Asus Zenfone 3 Max (ZC520TL) – Recensione

Featured Recensioni Tech Tecnologia
7.5

Buono

ASUS, come ben sappiamo, ha una line-up di ZenFone abbastanza folta, ma la società offre la sua offerta in categorie ben specifiche, come ad esempio lo ZenFone Max, device con particolare attenzione all’autonomia. Fin dall’anno scorso con il lancio di ZenFone 3, l’azienda taiwanese, invece di concentrarsi sulle specifiche hardware, ha cercato di portare un’esperienza “premium” ai propri utenti. Ciò significa anche, che la maggior parte dei loro ultimi smartphone non sono esattamente dispositivi a valore aggiunto, ma si differenziano per la progettazione, la fotocamera, la durata della batteria e molto altro.

L’ASUS ha lanciato il primo ZenFone Max (questa la nostra recensione) nel 2015 e, a parte l’autonomia, grazie ad una batteria da 5100 mAh, non ha portato niente di nuovo all’utente. Il modello base infatti aveva molta più memoria e un processore più performante, anche se ancora ancorato a delle rifiniture plasticose.

Tuttavia, con lo ZenFone 3 Max (ZC520TL), Asus si è ripromessa di cambiare questo aspetto con un’esperienza di smartphone ben integrata e un design premium, continuando però a concentrarsi sulla durata della batteria. Sarà la sua volta fortunata? Scopriamolo.

Contenuto della confezione

La confezione di Asus ZenFone 3 Max, come orami tutti gli smartphone, è minimale ma abbastanza ricca. Troviamo i classici manuali rapidi, l’alimentatore, il cavo Micro-USB, la spilla per rimuovere il carrellino della SIM (che non era presente nel sample di prova) e un adattatore OTG per collegare chiavette esterne, o ricaricare altri dispositivi sfruttando la batteria di ZenFone 3 Max.

Design

Finalmente ASUS ha portato un disegno all-metal alla serie ZenFone, tardi rispetto alla concorrenza e per le persone che l’avrebbe voluto un po’ prima. Meglio tardi che mai.

Nel device è evidente un certo livello di omogeneità della serie ZenFone, un plauso a questo, portando il design ad essere sia bilanciato che di livello superiore. È ben costruito e il telaio in alluminio gli conferisce una sensazione solida. Unica pecca, essendo in metallo, tende leggermente a scivolare di mano, ma non meno di altri modelli simili.

Non è molto sottile con i suoi 8.55mm, e neanche il più leggero tra i concorrenti con ben 148 grammi di peso. Eppure è uno dei telefoni più leggeri ad incorporare una batteria così potente e un display da 5.2”. Inoltre, le curve graduali e gli angoli arrotondati lo rendono un telefono molto confortevole ed ergonomico da tenere in mano.

Sul lato superiore del telefono troviamo il jack per gli auricolari, a sinistra lo slot per le sim, a destra tasto accensione e bilanciamento volume, mentre nel lato inferiore, la porta micro USB ed il microfono. Posteriormente il telefono ha, nella parte superiore, la fotocamera con il LED e lo scanner di impronte digitali, mentre nella parte inferiore una griglia altoparlante.

Display

Lo ZenFone 3 Max mette a disposizione un display HD IPS da 5,2 pollici con una densità di pixel di 282ppi. Il display essendo un IPS non avrà di certo dei neri profondissimi ma risulta molto luminoso comportandosi bene anche sotto il sole. Il contrasto non è eccezionale, e se siete fan degli schermi AMOLED con colori sovra saturi, questo è solo nella media. Gli angoli di visualizzazione sul telefono sono comunque abbastanza buoni. C’è un piccolo cambiamento di colore quando lo vediamo da angoli estremi, ma questo accade con la maggior parte degli smartphone. Il touchscreen non è molto reattivo, ma è solo questione di abitudine.

Prestazioni

Alimentato da un processore MediaTek MT6737M Cortex-A53 Quad core da 1,25 GHz accoppiato con 2 GB di RAM, lo ZenFone 3 Max fa il suo dovere, ma soffre in sessioni multitasking. Se si spreme un po’ l’hardware, il telefono tende a rallentare, per esempio sarà difficile giocare a giochi con grandi dettagli grafici e ad alti frame-drop. È interessante notare però, che il device non scalda eccessivamente, anche quando si spinge l’hardware ai limiti e per un tempo prolungato. Tuttavia, si potrebbe notare qualche ritardo nella navigazione e nel passare da un’applicazione ad un altra. Chiaramente, il dispositivo è orientato verso utenti casual, ed è qui che eccelle. Tuttavia, penso che Asus debba continuare a implementare il software per ottenere prestazioni migliori. Alcuni telefoni presenti nel mercato tendono ad offrire un’esperienza più agevole con specifiche hardware simili.

Naturalmente, la caratteristica principale dello ZenFone 3 Max è la lunga durata della batteria. Questa volta c’è stato un calo della capacità della batteria rispetto al modello precedente, ma solo per il fatto che le caratteristiche hardware si discostano molto dal fratello maggiore. Tuttavia, la batteria da 4100 mAh, grazie alle ottimizzazioni software che Asus ha fatto, riesce ad offrire ottime prestazioni. Ho utilizzato il telefono per due settimane intere, e usandolo normalmente, quindi ricevendo e inviando mail, telefonando, navigando in internet, e guardando qualche video, ho ricaricato il telefono solamente dopo due giorni. Il che è fenomenale se si pensa che attualmente la carica di un telefono dura in media neanche un giorno.

Hardware

Lo ZenFone 3 Max è dotato di 16 GB di memoria interna, ulteriormente espandibile fino a 128 GB tramite uno slot per schede microSD. Gli smartphone dual SIM dispongono di uno slot ibrido, in modo da poter utilizzare la seconda SIM o la scheda microSD, ma non entrambi.

Il telefono supporta la ricarica inversa e può essere utilizzato per caricare altri dispositivi tramite OTG. Nella confezione come detto in precedenza c’è un adattatore OTG in dotazione. Per uno smartphone con particolare attenzione alla durata della batteria, è un peccato non sia supportata la ricarica veloce. Viene fornito con un caricabatterie regolare, che richiede molto tempo per caricare completamente la grande batteria.

Lo scanner di impronte digitali può essere utilizzato per rispondere alle chiamate in arrivo, avviare l’applicazione della fotocamera o scattare una foto, ma non è abbastanza veloce. Mentre il riconoscimento è perfetto, l’autenticazione è un po’ lenta o richiede una leggera pressione del dito.

Fotocamera

Lo ZenFone 3 Max mette a disposizione una fotocamera posteriore da 13 megapixel con apertura f / 2.2, autofocus di rilevamento di fase e autofocus laser, stabilizzazione di immagini per riprese video e flash LED.

Alla luce del giorno, la fotocamera funziona molto bene e riprende immagini nitide con ottimi dettagli. La riproduzione del colore è per lo più accurata. Anche se le immagini sono generalmente prive di rumore, lo zooming rivela la pixelatura, che risulta più marcata se si visualizza l’immagine in un monitor più grande. Per la maggior parte delle persone, tuttavia, che condividono solo le foto sui social media, questo non dovrebbe essere un problema.

All’interno o in condizioni di scarsa luminosità, la modalità notturna è un terno al lotto. Alcuni scatti danno ottimi risultati, meglio della modalità automatica, tuttavia, il più delle volte, il sensore fa un po’ fatica.

Sulla parte anteriore, c’è una fotocamera da 5 megapixel con apertura f / 2.2 che riesce a scattare dei buoni selfie, dettagliati anche con illuminazione non favorevole.

L’applicazione della fotocamera sullo Zenfone 3 Max è la stessa dello smartphone ZenFone 3. Possiamo comunque dire che la fotocamera sullo ZenFone 3 Max è appena sopra la media.

Software

L’ASUS ZenFone 3 esegue Android 6.0.1 Marshmallow, con la nuova versione del proprietario ZenUI 3.0. Le versioni precedenti di ZenUI sono state afflitte da alcuni problemi che hanno alterato l’esperienza complessiva dell’utente. L’ultima versione è stata completamente rivista e offre un’interfaccia utente pulita con ottime animazioni. Ci sono diverse utility, ma ancora troppe apps ASUS-brand, molte delle quali inutilizzate dagli utenti. Purtroppo, solo alcune di queste possono essere disinstallate e le altre solo disattivate, occupando spazio di archiviazione sul telefono.

ZenUI 3.0 dispone anche di una funzionalità di ricerca e scelta di app ad uso frequente. Basterà uno swipe verso il basso per accedere a questa feature. C’è un nuovo negozio di temi dal quale gli utenti possono scaricarne di gratuiti e non, sfondi, icone e suonerie per personalizzare il proprio smartphone.

Una delle funzioni di ZenUI è ZenMotion che offre una vasta gamma di controlli gestuali veloci ed intuitivi. Con un doppio tocco potremo riavviare il display o silenziare il telefono quando arriva una chiamata, ed un solo tocco per lanciare le applicazioni preferite. Consente inoltre di abilitare la modalità a una mano che riduce la visualizzazione in un angolo dello schermo per un utilizzo semplice e univoco quando sei in movimento.

Naturalmente, l’applicazione più utile di tutta la suite ZenUI è il Mobile Manager. L’applicazione offre modi rapidi per liberare RAM e spazio di archiviazione e gestire applicazioni e autorizzazioni per app. È una sorta di destinazione d’eccellenza per gestire le prestazioni del telefono.

L’ultima versione di ZenUI sullo ZenFone 3 è fluida e mira ad offrire un’esperienza simile ad Android mentre aggiunge nuove funzionalità. È uno degli UI migliori in termini di facilità di utilizzo, peccato per  l’eccesso di bloatware, dimostrazione del fatto che la società non ha imparato niente dalle critiche ricevute in passato.

Specifiche e prezzo di Asus Zenfone 3 Max

  • Sistema Operativo Android OS, v6.0 (Marshmallow)
  • Processore MediaTek MT6737M Cortex-A53
  • GPU Mali-T720MP2
  • RAM 3 GB
  • Memoria 32 GB + Micro SD
  • Display 5.2 pollici IPS LCD
  • Risoluzione HD 1280×720 pixel (282ppi)
  • Fotocamera posteriore 13 megapixel f/2.2
  • Fotocamera anteriore 5 megapixel
  • Batteria 4130 mAh
  • USB Micro-USB
  • Dimensioni 149.5 x 73.7 x 8.55 mm
  • Peso 148g
  • Tipologia SIM Dual SIM (Nano + Micro)
  • NFC No

Asus Zenfone 3 Max attualmente è disponibile ad un prezzo di €169 su Amazon.

Commento finale

ASUS Zenfone 3 Max è uno smartphone nella media, pensato soprattutto per gli utenti che necessitano di un device affidabile, con una batteria sorprendente ad un prezzo competitivo. Certo è, che con una configurazione del genere, votata ad un'utenza casual, si doveva rinunciare alle prestazioni. Com'era prevedibile, ovviamente non ci si poteva aspettare tanto da un quad-core a 1.25 GHz. Quindi se siete disposti a rinunciare ad alte prestazioni in cambio di una durata della batteria più che generosa, lo Zenfone 3 Max è lo smartphone che fa per voi, visto anche il prezzo!
7.5

Buono

Password Persa

Sign Up