Armello – Recensione

Giochi Recensioni Videogiochi
7.5

Buono

Prima dell’avvento dei videogiochi i passatempi per bambini e ragazzi di tutte le età erano ben diversi. I pomeriggi trascorrevano giocando a pallone con gli amici oppure ci si riuniva a casa di uno dei ragazzi del gruppo per giocare assieme al classico gioco da tavolo. Di vario genere e ognuno con le sue regole ricordo ancora il suono del dado che rotolava fino a donarmi fortuna o sfortuna facendo camminare la mia pedina in una casella desiderata piuttosto che in un’altra. Questa forma d’intrattenimento è andata man mano scemando con la nascita dei videogiochi, fino al voler riproporre quella sensazione in un videogioco vero e proprio, rappresentato da Armello, il titolo di cui vi parlerò oggi.

League of Geeks, lo studio che si è occupato della realizzazione e dello sviluppo del titolo originario dell’Australia, ha saggiamente mescolato alcuni elementi dei giochi di ruolo con la strategia e le usanze utilizzate prettamente per i giochi di carte e da tavolo comunemente usati nei pomeriggi o le serate con gli amici. Non appena inizieremo la nostra partita verremo catapultati in un mondo del tutto fantasy popolato da animali antropomorfi che dovranno vedersela con una forza oscura che sta corrompendo ogni cosa o animale le capiti a tiro, tra le quali anche il re del regno di Armello. Questo possente leone, che non potremo salvare in alcun modo dalla corruzione vista la sua lunga esposizione ad essa, terrorizzerà ogni villaggio del suo regno con la forza bruta del suo esercito composto da soldati scelti ed emanando ogni giorno nuove leggi per lo più assurde. Ogni membro dei principali clan del regno si affretteranno per riuscire ad eliminare questa minaccia malvagia e sostituirsi al re per diventare il nuovo sovrano del regno di Armello, riportando la pace oppure diventando il nuovo tiranno, abbracciando anche noi la corruzione. Dopo questa piccola premessa passeremo al vivo dell’azione.

Tramite un tutorial ben strutturato apprenderemo le basi del gioco tramite l’utilizzo di alcuni dei personaggi pre-impostati dal gioco e, una volta completato, potremo selezionare quello che più ci piace, quello che avrà le migliori statistiche per la nostra strategia di gioco o in base a quale oggetto bonus che lo accompagna può interessare di più. Ogni personaggio avrà un suo quartier generale inserito nella mappa di gioco in maniera randomica rappresentato da un gruppo di esagoni, ognuno dei quali contiene un tipo di terreno che potrà offrire bonus di vario genere, tra i quali c’è il villaggio che dona al suo possessore una rendita ogni nuovo turno o altri in grado di curare il nostro rappresentante del clan, o malus che ci ostacoleranno nella nostra scalata al trono, come per esempio la palude che ci arrecherà danni supplementari. Ogni turno di Armello è composto in questo modo: all’inizio pescheremo una carta ciascuna dai tre mazzi che ci vengono messi a disposizione, ci muoveremo di tre caselle o più, dipende se avremo utilizzato o meno un’abilità che incrementi le nostre capacità di movimento, completare o meno una delle missioni precedentemente scelta o, in alternativa, vagare alla scoperta della mappa di gioco. Oltre al denaro c’è un’altra fonte che dovremo cercare di ottenere quanto più possibile, ovvero il mana che utilizzeremo per aumentare i danni inflitti ai nostri nemici durante i combattimenti o per ottenere qualche bonus.

Quando ci troveremo in una delle caselle adiacenti ad un altro giocatore, o ad uno dei nemici, che il re potrà evocare tramite il suo potere oscuro, potremo iniziare un combattimento. Ognuno dei due contendenti lancerà sei dadi, ognuno dei quali determinerà quanti attacchi infliggerà e quanti ne parerà il nostro eroe e quello avversario. Per aumentare le possibilità di attacco o difesa potremo equipaggiarci con vari oggetti che andranno a sommarsi ai valori dei dadi per poi svolgere le animazioni di attacco e difesa dei due sfidanti. Una volta che i punti vita, rappresentati da un cuore per ognuno, scenderanno a zero, dovremo ricominciare dal nostro avamposto l’avanzata verso la vittoria. Molte sono le condizioni per la vittoria oltre alla classica successione al trono una volta sconfitto il re. Per esempio, potremo trovare le quattro pietre sacre nascoste per la mappa per sconfiggere l’energia oscura che pervade il territorio oppure lasciare che il re muoia per colpa della malvagità nel suo corpo e nel frattempo guadagnare quanti più punti prestigio possibili ottenendo così anche la capacità di scegliere gli editti reali che il sovrano farà decidere a chi ha il punteggio più alto. Queste due proposte fanno parte di un insieme più grande di soluzioni per la vittoria ma, come vedremo durante il gioco, ognuno dei personaggi sarà più propenso a un tipo di vittoria piuttosto che un altro, quindi dovremo fare attenzione a scegliere il giusto personaggio per non smontare la nostra strategia e assicurarci la vittoria. Inoltre, ci saremo aspettati almeno una story mode, pure di contorno andava bene, invece della sola modalità multi presente.

Dal punto di vista tecnico Armello si presenta con un comparto tecnico di buona fattura: fluido, con dei server stabili e, nell’eventuale caso in cui si verificasse il classico ragequit o la disconnessione di uno dei giocatori, la sostituzione immediata del giocatore con una comandata dalla IA. La grafica mette in risalto la cura che i membri del team di sviluppo hanno impiegato con una mappa 3D colorata, animazioni pulite e fluide e la bellezza delle immagini delle carte da gioco. Il comparto audio passa facilmente in secondo piano, con colonne sonore che fungono da sottofondo ma che non stupiscono o restano nella mente del giocatore che sarà più concentrato sulle azioni da fare. Da segnalare la presenza dei sottotitoli in italiano che contribuiscono ad apprezzare il titolo.

Pro

  • Grafica ammaliante
  • Varie strategie per la vittoria
  • Ogni partita è avvincente

Contro

  • Manca una Modalità Storia
  • L’attesa del proprio turno può annoiare
  • La fortuna incide molto

Commento finale

Armello è un gioco da tavolo interattivo che vi farà venir voglia di averlo nella realtà piuttosto che giocarlo su console. Nell’insieme tutto funziona più che bene, nonostante qualche problema con le regole ma niente che possa disturbare la nostra esperienza di gioco, e la mancanza di una modalità storia visto che non a tutti potrà piacere la sua natura multiplayer. Consigliato a chiunque piace passare qualche pomeriggio o sera alternativa con gli amici.
7.5

Buono

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com