A Modern Family – Recensione

Featured Film Recensioni Cinema
8.5

Ottimo

L’irriverente commedia A Modern Family, scritta e diretta da Andrew Fleming, sarà nelle sale dal 12 luglio. Esilarante e spassionato, il film ha un ritmo incalzante capace di tenere lo spettatore incollato allo schermo.

Erasmus (Steve Coogan) è un cuoco stravagante e fuori dalle righe. Abita a Santa Fe, in una casa sfarzosa, insieme a Paul (Paul Rudd), suo compagno da circa dieci anni. La loro quotidianità, fatta di party esclusivie discussioni adolescenziali, viene stravolta dall’arrivo di Bill (Jack Gore). Il bambino, nipote biologico di Erasmus, è riuscito a trovare la casa del nonno grazie a un indirizzo scritto su una vecchia bibbia. Suo padre, arrestato poche ore prima, ha deciso di lasciare il figlio in custodia all’eccentrica coppia. In attesa di trovare al ragazzino una sistemazione migliore, i due compagni dovranno prendersi cura di lui. Ovviamente l’arrivo di Bill crea attriti tra Paul e Erasmus, e la convivenza dei tre non inizia nel migliore dei modi. Presto Erasmus e Paul si rendono conto di quanto sia difficile gestire un bambino, ma nonostante questo fanno di tutto per riuscire nell’ardua impresa. Con il passare del tempo tra loro si crea un legame particolare,tanto da formare una vera e propria famiglia. Il loro nuovo equilibrio inizia a vacillare quando il padre di Bill, finita la sua pena, torna da loro per riprendersi il figlio. Erasmus e Paul, ormai affezionatissimi al bambino, soffriranno molto di questa separazione…

“A Modern Family è il film più personale che abbia mai diretto” dichiara il regista Fleming. Il processo di lavorazione del film è durato circa dieci anni, tanto è stato complesso e studiato fin nel minimo dettaglio. Fatica completamente ripagata, visto l’eccellente risultato. Ottima anche la scelta del cast: Steve Coogan nei panni di Erasmus non solo è credibile, ma è assolutamente perfetto. Stesso discorso per Paul Rudd, che col personaggio di Paul ha dato vita a una complessa nemesi di Erasmus. Sfido chiunque a trovare una sola nota stonata in A Modern Family.

Trama quanto mai attuale quella di A Modern Family, anche e soprattutto in un’Italia che non riconosce gli omosessuali. La commedia affronta un tema delicato e spigoloso con spensieratezza e ilarità. Mai banale, o leggero, né offensivo: A modern family è un film spassoso e irriverente, in grado di catturare l’attenzione su argomenti complessi con un linguaggio assolutamente divertente. Paul e Erasmus inizialmente non sono assolutamente in grado di occuparsi di Bill. Ma questo non dipende dal fatto che sono omosessuali, ma dalla loro immaturità. La coppia si fa carico di responsabilità enormi, ma sarà presto in grado di dare a Bill una “vita normale” – per quanto normale possa essere una festa di compleanno con elefanti veri o ricevere trenta regali il giorno  di Natale –. Sotto la loro guida Bill impara a rispettare gli altri, a seguire le regole, a farsi dei nuovi amici e anche – e soprattutto – a spassarsela alla grande. E se non è questo il lavoro di un genitore

8.5

Ottimo

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com