La linea di monitor da gaming di AOC si appresta ad ingrandirsi grazie all’arrivo dell’Agon AG271UG, uno schermo pensato per i giocatori che vogliono vivere un’esperienza 4K e G-Sync sui propri PC. Se questo Agon da 27” sarà degno di nota vi basta proseguire con la lettura della nostra recensione.

Dal punto di vista estetico non siamo di fronti di certo ad un prodotto rivoluzionario, le linee affilate sono il fil rouge che collega la base a V ed il display, il tutto adornato da un piacevole colore rosso scuro. A differenza della maggior parte della concorrenza, il fissaggio della base di metallo di ottima fattura al corpo avviene tramite 4 viti sul retro le quali, oltre ad assicurare un fissaggio secondo noi peggiori risulta essere meno confortevole invece del solito sistema “ad incastro”.
Per questa piccolezza AOC si fa perdonare grazie alla corposa dotazione della confezione la quale comprende un cavo per ogni porta a disposizione: Display Port 1.2, un HDMI 1.4, una staffa per l’attacco VESA da 75x75mm, un cavetto USB 3.1 per la connessione veloce di hard disk e chiavette USB ed infine un doppio jack da 3,5mm da attaccare all’uscita audio corrispondente.

La qualità del pannello IPS in dotazione all’Agon AG271UG risulta essere un filo sopra la media come qualità senza però portare in dote alcuna novità o pregio di rilievo, insomma una buona unità da 27”. La diagonale non esagerata tuttavia non rende giustizia alla risoluzione nativa di 3840×2160.
Il tempo di risposta ridotto a 4ms e l’implementazione del G-Sync di NVIDIA lo rendono un prodotto adatto ai gamer e senza però andare troppo oltre, come nell’ambito e-sportivo.
La fedele riproduzione cromatica del pannello con una copertura sRGB del 100% e la possibilità di attivare diversi profili, oltre al filtro per la luce blu, sono feature gradite ma scontate da diversi anni a questa parte. Utili e comodissime sono anche le due porte USB 3.1 poste sul lato destro del monitor per collegare periferiche esterne, di cui una contrassegnata dal colore giallo in gradi di ricaricare smartphone, tablet ed eventuali joypad.
Ciò che invece non ci ha soddisfatto affatto è stato lo scarno OSD, troppo minimale e con pochissime opzioni di personalizzazione dal punto di vista dei profili colore e calibrazione degli stessi. Siamo abituati dalla concorrenza di ASUS, Acer, Samsung, ecc ad avere On-Screen-Display ben migliori.

Se provato su PC il monitor si muove con scioltezza, anche se per raggiungere i 4K e sfruttare i 60Hz ci vuole una scheda grafica molto potente, lo stesso non si può dire se accoppiato con una PS4 Pro o una Xbox One X, visto che l’HDMI 1.4 supporta un frame rate di massimo 24fps: ottimo per guardare i film, insufficiente per il gaming casalingo. Inoltre non viene supportato il 4K nativo e l’HDR offerti dalle ammiraglie Sony e Microsoft, nulla di trascendentale visto il suo target diverso da quello console tuttavia l’Agon AG271UG avrebbe acquisito tutto un altro senso.