Sono passati ormai ben 5 anni dall’uscita su PC di Payday 2 e in questo lasso di tempo gli sviluppatori hanno perfezionato e limato il loro prodotto. Payday 2 di base è uno ” sparatutto” con una forte componente cooperativa: siamo chiamati a vestire i panni di criminali con il compito di compiere delle rapine per accumulare sempre più denaro possibile. Nella versione Switch, oltre ai personaggi in comune a tutte le altre versioni del gioco (Ps4, Xbox One) vi è una new entry Joy che arricchisce la possibilità di scelta: i criminali selezionati (17) con le relative missioni andranno ad arricchire l’esperienza di gioco.

Il limite  più grosso  nella versione Switch è che, pur essendo il gioco basato quasi interamente sulla componente coop, non è possibile comunicare con nessuno ( manca la chat vocale; ma la presenza del multiplayer locale risulta però un buon compromesso per chi ha degli amici amanti di questo genere di giochi ) e questa pecca  porta la nostra esperienza nel reparto multi giocatore,quindi, ad una impossibilità di coordinamento orientativo e di quasi affidamento  al buon senso degli altri  compagni online.
D’altro canto però, il sistema di matchmaking del gioco funziona abbastanza bene ed è in linea con quello delle altre versioni di Payday 2 (compresi purtroppo i lunghi tempi di attesa per entrare in una partita già avviata). Una volta entrati comunque non si nota, nelle nostre 10 prove online, nessun tipo di problema o di lag particolare e questo è sicuramente un punto a favore del gioco.

Prima di ogni missione, si dà la possibilità comunque di effettuare una ricognizione di una buona parte della mappa di gioco e capire dove sono posizionate, ad esempio, le telecamere e/o i nemici per poi passare alla fase “vera e propria” una volta indossata la maschera e tirate fuori le armi.  Sono presenti inoltre, all’interno del gioco, diversi classi di criminali in cui potersi specializzare attraverso i punti esperienza e denaro raccolto nelle varie missioni e l’immancabile “nascondiglio” da decorare e personalizzare. Per chi ama giocare “offline” invece, il titolo offre diverse missioni giornaliere da portare a termine e i vostri compagni saranno guidati dall’IA del titolo (non brillantissima, ma fa il suo dovere) anche se, purtroppo, giocare in compagnia dei bot, risulta davvero meno divertente che online e/o con amici veri.

Parlando della struttura tecnica del gioco invece, dobbiamo ammettere che la versione per Nintendo Switch risente tanto del peso degli anni del titolo. Gli sviluppatori hanno probabilmente adattato la versione console del titolo con asset e texure di bassa qualità che sia in modalità docket che tablet fanno sembrare PayDay 2 un gioco di “vecchia” generazione: le superfici degli oggetti e dello scena rio sono piatte, le texture molto poco definite con animazioni dei personaggi secondari non proprio al top ed effetti di luce molto semplificati. Inoltre il titolo giro a 30 fps con qualche calo fastidioso di fps nelle situazioni di gioco molto concitate. Fortunatamente è presenta la mira assistita che permette di rimanere ancorati sul nemico in maniera piuttosto buona. Secondo noi, gli sviluppatori avrebbero dovuto puntare ad una risoluzione più bassa ed aumentare gli fps. Ci teniamo a dire però che, il titolo rimane piuttosto giocabile ed appagamento, soprattutto grazie alla possibilità di essere giocato in “mobilità”.

Acquistando attraverso i banner Amazon di questa pagina aiuterai MyReviews a crescere. Vi ricordiamo che MyReviews è un sito indipendente e completamente autofinanziato fin dalle sue origini.