Cars 3: In Gara per la Vittoria – Recensione

Giochi Recensioni Videogiochi
7

Buono

Avalanche Software, studio di sviluppo che si è occupato della creazione di Cars 3: In Gara per la Vittoria, originario dello Utah, ha ideato e sviluppato un gioco basandosi su uno dei grandi classici per bambini dei tempi moderni riproponendo le avventure su quattro ruote proposte sul grande schermo al cinema. Non appena inizieremo la nostra avventura attraverso la pressione dell’apposito tasto che compare nel menù principale, ci ritroveremo già immersi nel gioco al comando di Saetta McQueen, durante una corsa amichevole con alcuni delle grandi leggende della pista come Doc, Junior Moon, Smokey, Louise Nash e River Scott, tutti personaggi noti che ci insegneranno le basi della corsa sui vari tipi di circuito che dovremo affrontare durante le gare, con un sistema di controllo semplice e molto intuitivo.

Procedendo nella modalità di gioco principale, ci ritroveremo nello studio di Chick Hicks che, durante un’intervista, ci dirà chiaro e tondo che il nostro tempo ormai è passato e dobbiamo lasciare il posto alla nuova generazione di vetture con una tecnologia più moderna rispetto alla nostra generazione. Saetta, ferito nel suo orgoglio, vorrà dimostrare il contrario ed è così che deciderà di partecipare alla competizione che inizierà di lì a poco. Ci ritroveremo quindi a scegliere gli eventi in cui partecipare per portare alla ribalta il nostro beniamino e dimostrare a tutti che non è un’auto da rottamare, ma che può ancora gareggiare con le altre auto senza sfigurare. Avremo a disposizione un gran numero di opzioni per divertirci, dai classici eventi di Corsa allo stato puro a quelli più adrenalinici come Sfida Automobilistica, dove potremo usare le armi per ribaltare la situazione a nostro vantaggio, Show delle Acrobazie, una gara dove non conta chi taglia per primo il traguardo ma solo chi esegue un numero sufficiente di punti prima dello scadere del tempo eseguendo quante più acrobazie senza sbagliare o distruggendo le sfere bianche, Eliminazione, dove con l’ausilio di un arsenale limitato ma molto efficace dovremo distruggere quante più auto impazzite prima dello scadere del tempo, Sfida Miglior Giro, dove affronteremo il nostro fantasma per battere i record stabiliti in precedenza, ed Eventi per Esperti, una gara specifica e diversa che cambia in base al personaggio che sceglieremo tra i ventitré piloti in totale che il titolo mette a disposizione. Una volta scelto l’evento a cui vorremo partecipare potremo scegliere su quale pista correre, la difficoltà dell’evento che andremo ad affrontare, potremo scegliere tra Facile, Medio e Difficile, e alcuni accorgimenti particolari come il suono del clacson, i led, il colore del turbo che uscirà dai nostri scarichi e se vogliamo attivare o meno l’Autoderapata. Una volta sistemate queste cose siamo pronti a partire, da soli o in compagnia di altri tre amici in coop locale ma, purtroppo, non online, funzione che avrebbe migliorato ancor di più l’esperienza di gioco.

Ma le modalità non sono finite con l’elenco sopra citato. Oltre agli eventi di corsa singola avremo a disposizione eventi con più di una corsa da svolgere grazie alla modalità Coppe, dove dimostreremo la nostra abilità di corridore su tre percorsi differenti. Questa modalità si suddivide a sua volta in Corse, Sfide Automobilistiche, Show delle Acrobazie ed Eliminazione, seguendo le stesse regole descritte sopra. Inoltre, ad aumentare il numero di opzioni per divertirci avremo le modalità Gioco di Squadra Sponsorizzato e Pista Acrobatica di Thomasville. La prima può essere giocata solo con altri due giocatori almeno e racchiude in sé tre opzioni: Eventi, Coppe Ufficiali o Coppe personalizzate, che potremo creare scegliendo tra le varie opzioni messe a disposizione. Una volta decise tutte le particolarità della corsa i giocatori dovranno scegliere se correre per lo stesso sponsor oppure disputare una gara tutti contro tutti. Nella modalità chiamata Pista Acrobatica di Thomasville invece potremo allenarci per migliorare il nostro stile di corsa e affrontare alcune sfide. Una delle meccaniche introdotte in questo nuovo titolo della serie è la Hall of Fame. Qualsiasi sia la modalità che decideremo di giocare ogni azione che intraprenderemo verrà segnata e ricordata in questa tabella il cui unico scopo sarà quello di farci sbloccare nuovi contenuti, nuovi personaggi, modalità eventi per esperti e i pack per gli effetti, ogni volta che raggiungeremo un traguardo indicato sull’ apposita barra che riempiremo con un punto per ogni azione che andremo a sbloccare e segnare nella Hall of Fame.

Dal punto di vista tecnico Cars 3: In Gara per la Vittoria si presenta in una veste grafica molto colorata, adatta per un pubblico molto giovane ma non solo. I dettagli sono stati curati con molta abilità e l’ insieme di animazioni e sfondi fa si che si ricrei in tutto e per tutto il mondo Pixar che rappresenta. Il comparto sonoro non è degno di troppa nota, ma è comunque un sottofondo più che eccellente . Degno di nota invece è il lavoro ben fatto nel doppiaggio in lingua italiana, con le voci originali dei personaggi del film.

Pro

  • Divertimento assicurato
  • Grafica pulita e fluida
  • Modalità per tutti i gusti

Contro

  • Mancanza di supporto multiplayer online
  • Alla lunga può annoiare

Commento finale

Cars 3: In Gara per la Vittoria è un titolo molto coinvolgente e appassionante che farà felici sia i piccoli sia i grandi fan della serie. Con la sua facilità e intuizione nei comandi, il supporto del multiplayer locale e la grande quantità di modalità di gioco riuscirà sicuramente a conquistare un posto nel cuore di chiunque lo giochi garantendo non solo divertimento ma anche un buon livello di sfide e competitività. Consiglio caldamente l’acquisto non solo ai fan della serie, ma anche a chiunque cerchi un titolo per passare qualche ora di divertimento con gli amici.
7

Buono

Password Persa

Sign Up