzerà la vostra mano per scegliere la traiettoria ideale, per cui se non la asseconderete, vi ritroverete ben presto a falciare pratini o ad accarezzare muretti.

Variabili in gioco

Il sistema LiveTrack 3.0 di gestione dei circuiti è veramente impressionante.Guidare in PC2 vuol dire confrontarsi, oltre che con gli avversari, anche con la topografia delle piste e con gli eventi atmosferici variabili. In alcune gare mi è capitato di inziare una gara sull’asciutto e poi doverla continuare mentre un grosso temporale allagava il circuito.
Come nelle gare reali i tempi sui giri nei primi minuti di pioggia tendono a diminuire, ma poi l’asfalto inizia ad asciugarsi e pensiamo di poter finalmente ritornare a premere pesantemente il piede sull’acceleratore. Peccato che la pista non tenda ad asciugarsi in modo uniforme, per cui molte volte ho corso il rischio di carambolare malamente perché nel tentativo di tagliare una cirva, sono uscito dallla traiettoria ideale e mi sono ritrovato con un bell’effetto di aquaplaning per una pozza d’acqua che non avevo assolutamente calcolato. Correre in queste condizioni, come correre sulla neve o su tracciati misti, è una vera impresa. Per ottenere i massimi risultati mi sono dovuto dedicare alla rimappatura del controller, non possedendo un volante. Avere il pieno controllo della propria auto è sicuramente più importante che un settaggio adeguato. Per questo consiglio a tutti di dedicare qualche minuto a gestire la mappa dei comandi. Anche in questo caso ci sono un sacco di opzioni modificabili e una volta scelta la mappatura più consona al vostro stile di guida, vi posso assicurare che anche i vostri tempi miglioreranno.

Tecnicamente parlando

Dal punto di vista tecnico c’è ben poco da eccepire in Project CARS 2. I modelli della auto, gli interni, la loro fisica sono al massimo livello di dettaglio e realizzazione. Ho giocato su una PS4 Pro e non ho notato alcun rallentamento di sorta in nessuna delle modalità di gioco, nemmeno nelle fasi più concitate. Peccato che per quanto i modelli delle auto siano di eccelsa fattura, lo stesso non si possa dire del livello di dettaglio degli scenari. Gli effetti di luce e il meteo dinamico sono impressionanti, ma non lo sono abbastanza i circuiti. Non ho avuto modo di veder girare PC2 su un PC “master race”, ma suppongo che sulle console si sia dovuta fare una scelta tra prestazioni e resa grafica, per garantire il massimo della fluidità.Qualche sporadico glitch ha causato il crash del gioco, facendo volare l’auto in un universo parallelo, oppure facendo sparire i vari elementi dell’HUD.
Volevo spendere qualche parola sulla IA. Gli avversari controllati dalla CPU hanno comportamenti variabili. Mi è capitato di vederne schiantare a bizzeffe sul bagnato, ma al contempo li ho visti compiere dei veri e propri miracoli di bravura sui circuiti innevati del Rally Cross. Il loro comportamento è molto variabile, manca una vera e propria calibrazione. Ci sono stati casi nei quali mi sono ritrovato relegato in seconda o terza posizione solo perché i piloti davanti a me correvano a livelli talmente elevati da rendere impossibile ogni tentativo di recupero e sorpasso. Anche nell qualifiche succedono dei comportamenti anomali. Una volta piazzato il mio tempo posso scegliere di aspettare che finisca il tempo di qualifica o skippare direttamente alla gara. Quando scelgo questa ultima opzione, “magicamente” i tempi dei miei avversari migliorano enormemente, relegando sempre in ultima posizione. Se invece decido di assistere a tutta la sessione, i loro tempi rimangono allineati ai miei. Spero che a questo venga posto rimedio, perché non è un elemento piacevole.
Il comparto audio è ben strutturato. Gli effetti delle macchine sono di ottima campionatura, anche se non ho notato una grande variabilità in quelli delle macchine della categorie più basse. Ottima è la dinamicità a seconda del punto di vista, Se giochiamo all’interno del casco del pilota sentiremo i suoni ovattati, mentre giocando con la visuale sul cofano potremo godere appieno del ruggito del motore e dell’intrigante sibilo della turbina che viene spremuta.

Pro

  • Modalità Carriera eccellente e longeva
  • LiveTrack 3.0 rende ogni partita unica ed entusiasmante
  • Gli amanti del tuning ne andranno pazzi
  • Fisica e modelli della auto sono ultra-realistici...

Contro

  • ...lo stesso non vale per il livello di dettaglio dei tracciati
  • La IA ha comportamenti “randomici” che possono penalizzare i nostri notevoli sforzi

Commento finale

Project CARS 2, nonostante sia stato enormemente migliorato sotto molto aspetti rispetto al suo predecessore, grazie ai feedback recepiti da Slightly Mad Studios, rimane ancor oggi un titolo non accessibile a tutti. Questo non è sicuramente un difetto, ma considerando titoli meno simulativi in uscita a breve, come Forza Motosport 7 e Gran Turismo Sport, sicuramente rimane un titolo che richiede una curva di apprendimento molto più lenta rispetto ai succitati. Mappare il controller, definire i settaggi per ogni sigola auto e per ogni tracciato sono elmenti che possono far gioire i puristi, ma spaventare i nuovi adepti al genere motoristico. La Modalità Carriera è stata enormemente migliorata, evitandoci di dover fare una estenuante gavetta e il sistema LiveTrack 3.0 ci regla una vera e propria simulazione, curando e gestendo in maniera fenomenale ogni centimetro di asfalto. Peccato che il comportamento “randomico” della IA non sia all'altezza di tutta la produzione, ma devo ammettere che comunque Project CARS due si piazza nell'olimpo dei giochi motoristici di tipo simulativo, vuoi per la varietà delle auto, vuoi per il numero di piste ed opzioni di gioco, ma vuoi soprattutto per il livello di sfida che impegnerà gli appassionati del genere per lunghissime e divertentissime ore di gioco.
8.5

Ottimo

Digital dreamer, videogames addicted, wannabe Jedi. An old player that is still capable of wonder.

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com