Knack 2 – Recensione

Featured Giochi Recensioni Videogiochi
7

Buono

Sarò onesto: a qualche mese dal dayone di PlayStation 4 una parte di me, probabilmente quella più scura e negativa, ha ripetutamente affermato “Ma chi me lo ha fatto fare?”, perché sì, ammettiamolo, la line-up di lancio di PlayStation 4 non è stata tra le più spettacolari. Accantonato il discreto Killzone: Shadow fall, Sony ha proposto solo un’altro titolo esclusivo non troppo stupefacente: stiamo parlando di Knack. Nonostante l’ambientazione e la storia fossero leggere e variopinte, Knack non ha mai fatto breccia nel cuore dei videogiocatori, venendo bistrattato come un titolo di serie B e svenduto dopo neanche troppo tempo dall’uscita. Ma Sony non si è persa d’animo e ha deciso di riprovarci mostrando nel corso dell’E3 2017 Knack 2 con cui il colosso giapponese spera di rilanciare il personaggio-componibile su cui aveva tanto puntato. Missione compiuta? Scopritelo nella nostra recensione.

Per un titolo d’avventura, o d’azione in generale, la trama è il fulcro principale intorno al quale devono ruotare tutti gli altri elementi; ma se la trama è debole o scialba, non ci vorrà troppo affinché i giocatori si stufino e decidano di puntare altrove la propria attenzione. Quello citato poc’anzi altro non è che quello che è accaduto a suo tempo con Knack, un titolo che sebbene destinato a un pubblico di giovanissimi, non si è fatto amare fino in fondo per la storia che andava a raccontare (la povertà dei contenuti, beh, quello è un altro problema…). Con Knack 2 Sony ha deciso di coinvolgere Marianne Krawczyk, vincitrice del BAFTA per il lavoro svolto in God of War 2, e le ha chiesto di scrivere una storia che fosse appassionante e allo stesso tempo coinvolgente. Il risultato è una nuova avventura in cui Knack e i suoi compagni dovranno affrontare nuovamente un esercito di troll e robot intenzionati a conquistare il pianeta ma questa volta, al contrario del capitolo precedente, non mancheranno colpi di scena e un nuovo nemico che non ci metterà troppo per palesarsi e creare nuovi problemi. L’intera storia di Knack 2 è articolata in quindici capitoli dalla durata variabile e non mancheranno dei salti temporali tra presente e passato per capire come sia possibile arrivare al punto in cui inizia la storia. Chiaramente, trattandosi ancora una volta di un titolo destinato ai più giovani, la storia procede in modo estremamente lineare, privandosi però spesso di phatos e di quella verve che avrebbe potuto in qualche modo destare l’interesse anche di un pubblico più esigente. Knack 2, infatti, “soffre” ancora una volta di una narrazione debole e a tratti ripetitiva e non basta purtroppo la diversità delle ambientazioni per tenere vivo l’interesse fino alla fine. Per dovere di cronaca, però, devo ammettere che se avessi provato Knack quand’ero ragazzo o comunque da bambino, il prodotto di Japan Studio sarebbe stato sicuramente più interessante e mi avrebbe tenuto incollato allo schermo con un livello di interesse abbastanza elevato, ma oramai a trent’anni suonati sono alla ricerca di emozioni più forti (*sospiro*)….

Stando a quanto letto poc’anzi, è possibile intuire quanto Knack 2 sia ancora un prodotto, come il suo predecessore, destinato a un pubblico di giovanissimi, perché sì, nonostante la presenza di molteplici livelli di difficoltà, anche quelli più elevati saranno incapaci di offrire ai giocatori più navigati un’esperienza appagante capace di creare qualche difficoltà. La struttura degli scenari di Knack 2 è molto simile a quella dei capitoli precedenti e consiste in una serie di “percorsi obbligati” in cui saranno presenti oggetti da distruggere o da spostare per sbloccare anfratti dove sono nascosti oggetti collezionabili o punti energia utili a sbloccare nuove abilità per il protagonista. Lodevole invece l’introduzione di enigmi ambientali, alcuni dei quali richiederanno al giocatore di scomporre Knack e renderlo più piccolo al fine di superare determinate porzioni di scenario. Knack 2, inoltre, presenta una divertente modalità cooperativa che sebbene abbassi notevolmente il livello di sfida offerto, permetterà ai giocatori più giovani di giocare insieme a qualche amico o, perché no, qualche adulto poco avvezzo al mondo del gaming.
Accennavamo in precedenza alla presenza di un’albero della abilità: procedendo nel gioco e ottenendo una sorta di “punti esperienza”, sarà possibile sbloccare nuovi attacchi  e nuove abilità per Knack che gli consentiranno di procedere più facilmente nella lotta contro i nemici più ostici. I combattimenti in Knack 2 sono una semplice alternanza di pugno, calcio, schivate e parate, niente più, e salvo alcune occasioni in cui i nemici richiedono un minimo di analisi dei loro attacchi, nella maggior parte dei casi premere alla rinfusa i tasti sul pad potrà permettervi di ottenere successo in battaglia contro dei nemici non proprio intelligenti.

Sebbene su PlayStation 4 Pro Knack 2 offra un’esperienza più appagante dal punto di vista tecnico, il lavoro di Japan Studio non si può proprio definire eccellente considerato tutto il tempo che gli sviluppatori hanno avuto per studiare la console ammiraglia Sony.  Si, ok, indubbiamente la possibilità di abilitare l’HDR su PS4 Pro rende i colori più vivi, l’orizzonte risulta essere più definito, ma gli scenari continuano a presentare una certa piattezza e dei modelli poligonali abbastanza semplici e, talvolta, imbarazzanti. Va invece lodato il comparto tecnico del gioco che presenta un doppiaggio in lingua italiana di eccellente fattura.

Pro

  • Doppiaggio in italiano eccellente
  • Colorato e spensierato
  • Presenza di una modalità di gioco cooperativa
  • Gameplay "leggero" e intuitivo...

Contro

  • ...ma forse troppo semplice per i videogiocatori più esperti
  • Si poteva osare di più con il gameplay
  • Meccaniche di gioco alla lunga ripetitive

Commento finale

Knack 2 è quello che si potrebbe definire "un prodotto riuscito a metà". Se da una parte, infatti, abbiamo una veste grafica colorata, dei toni leggeri e meccaniche di gioco intuitive, dall'altra abbiamo una curva di difficoltà eccessivamente bassa e delle situazioni di gioco che si ripetono. Knack 2 è un prodotto indubbiamente perfetto per un pubblico giovane o poco avvezzo al mondo dal gaming, ma per tutti gli altri è forse il caso di pensarci un po' prima di procedere all'acquisto del gioco.
7

Buono

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com