Tales From Borderlands: Episode 1 – Recensione

maxresdefault

Tales From The Borderlands.

Tales From Borderlands è probabilmente uno degli esperimenti più strani mai provati nella storia dei videogiochi, portare infatti un caposaldo degli FPS cooperativi a diventare un avventura grafica non è cosa di tutti i giorni e al suo annuncio non si sapeva se festeggiare o sentire puzza di bruciato.

Il tempo è passato e il primo episodio di questa serie è qui e ora siamo pronti per parlarvene, sedetevi comodi e gustatevi la recensione del primo episodio della serie.

Titolo: Tales From Borderlands
Sviluppatore: Telltale
Pubblisher: 2K Games
Genere: Avventura Grafica
Piattaforme: Pc, Ps3, Ps4, Xbox One, Xbox 360, Ps Vita, Ios, Android.

Tales-from-the-Borderlands

Storie da Borderlands

Questo primo episodio (di una serie composta da ben 5 episodi) inizia con una lunga sequenza interamente narrativa, nella quale faremo la conoscenza di uno dei protagonisti: Rhys insieme alla sua fidata spalla Vaughn.

Il duo è un duo piuttosto classico, con il primo che è il tipico ganzo delle storie d’azione e il secondo che funge da spalla comica e che non può di certo vantare lo charme del suo compagno.

I due protagonisti saranno presi in ostaggio da un robot samurai che li costringerà a raccontare la loro versione dei fatti, insieme a loro troveremo legata e rapita anche Fiona un altra protagonista costretta anch’essa a raccontare la propria storia.

Rhys e Fiona dunque si alterneranno alla narrazione donando un certo stile al racconto e durante ciò creeranno anche dei siparietti comici che vi strapperanno ben più di una risata.

Parlando di narrazione è sicuramente da citare anche la presenza di uno dei protagonisti di Borderlands 2 ovvero Zero, che dopo il racconto di Rhys e Fiona si cimenterà anche lui nella narrazione dando la sua visione del tutto. Ma la presenza del prode Cecchino oltre ad aggiungere una storia dal tasso di piombo più alto, ci fa anche capire che molto probabilmente vedremo molti cameo dei protagonisti dei capitoli principali nei prossimi episodi.

Fino ad ora tutto molto bello direte, e sicuramente il vostro dubbio più grande riguarda la giocabilità in quanto si tratta pur sempre di un videogame, ebbene un po’ come tutti i titoli Telltale quest’ultima scarseggia. Come suo solito la SH già autrice di grandi titoli come The Walking Dead e The Wolf Among Us ci pone davanti a dialoghi dalle scelte multiple, scelte che hanno sempre un loro peso anche se in questo primo episodio complice la poca conoscenza dei personaggi non ci hanno coinvolto particolarmente dal punto di vista emotivo, certo è che nonostante la presenza di questi dialoghi interattivi il tempo passato a guardare delle cut-scenes rimane tanto e il più delle volte potrebbe capitare di annoiarsi per la poca interattività.

Il gioco offre anche delle sezioni più pirotecniche e che sicuramente contengono una maggiore azione, ma anche in quelle parti non si può che notare la pesantezza dello script, infatti saranno semplici QTE piuttosto facili facendo diventare di fatto zero la difficoltà del titolo.

Tales From Borderlands comunque rimane dedicato ai fan della saga, e per quanto riguarda l’atmosfera sicuramente non fallisce, ricreando perfettamente l’universo del Borderlands originale, crediamo infatti che il titolo di Gearbox si sposi alla perfezione con questo tipo di avventura grafica visti i personaggi folli e fuori di testa che può vantare, statene certi se volete farvi un paio di risate questo è il posto che fa assolutamente per voi.

772264522205097903

Telltale colpisce ancora?

Telltale colpisce ancora? Sicuramente è molto presto per dirlo, mancano 4 episodi e la strada è ancora lunga, ma al momento possiamo tirare le somme su questo primo episodio.

Tales From Borderlands Episodio 1 è esattamente ciò che ci si aspettava, gioco Telltale con molta storia e interattività non altissima ma con i personaggi e l’universo completamente pazzo di Borderlands e il titolo in ciò non fallisce. Il problema è che non è per tutti, infatti ben più di una volta potrebbe capitare di annoiarsi per non essere tirati mai in ballo e ben più di una volta potrebbe capitare di non sentirsi toccati dalle scelte operabili.

Ma allora per chi è questo gioco? Per i fan dello shooter made in Gearbox sicuramente, se amate quelle location e quei personaggi dovete farlo vostro, è per i fan di Telltale in quanto lo stile di gioco è quello, è per le persone che vogliono giocare spensieratamente e godersi una buona storia fatta di pazzia e risate, ma non è per chi cerca la sfida o il videogioco duro o puro, per loro ci sono Borderlands 1 e 2.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com