Fortnite – Recensione

Featured Giochi Recensioni Videogiochi
7.5

Buono

L’estate è notoriamente un periodo morto per gli amanti del gaming e, probabilmente, proprio per questa ragione Epic Games ha ben pensato di rilasciare sul mercato Fortnite, titolo annunciato per la prima volta nel lontano 2011. Disponibile al momento sul mercato come titolo “Early Access” tra meno di un anno Fortnite diventerà un titolo free to play con le consuete microtransazioni a rimpinguare le casse di Epic Games. Vale la pena o no di acquistare Fortnite al momento sapendo che in un non troppo lontano futuro sarà possibile scaricarlo gratuitamente? Scopritelo nella nostra recensione!

Prima di addentrarci sulla descrizione del gameplay di Fortnite, è doveroso fare un piccolo appunto circa la trama del gioco: una misteriosa tempesta ha dato il via a una sorta di invasione di non-morti che ha annientato il 98% della popolazione terrestre. Il vostro obbiettivo, vestendo i panni di un comandante, sarà quello di sconfiggere la misteriosa minaccia e radunare i pochi sopravvissuti. Descritta così la trama di Fortnite lascia pensare all’ennesimo survival horror dove sangue e violenza la fanno da padroni. E invece no. Fortnite è uno sparatutto che fa del crafting e dell’umorismo i suoi punti principali, ispirandosi, a parer nostro, al celeberrimo Piante vs Zombie. Il soldato che sceglierete di utilizzare nel corso delle varie missioni (potrete cambiarlo in qualsiasi momento) sarà dotato di caratteristiche e attacchi esclusivi che lo rendono più o meno idoneo a un certo tipo di missione: il costruttore, per esempio, è dotato di forza bruta e una notevole velocità nella costruzione degli edifici, il ninja, invece, è utile per saltare alle spalle dei nemici e colpirli silenziosamente con attacchi veloci e letali. Come accade per i personaggi, anche le armi in Fortnite sono tantissime e tutte diverse tra loro ed è compito del giocatore, oltre a scegliere accuratamente il tipo di arma idonea al duello, preoccuparsi di costruire le munizioni necessarie e verificare lo stato di usura dell’arma che, dopo alcuni combattimenti, inizia a deteriorarsi fino a distruggersi.

Nonostante Fortnite sia un titolo classificabile come “sparatutto”, le dinamiche del prodotto di Epic Games sono ben più complesse e, talvolta, intricate. A snodare e chiarire l’intera struttura di gioco, però, ci pensa un lungo e strutturato tutorial che metterà i giocatori di fronte alle diverse fasi del gameplay spiegandone ogni singolo passaggio e, in alcuni casi, dilungandosi anche più del dovuto. Le fasi che compongono il gameplay di Fortnite sono essenzialmente tre:

  • Recupero risorse: in questa fase i giocatori sono chiamati a raccogliere le diverse risorse sulla mappa facendo a pezzi, attraverso l’uso di un piccone, tutti gli oggetti presenti: automobili, rottami, alberi vi faranno entrare in possesso di alcuni materiali utili alla costruzione di oggetti.
  • Costruzione: da questo momento in poi avrete a disposizione un certo lasso di tempo per costruire la fortezza e/o diverse tipologie di protezioni e/o trappole utili a rallentare l’avanzata del nemico. Per costruire gli edifici ci saranno a disposizione diverse tipologie di materiali dalla resistenza variabile. Avendo il giocatore la completa libertà circa la creazione della struttura, è importante lasciarsi dei punti di tiro liberi per poter sparare ai nemici anche da lontano. Se il nemico distrugge la fortezza o l’obbiettivo da difendere sarà Game Over.
  • Attacco: quest’ultima fase del sistema di gioco di Fortnite è forse quella meno interessante. Sebbene si tratti di uno sparatutto ed Epic Games abbia decisamente acquisito esperienza a riguardo (Gears of War, per esempio), Fortnite presenta un sistema di combattimento abbastanza elementare in cui solo i nemici riescono in qualche modo a essere veramente sorprendenti.

Fornite presenta una buona varietà di tipologie di non-morto, ognuna dotata di resistenza e abilità diverse e, in alcuni casi, di un qualche tipo di arma capace di abbattere in pochi colpi le difese del nostro fortino. Il numero di missioni che compongono l’intera trama di Fornite è abbastanza corposo e, sebbene gli obbiettivi siano praticamente sempre gli stessi (la difesa di un determinato edificio e/o oggetto), il titolo di Epic Games riesce a garantire un buon numero di ore di gioco, soprattutto grazie alla sua componente multiplayer online. Infatti, oltre a gestire le missioni in solitaria, Fortnite vi dà la possibilità di completare le diverse missioni in compagnia di amici o di altri giocatori online, consentendovi così non solo di completare in modo più agevole le missioni, ma anche di guadagnare più punti esperienza e oggetti speciali. Com’era auspicabile, alla fine di ciascuna missione, in base al vostro contribuito sia nel combattimento sia nella fase di costruzione, sarete premiati con una certa quantità sia di punti esperienza (utili a sbloccare nuove abilità per i diversi personaggi) sia di denaro, utile ad aprire delle pignatte che contengono oggetti, armi e personaggi vari. Qualora voleste, inoltre, Fortnite vi dà la possibilità di acquistare valuta in-game spendendo denaro reale.

Fortnite è un titolo che fa dell’umorismo e della comicità il suo fiore all’occhiello e questo è percepibile semplicemente ammirando i modelli dei diversi personaggi: eroi e cattivi sono infatti realizzati in maniera alquanto bizzarra e per certi aspetti caricaturale. Nonostante l’espetto “pupazzoso” dei personaggi del gioco, però, Fortnite non è un titolo capace di mettere sotto sforzo l’hardware dell’attuale generazione di console, e va lodato solamente per una discreta fluidità del comparto grafico.

Pro

  • Il mix di generi in Fortnite funziona
  • Personaggi buffi e situazioni comiche
  • Ha del buon potenziale….

Contro

  • …che ancora deve venire fuori del tutto
  • Missioni alla lunga ripetitive
  • Tutorial talvolta estenuanti

Commento finale

Fornite è stato un titolo che ci ha divertito abbastanza e abbiamo visto nel prodotto di Epic Games un certo potenziale che potrebbe essere valorizzato da qualche futuro aggiornamento. Sicuramente non siamo di fronte a una sorta di Minecraft 2.0 in quanto le possibilità di personalizzazione delle proprie creazioni è abbastanza limitato, ma il nuovo concept di titolo tower defense proposto da Epic Games risulta essere molto divertente e frenetico, soprattutto se giocato in compagnia di qualche amico. Ci saremmo aspettati invece una maggiore varietà di missioni capaci di allontanare quel saltuario senso di ripetitività che fa capolino dopo le prime ore di gioco ma, ripetiamo, se giocherete Fortinite in compagnia di un amico o di un qualche gruppo di amici, siamo abbastanza sicuri che riuscirete a divertirvi per tanto tempo.
7.5

Buono

Password Persa

Sign Up