Final Fantasy XV Windows Edition ha l’ingrato compito di portare su PC l’intero pacchetto di Final Fantasy XV approdato circa un anno fa su PlayStation 4 e Xbox One, forte di un cospicuo numero di aggiornamenti inclusi fin dal lancio e tutti i DLC a pagamento pubblicati in passato. Sì, modalità multiplayer inclusa.

Quel che però non cambia rispetto alle versioni console, ahinoi, è la generale qualità del titolo in questione, capace tanto di far innamorare grazie ai suoi colossali valori produttivi quanto di impensierire e spesso deludere le aspettative a causa di sviste più o meno importanti dal punto di vista narrativo e più prettamente ludico. Nel caso non aveste la più pallida idea di cosa stiamo parlando, è giusto fare un riepilogo veloce del travagliato sviluppo di questo progetto, nato circa dieci anni fa con il nome di Final Fantasy XIII Versus. Inizialmente concepito da Tetsuya Nomura, la mente dietro la serie Kingdom Hearts, il videogioco in questione venne rilanciato anni addietro col nome di Final Fantasy XV, abbandonando così il concept iniziale che lo voleva far parte della Fabula Nova Cristallis, la trilogia di titoli accomunati dal “XIII” nel titolo che avrebbero dovuto raccontare tre versioni dello stesso immaginario. Ovviamente il risultato, dal punto di vista narrativo, è appena sufficiente, e benché le interazioni tra i quattro protagonisti maschili risultino simpatiche – e raramente toccanti -, la trama di Final Fantasy XV è l’evidente risultato di un taglia e cuci voluto da un compromesso produttivo.

Così, allontanando i protagonisti di FF XV dal tredicesimo e altrettanto controverso capitolo, il team vide l’arrivo di Hajime Tabata nel ruolo di Director, mentre Nomura-san venne obbligato a rinunciare al suo grande progetto per tornare a lavorare al terzo capitolo della saga Kingdom Hearts. Quel che Square Enix ha fatto tramite Tabata è stato fondamentalmente ricostruire un titolo partendo da un immaginario pre-esistente, connettendo elementi già realizzati in precedenza e cercando di riassumere in una singola storyline gli eventi che Nomura avrebbe voluto raccontare in una trilogia dedicata al tenebroso Noctis.

continua – cliccare sui numeri in basso per continuare a leggere l’articolo

Acquistando attraverso i banner Amazon di questa pagina aiuterai MyReviews a crescere. Vi ricordiamo che MyReviews è un sito indipendente e completamente autofinanziato fin dalle sue origini.