Exodus: Dei e Re – Recensione

Cinema Recensioni Cinema 1.0

Mosè (Christian Bale) è uno dei generali dell’esercito egiziano, al servizio del faraone Seti (John Turturro). Quando Ramses (Joel Edgerton), suo amico di infanzia nonché figlio ed erede del faraone, scopre le vere origini ebraiche di Mosè rimaste fino ad allora celate, decide di allontanarlo in esilio da Menfi. Egli infatti è destinato da Dio a liberare il popolo ebraico da ormai più di 400 anni di schiavitù degli Egizi e condurlo alla terra promessa attraverso le acque del Mar Rosso.

EXO_70x100

Dopo il biblico flop di Noah, costato ben 125 milioni di dollari che ancora non trovano giustificazione in un film vuoto di contenuti tramistici, ecco Exodus: Dei e Re, a continuare quel filone epico-religioso iniziato proprio dal film di Aronofsky. La formula è apparentemente simile: 140 milioni di dollari di budget in mano al pluripremiato Ridley Scott (Alien, Il Gladiatore), attore di gran calibro e risonanza mondiale come Christian Bale, insieme ad un cast più che interessante (Ben Kingley, Aaron Paul, Joel Edgerton), e ancora una volta un tema pescato direttamente dall’Antico Testamento quale l’Esodo degli ebrei dalla secolare schiavitù in Egitto. E ancora una volta, ci troviamo di fronte ad un film controverso. L’argomento, dal forte respiro narrativo, si presta sicuramente più del suo recente precedente ad una trasposizione cinematografica. La trama infatti è piuttosto convincente e scorrevole, proprio perché il corso degli eventi e lo sviluppo della storia nelle Sacre Scritture permette la costruzione di un intreccio narrativo coerente, unitario e a suo modo avvincente.

Benché si provi a consegnare nelle mani esperte di Ridley Scott quello che si preannunciava come un blockbuster di livello (tanto che la Fox ha voluto, per scaramanzia, farlo uscire nello stesso giorno che lanciò successi planetari come Titanic e Avatar, 16 e 15 gennaio), a prevalere è un piattume generale da cui il film non fa nulla per elevarsi. A personaggi scialbi e privi di caratterizzazione si aggiunge una spettacolarità fine a se stessa, volta al mero intrattenimento piuttosto che a costruire una pellicola convincente. Ci si sofferma poco su scene determinanti come quella delle Sette Piaghe, sbrigate in una decina di minuti (ma comunque il passaggio più coinvolgente e azzeccato). La sceneggiatura poi non sembra aiutare Scott che, seppur in fase calante, sembra aver fatto il possibile per salvare il salvabile. Essa infatti tratteggia Mosè come un rinnegato privo di mordente, che agisce quasi per inerzia, spinto quasi più dalla forza divina che dall’amore per il suo popolo. E proprio come era successo in Noah, si assiste alla solita mezz’ora finale assolutamente pleonastica, fortemente autoconclusiva e assurdamente ridondante.

Inspiegabile è inoltre l’utilizzo, che definire marginale è riduttivo, di attori come Aaron Paul (alla ricerca di spazio sul grande schermo dopo Breaking Bad su AMC e Non buttiamoci giù nelle sale lo scorso anno), Ben Kinglsey e Sigourney Weaver, relegati a comparsate che, nel caso del primo, non influiscono minimamente sul corso della storia.

E’ innegabile che Exodus abbia migliorato il discutibile lavoro di Noah sotto alcuni aspetti, ma abbia comunque insistito nel non cercare di innovare una formula perdente in partenza. Ad un reparto tecnico indiscutibile (montaggio, sonoro ed effetti speciali) si affianca infatti il risultato di quelle vuote creature hollywoodiane che continuiamo a vedere sugli schermi, spente ed incapaci di trasmettere emozioni che trapelino da una fitta coltre fatta da intrattenimento di massa e pochezza di contenuti; produzioni che, se avevamo potuto in parte tollerare con Noah, siamo ormai un po’ stanchi di giustificare e scusare.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=1LTFCJbjabc]

Scheda film

Titolo: Exodus: Dei e Re
Regia: Ridley Scott
Sceneggiatura: Adam Cooper, Steven Zaillian, Bill Collage, Jeffrey Caine
Cast : Christian Bale, Sigourney Weaver, Ben Kingsley, Joel Edgerton, Aaron Paul, John Turturro
Genere: Azione, Epico-Biblico
Durata:  150′
Produzione: Chernin Entertainment, Scott Free Productions, Babieka, Volcano Films
Distribuzione: 20th Century Fox Italia
Nazione: USA, Regno Unito, Spagna
Uscita: 15/1/15

Critico cinematografico, giurista e speaker.
Classe ’94, nato insieme a Dookie, Forrest Gump, Pulp Fiction e Le Ali della Libertà, ma con il cuore a Juno.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up