Guardians of The Galaxy: The Telltale Series – Ep. 2 & 3 – Recensione

Featured Giochi Recensioni Videogiochi

Con un po’ di ritardo rispetto alla loro data di pubblicazione (non per volontà nostra) abbiamo avuto la possibilità di toccare con mano il secondo e il terzo episodio della serie Guardiani Della Galassia targata Telltale. Per questa ragione (e per non farvi attendere altro tempo) abbiamo deciso di racchiudere le due mini-recensioni in un solo articolo in attesa che venga rilasciato il capitolo finale, a seguito del quale riusciremo a dare un voto complessivo a tutta la stagione. Buona lettura!

Episodio 2: Under Pressure

Alla conclusione del precedente episodio, avevamo lasciato i Guardiani interrogarsi sulle potenzialità dell’Eternity Forge e sul motivo per cui la misteriosa reliquia è bramata da tanti cacciatori nell’universo. Protagonista indiscusso di questo capitolo è Rocket Racoon, il procione antropomorfo dal grilletto facile. Nonostante la sua “faccia” da duro, Rocket nasconde un passato molto ma molto burrascoso e grazie a questo episodio è possibile conoscere i dettagli della storia di questo personaggio. Com’è auspicabile, anche in Under Pressure non ci vorrà troppo affinché l’Eternity Forge diventi il perno attorno al quale girerà tutta la trama dell’episodio, arrivando a coinvolgere anche gli altri Guardiani e personaggi esterni come Nebula o Hala, anch’esse desiderose di utilizzare il manufatto per i loro scopi.

Se il primo episodio di Guardiani della Galassia aveva come obbiettivo quello di spianare la strada al resto della serie, Under Pressure va ad approfondire alcuni aspetti della storia anche se per farlo utilizza dei ritmi decisamente molto blandi e a tratti soporiferi. A conti fatti, Under Pressure è un susseguirsi di dialoghi conditi spesso di scambi di battute superflui e, solo in poche occasioni, saranno presenti combattimenti o momenti più dinamici. Anche in Under Pressure sono presenti un paio di occasioni in cui sarà necessario dovere ricorrere alla collaborazione tra più personaggi per superare alcuni enigmi ambientali, ma in ogni caso non vi ci vorranno più di due o tre minuti per sbrogliare l’intera matassa.

Insomma, tirando le somme, Under Pressure è stato un “capitolo di passaggio” che, ahinoi, non ha apportato alcuna modifica o cambiamento notevole a quello che già avevamo visto nel precedente capitolo. Speriamo, a questo punto, che il terzo episodio si presenti un po’ più forte dal punto di vista narrativo…

Episodio 3: More than a feeling

Se nel precedente episodio gli sviluppatori del gioco hanno voluto focalizzare tutta l’attenzione sul passato di Rocket Racoon, in More Than a Feeling le protagoniste indiscusse sono le figlie di Thanos, ossia Gamora e Nebula. Il rapporto tra le due sorelle, in passato idilliaco e oggi burrascoso, verrà analizzato fino in fondo in questo capitolo, offrendo il punto di vista di entrambe e lasciando al giocatore la libera scelta dalla parte di chi schierarsi. In questo episodio, inoltre, fanno la comparsa alcuni personaggi già visti nella seconda pellicola cinematografica anche se, bisogna ammettere, con interpretazioni completamente diverse. Avevamo infatti già notato in Under Pressure come per certi aspetti la storia narrata nelle pellicole cinematografiche sia per certi versi diversa da quella narrata nei titoli di Telltale.

A differenza dell’episodio precedente, More than a feeling presenta una maggiore dose di azione e Quick Time Events ed è quindi capace di tenere sempre viva l’attenzione del giocatore. Insomma, in questo episodio la trama inizia a ingranare e si inizia a vedere una certa evoluzione della trama che, a quanto pare, si concluderà direttamente nel quarto episodio della serie.

In ogni caso, fino a questo punto, la saga Telltale dedicata ai Guardiani Della Galassia ci ha convinto ma, purtroppo, sono ben lontani i fasti delle prime due stagioni di Walking Dead. Per certi aspetti crediamo che Telltale abbia in qualche modo bisogno di rinnovarsi un po’, magari prendendo una pausa: dopotutto se il gameplay deve essere praticamente assente (vista la tipologia di struttura ludica), ci aspetteremmo una trama solida dai ritmi serrati, ma se neanche questa c’è…

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com