Destiny: Oscurità dal profondo – Recensione

destiny_header

Sviluppatore: Bungie
Distributore: Activision
Data di uscita: 9 Dicembre 2014
Genere: FPS/MMO

Destiny è stato sicuramente un gioco molto atteso, sono molti i fattori che hanno determinato così tanto Hype nei confronti del titolo Bungie: grandissima campagna pubblicitaria, gioco promettente, titolo che si poneva come primo FPS/MMO e una data di uscita (9 Settembre 2014) perfetta visto che arrivava dopo un estate avara di titoli come al solito.

Il gioco poi è uscito e ha riscontrato pareri negativi e positivi, e nonostante il titolo avesse delle magagne (un po’ ereditate dal genere MMO e un po’ per suoi proprio demeriti) è stato comunque uno dei più giocati del 2014.

A distanza di tre mesi dunque Bungie ha deciso di rilasciare il primo DLC per la sua opera, stiamo parlando di Oscurità dal profondo un pacchetto che promette di aggiungere molte ore di gioco al titolo originale e di riportare molti utenti sui server di Destiny, ma varrà il suo costo di circa 20 euro? Oppure stiamo vedendo l’ennesima operazione che non va a favore dell’utente? Beh la risposta è nelle righe sottostanti.

destiny-la-nuova-incursione-nel-dettaglio

Scoprendo il DLC

Prima di addentrarci in un analisi dei contenuti dobbiamo prima conoscerli, dunque andiamo a vedere rapidamente le cose più succose di questo Oscurità dal Profondo.

Andiamo con ordine, anzitutto il DLC aggiunge delle missioni da svolgere per conto di Eris Morn unica sopravvissuta dell’abbisso di Crota, essa la si potrà trovare sulla Torre e ci assegnerà per l’appunto le nuove missioni del DLC che saranno solo 3.

Una volta terminata la quest per Eris avremo accesso a tutti gli altri contenuti del DLC come taglie speciali, due nuovi assalti etc.

Ma la cosa più importante al quale avremo accesso una volta terminate le quest è il nuovo Raid denominato “La fine di Crota”, esso è fatto per essere affrontato in squadre da sei ed è davvero molto complesso e difficile da portare a termine, preparatevi psicologicamente prima di affrontarlo perchè vi prenderà molto tempo.

Ovviamente oltre a questi contenuti “Giocabili” Bungie ha inserito tutta una sfilza di nuovi Shader, Nuove Armi e sopratutto nuove armature che arriveranno ad un massimo di Luce pari a 36 alzando di fatto il Level Cap del gioco a ben 32, perciò se non avete cappato durante il gioco classico vi consigliamo vivamente di farlo prima di cimentarvi in questo DLC in quanto la difficoltà delle missioni è settata per dei livelli tra il 28-32.

Abbiamo parlato della sezione cooperativa di questo DLC ma gli sviluppatori non si sono di certo dimenticati degli amanti del PVP e dunque ecco che sapientemente quelli di Bungie hanno inserito 3 nuove mappe Multiplayer: il Calderone, Pantheon e Impatto Celeste.

Le prime due sono molto piccole e in generale hanno voluto portare l’attenzione sugli scontri ravvicinati, la terza invece si distacca completamente offrendo spazi ben più ampi, peccato per la totale mancanza invece di nuove modalità multiplayer.

32049-destiny-loscurita-dal-profondo-trailer-con-drcrispy93_jpg_640x360_upscale_q85

Un destino deludente.

Abbiamo elencato i contenuti e li abbiamo descritti in poche parole, ma ora è arrivato il momento della verità, Oscurità dal profondo vale 20 euro?

Assolutamente no, le missioni sono brevi e la cosa grave è che lo sono anche se comprendiamo taglie, backtracking e tutto il resto di ciò che è possibile fare, dunque assolutamente non giustificabili quanto a longevità; le mappe multiplayer sono poche solo 3 e per quanto possano essere carine sono davvero in un numero bassisimo, inoltre le modalità non sono state ritoccate e dunque non vedremo nessuna New Entry, sostanzialmente dunque il PVP è rimasto immutato; Il Raid La Fine di Crota è l’unica nota positiva del pacchetto visto che è davvero ben congegnato e con una difficoltà tarata verso l’alto e probabilmente vi prenderà più tempo delle missioni stesse, ma è davvero troppo poco per giustificare l’acquisto di tutto il pacchetto.

Destiny era un gioco che aveva le carte in regola per essere praticamente infinito, Bungie aveva promesso aggiornamenti periodici e DLC che avrebbero allungato a dismisura la vita del titolo, ma con questo primo pacchetto così non è stato ANZI forse ha addirittura ridotto la vita del titolo, perchè direte voi? Semplice, chi non ha comprato il DLC si vedrà menomato in quanto impossibilitato nel fare Assalti settimanali o Cala la notte quando essi comprenderanno contenuti nel DLC e facendo sì che passino settimane prima che i malcapitati utenti senza DLC possano usufruirne.

Ci riteniamo assolutamente insoddisfatti da questo DLC che offre scarsi contenuti, non da nessun reale motivo per essere acquistato e che non ha soddisfatto per niente le attese, tuttavia se siete dei fan accaniti di Destiny e ci state facendo ancora molte ore probabilmente potreste anche comprarlo ma per tutti quelli che cercavano semplicemente un motivo per rimetterlo dentro la propria console, vi consigliamo di spendere altrove i vostri sudati risparmi.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com