Baby Driver – Recensione

Featured Film Recensioni Cinema
9

Eccellente

Dopo l’amara dipartita dalla regia di Ant-Man ed il distacco dalla Marvel, il geniale Edgar Wright non si è perso d’animo ed è tornato sul grande schermo con Baby Driver – Il genio della fuga, un’irriverente pellicola che mescola commedia, azione e thriller in un turbinio di immagini e soprattutto musiche. Scoprite se il regista ha fatto di nuovo centro nella nostra recensione del film, uscito in Italia il 7 settembre scorso grazie a Sony Pictures.

Divenuto celebre grazie all’esilarante Trilogia del Cornetto, terminata nel 2013 con La fine del mondo, il giovane regista inglese Edgar Wright è riuscito ad imporsi in breve tempo come uno dei volti più promettenti del settore cinematografico grazie al suo stile unico. Figlio di una scuola Tarantiniana, se così si può dire, ogni sua pellicola si è contraddistinta per un uso sagace della violenza e, soprattutto, della colonna sonora. Sin dai primi minuti, Baby Driver appare come il prodotto più originale del 2017, un action movie a tempo di musica dove sono i brani a dettare il ritmo della narrativa e delle performance attoriali. L’idea del film era stata partorita nel lontano 1994 e poi tramutata in un videoclip musicale del 2003, da lui diretto, che compare in una scena ben precisa come particolare easter egg.

Ansel Elgort veste i panni di Baby, un giovane pilota che alla guida di un’auto è in grado di compiere le più spericolate evoluzioni. A causa di un incidente automobolistico sofferto in tenera età, Baby è costretto ad inossare giorno e notte delle cuffie per ascoltare musica ed attutire un acufene permanente. Questa sua abilità viene sfruttata da Doc, un criminale dall’aspetto borghese interpretato da Kevin Spacey, con il quale ha un conto aperto che deve saldare. Baby deve anche occuparsi dell’anziano invalido che lo ha fatto crescere e al tempo stesso gestire la cotta che ha preso per Deborah, un’affascinante cameriera di un fast food, interpretata da Lily James. A contorniare questo frenetico heist movie ci pensano gli scanzonati criminali nei cui panni si celano alla perfezione Jon Bernthal, Jon Hamm, Eiza Gonzalez e Jamie Foxx. Quest’ultimo in particolare si esprima nella sua performance più bella, segno che a fronte di una sceneggiatura eccellente si possa ottenere il meglio da un attore.

Così come realizzato da James Gunn per il franchise de I Guardiani della Galassia, anche in Baby Driver le musiche rivestono un ruolo narrativo fondamentale e non si riducono a mera scelta stilistica. Tra una sgommata all’altra, tra una rapina in banca ed un inseguimento al cardiopalma, Edgar Wright schiaccia il piede sull’accelleratore e passa con disinvoltura dai Queen ai Blur, da Simon & Garfunkel a Sky Ferreira fino ad arrivare a Barry White. In questa pellicola si trova di tutto, dal punk al rock, al pop ed al funk, una commistione di generi musicali eccezionale.

Tra citazioni geniali (spicca su tutte quella dedicata a Monster & Co.), una fotografia eccellente ed una colonna sonora sublime, Baby Driver si configura come una sorpresa inaspettata, una boccata d’aria fresca in un torbido panorama hollywoodiano molto spesso condito da operazioni commerciali e film di dubbio gusto. Il film scorre via in maniera gradevole e tiene lo spettatore incollato allo schermo, ma la sequenza finale è da antologia, una testimonianza diretta della passione dimostrata da Edgar Wright e che lo eleva a status di vero e proprio artista cinematografico. La settimana arte, dunque, avrebbe bisogno di più personalità come lui e di meno reboot.

Commento finale

Baby Driver è un film sublime che merita di essere visto e rivisto per poter venir apprezzato a dovere. Un cast stellare ed un utilizzo magistrale della colonna sonora regalano ai posteri l'inedito incrocio tra le corse adrenaliniche di Fast & Furious ed il musical scanzonato di La La Land. Baby Driver, in sostanza, rappresenta tutto ciò che il cinema dovrebbe essere, ovvero divertimento e passione. Dita incrociate per un sequel ancora più folle e magico.
9

Eccellente

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com