Masters of Anima – Recensione

Featured Giochi Recensioni Videogiochi
8

Ottimo

Non tutti i videogiochi sono fatti solo per intrattenere il pubblico con grafiche colorate e meccaniche semplici. Ci sono alcuni temerari che decidono di raccontare una storia, più o meno simile alla realtà, che parla di luoghi lontani e sconosciuti intrisi di magie e nemici da sconfiggere e di un giovane eroe e del suo viaggio da intraprendere per salvare la propria amata da una forza oscura che li tengono separati. Ecco la mia personale esperienza con Masters of Anima.

Passtech Games, lo studio che si è occupato della realizzazione e dello sviluppo del titolo originario della Francia, è riuscito a produrre un titolo molto interessante unendo meccaniche già viste ad uno stile diverso dal solito e molto funzionale offrendo un’esperienza single player attraente. La storia che srotoleremo man mano che giocheremo Master of Anima è molto semplice ma funzionale e intrigante che si abbina bene con le meccaniche di gioco. Otto, il nome del protagonista, è un nobile apprendista votato all’antica arte dell’evocazione di truppe da combattimento, la stessa arte che ha permesso al mondo di Spark di godere di un periodo di pace e prosperità dopo la sconfitta dei Golem intrappolandone il potere malefico. Otto inoltre, è anche il promesso sposo di Ana, una delle maghe più potenti e famose dell’intero ordine di cui entrambi fanno parte, ma essendoci un dislivello tra loro il nostro protagonista vuole a tutti i costi sostenere l’esame che lo innalzerà al rango di Maestro, così da convolare a nozze con la sua amata fiero di se stesso e, soprattutto, al pari della ragazza. 

Nemmeno il tempo di concludere, e superare, l’esame che una nuova minaccia incombe sulle terre di Spark. L’oscuro stregone Zhar spezza l’equilibrio che regnava in quel mondo per farlo precipitare di nuovo nel caos, risvegliando gli antichi Golem malvagi e dividendo l’anima di Ana in tre cristalli differenti così da non essere ostacolato. Determinato e testardo più che mai, ci precipiteremo con Otto alla ricerca dei tre cristalli che contengono la testa, il corpo e il cuore per potersi finalmente congiungere con la sua amata. Dopo tanti anni di addestramento finalmente il nostro protagonista potrà utilizzare le antiche capacità sviluppate e mettere a frutto gli insegnamenti ricevuti utilizzando gli antichi incantesimi che gli permetteranno di evocare varie creature una più utile dell’altra alla sua nobile causa.

Primi tra tutti abbiamo i Protettori, valorosi e potenti guardiani armati di spada che senza paura si getteranno contro i nemici del proprio evocatore per proteggerlo dai pericoli e per eliminare o spostare ostacoli sul nostro cammino. Proseguendo nella nostra avventura impareremo a evocare altre creature come, per citarne qualcuna, le Sentinelle, degli arcieri veloci e precisi ottimi per colpire i nemici e i bersagli dalla media distanza, i Catalimanti, che assorbono le sfere anima dai nemici per donarle a Otto permettendogli di avere una quantità ottimale di potere sempre a disposizione. Inoltre, ci saranno i Comandanti e gli Invocatori a darci ulteriore man forte. I primi, danno supporto in prima linea trasmettendo il Grido di Battaglia di Otto che potenzierà gli attacchi combinati, mentre i secondi, come dice il nome stesso, evocheranno ulteriori truppe per rimpolpare le nostre schiere.

Masters of Anima non è fatto solo di combattimenti. Infatti, non mancheranno i soliti puzzle ambientali dalla risoluzione più o meno facile che potranno essere svolti tramite l’utilizzo delle nostre unità. Per esempio, i Protettori possono spostare i grossi massi che ostacolano la nostra strada o posizionare oggetti in luoghi ben precisi oppure le Sentinelle potranno usare i loro attacchi a distanza per attivare interruttori o abbattere ostacoli posizionati in luoghi altrimenti raggiungibili. Infine, Otto e il suo esercito potrà essere potenziato tramite i relativi alberi delle abilità con le quali rafforzare e rafforzarsi in termini di attacco, difesa e gli stessi parametri degni di quegli elementi presenti in un simil-GDR che si rispetti.

Dal punto di vista grafico Masters of Anima si presenta con una grafica low-poly ma molto pulita, semplice e adeguatamente funzionale alla tipologia di gioco presentato. Gli scenari e i personaggi sono ben realizzati, senza animazioni legnose e una fluidità che rendono il tutto molto godibile anche con una gran presenza di golem su schermo. Il comparto sonoro è molto orecchiabile e fornisce un buon accompagnamento durante le nostre gesta. Da segnalare inoltre, la presenza dei sottotitoli in italiano nonostante sia doppiato in inglese.

Pro

  • Appassionante dall’inizio alla fine
  • Storia intrigante
  • Creature semplici ma funzionali

Contro

  • Reattività nei controlli
  • A volte più difficile del dovuto
  • Non invoglia a rigiocarlo

Commento finale

Masters of Anima è un titolo che difficilmente deluderà chiunque vorrà acquistarlo, risultando un gioco molto appagante per le 12, o poco più, ore che serviranno per completare il viaggio di Otto. Potrà capitare qualche difficoltà col sistema di controllo nei tempi di reazione, ma non rovinerà per niente la vostra esperienza di gioco. Consiglio caldamente l’acquisto di questo titolo che, al prezzo di 19,99 €, saprà tenervi incollati allo schermo come ben pochi sanno fare.
8

Ottimo

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com