Moto GP 17 – Recensione

Featured Giochi Recensioni Videogiochi
7

Buono

Molti sono gli sport che vengono seguiti e praticati e, fin dall’invenzione dei più antichi, sono aumentati con il passar del tempo e le scoperte di tante tecnologie sempre nuove e più complesse. Uno dei più amati di sempre, che si contende il posto con altri suoi pari, è la Moto GP. Dalla creazione della prima console, parliamo dei tempi in cui tutto era in 2D, questo genere di giochi si è guadagnata una gran fetta del mercato affascinando tutti i suoi utenti, facendogli provare l’ebbrezza di diventare il campione del mondo su circuito come i suoi beniamini in tv. Siete pronti a sgommare e vincere la competizione, diventando il pilota numero uno? Allora accendete i motori e attendete il verde del semaforo per far mangiare la polvere ai vostri avversari. Ecco la mia personale esperienza con Moto GP 17.

 

Rispetto ai “capitoli” precedenti il titolo ha subito qualche cambiamento, rendendolo la sua simulazione piena di elementi essenziali per la sua buona riuscita, non mancando piccole aggiunte che ne arricchiscono il gameplay diventando più godibile. Per il nostro divertimento le modalità di gioco saranno: Gran Premio, Campionato, Prova Cronometrata, Schermo Condiviso, Carriera Pilota, Carriera Manageriale, una nuova aggiunta vera punta di diamante del titolo, senza dimenticare le varie modalità che compongono la controparte multigiocatore. Oltre ai classici piloti del campionato Moto GP 2017, ovvero tutti quelli appartenenti a Moto3, Moto2 e MotoGP, sono stati introdotti anche i piloti più famosi che hanno fatto la storia dei vari campionati, permettendo così ai campioni del passato di sfidarsi e a suon di sgommate e curve strettissime. Ogni volta che affronteremo un nuovo percorso potremo decidere se farci aiutare dalla IA del titolo con i piccoli assist che troveremo come, per citarne uno, l’aiuto nel sistema di frenata. Ovviamente con l’attivazione degli aiuti il giocatore vivrà il gameplay in una maniera del tutto diversa rispetto a quello che ha da offrire una vera corsa senza aiuti, godendo di una vera e propria corsa. Inoltre la fisica di gioco potrà essere impostata tra tre scelte: standard, semi-pro, dove la difficoltà non subirà particolari differenze, e pro, dove la differenza sarà del tutto evidente. Anche se non c’è bisogno di dilungarsi per le modalità “classiche” del titolo che tutti conosciamo, anche chi non è un vero fan accanito ma ha seguito sporadicamente qualche corsa, bisogna dedicare un pezzo del nostro articolo alla nuova modalità chiamata Carriera Manageriale.

La modalità Carriera Manageriale è la vera novità del gioco grazie alla quale potremo creare uno nostro team partendo da zero, personalizzandolo sotto tutti gli aspetti, spendendo i nostri crediti per migliorarlo ogni volta e avanzare nella nostra scalata al successo. Inizieremo partendo dalle gare per il Moto3 e, man mano che vinceremo le corse, potremo avanzare di volta in volta nella nostra carriera fino a giungere alle competizioni a cui qualsiasi pilota professionista aspira, ovvero la Moto GP. Ovviamente non sarà così facile scalare la classifica e guadagnarsi la  anto agognata vetta poiché ci saranno molti ostacoli che potranno impedirvelo: i guadagni che non bastano mai, la difficoltà e la continua ricerca dei pezzi migliori per assicurarsi la vittoria, esser capace di scegliere i migliori sponsor e gli investimenti nelle tecnologie migliori  per far si che i propri veicoli siano sempre efficienti e al punto giusto per le gare che dovranno sostenere.

Dal punto di vista tecnico Moto GP 17 avrebbe potuto proporre qualche miglioria in più, ma la grafica vecchio stampo, quasi un copia-incolla dei suoi predecessori, è altrettanto godibile.  Anche se i piloti e la moto abbiano una resa molto gratificante, le piste non rendono altrettanto. Durante le scene di intermezzo potranno deludere non poco con le loro animazioni quasi legnose, degne di console appartenenti alle vecchie generazioni. Il comparto audio invece è veramente ben fatto, con effetti sonori che rispecchiano le diversità tra i motori. Lo stesso discorso però non va fatto per le musiche che risulteranno ripetitive e verranno sostituite durante le corse dai rombi di motore delle moto, che non viene interrotto nemmeno dal commento del cronista praticamente assente. Il livello di difficoltà del gioco non di distacca troppo dai vecchi capitoli ma, anzi, in certi casi si abbassa notevolmente redendo il livello di sfida più basso.

Pro

  • Pieno di bei contenuti…
  • La carriera manageriale è un’idea molto brillante
  • I rombi dei motori sono una chicca per gli appassionati

Contro

  • … ma poche novità
  • IA non proprio perfetta
  • Graficamente ancorato al passato

Commento finale

Moto GP 17 è un titolo dal gameplay che compie il proprio lavoro di simulazione discretamente, frenato per molti aspetti da una grafica che non riesce a tenere il passo coi tempi e non sfruttando a dovere il potenziale che il gioco ha da offrire. Il titolo però ha molti contenuti invogliano l’acquisto e che riusciranno a conquistare anche coloro a cui non piacciono gli sport in generale. .
7

Buono

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com