Football Manager 2015 – Recensione

large-1-640x350

Come ormai da vent’anni a questa parte, Sports Interactive riesce a stuzzicare tutti noi fan del mondo calcistico con il suo manageriale per eccellenza, ossia Football Manager. Più la saga avanza nei suoi anni, e più gli sviluppatori riescono con il tempo a donarci una simulazione del calcio reale più realistica possibile. Noi di MyReviews siamo qui oggi a recensirvi questo gioco, dunque sedetevi comodi sulle vostre panchine virtuali, e diamo il fischio d’inizio a questa partita.

Titolo: Football Manager 2015
Sviluppatore: Sports Interactive
Publisher: SEGA
Genere: Manageriale
Piattaforma: PC, Mac
Localizzazione: Totalmente in italiano

Non appena avvieremo il gioco avremo una piccola dimostrazione delle novità riguardanti questo nuovo capitolo di Football Manager 2015, e la sua nuova veste grafica della UI. Quest’ultima è stata rinnovata e riprodotta in una maniera magistrale, rappresentata da un menù posto sulla sinistra della schermata. Da qui saremo facilitati nel raggiungere i menù di gioco, dove troveremo tutte le modalità di gioco disponibili (“Rosa” – “Calendario” – “Competizioni” – “Tattiche” ecc) e sbizzarirci in quest’ultime. Questo sicuramente sarà di aiuto per i nuovi arrivati, visto che nei capitoli precedenti alcune cose non erano facilmente visibili, e gli sviluppatori grazie ai feedback degli utenti hanno deciso di renderlo appunto più semplice. Ovviamente, nel caso ci fossero ulteriori dubbi inerenti al gioco, ci saranno proposti nuovi tutorial che ci spiegheranno passo per passo cosa fare.

295270_screenshots_2014-11-28_00001

Se in precedenza vi avevamo spiegato una delle novità di questo Football Manager, ecco che ve ne introduciamo un’altra chiamata Profilo Allenatore. Quando noi andremo ad avviare la nostra nuova partita come allenatore, troveremo una schermata che ci permetterà di scegliere il nostro stile manager. E’ poi possibile definire il livello d’esperienza che verrà suggerito da Sports Interactive in modo da influenzare la nostra gestione quando saremo in gioco. L’Allenatore potrà scegliere tutto, come una figura di allenatore, più vicina al campo d’allenamento e alla squadra, ci darà un maggior riscontro quando andremo a parlare di alcune cose tattiche con i nostri uomini, viceversa invece un’Allenatore con più abilità nella comunicazione potrebbe aiutare parecchio e tenere sotto controllo stampa e avversario in situazioni particolari. E saremo sinceri, effettivamente la scelta di un ruolo influenza parecchio le componenti in game, dando così una propria personalità al nostro manager, cosa sicuramente positiva.

295270_screenshots_2014-11-28_00002

Qual’è il ruolo importante per un tecnico? La maggior parte dirà il sistema di Tattiche, che sicuramente in questo capitolo è stato migliorato ulteriormente, risultando così molto più intuitiva nella gestione dei nostri undici giocatori, offrendo così anche nuovi ruoli da affidargli e che a loro volta provvederanno ad agire proprio come noi gli diremo.
Sports Interactive è riuscita nello scopo di ottimizzare il suo colosso gestionale, curando ogni particolare elemento, facendolo così risultare un prodotto maturo e funzionale. Sicuramente una sorpresa per i fan (sia per i nuovi che per i più vecchi) è vedere queste nuove interfaccie rinnovate dagli sviluppatori, e questa cosa non piacerà a tutti, data l’abitudine nel vedere nei capitoli precedenti grafici tramite testo piuttosto che semplici schemi, ma noi vogliamo appoggiare questa novità visto che offre una visione migliore rispetto a quella degli anni precedenti.

295270_screenshots_2014-11-28_00003

Principalmente Football Manager è conosciuto per la sua bidimensionalità, e in questo capitolo include la possibilità di poter simulare tutte le nostre partite in tre diverse dimensioni, tutto grazie al nuovo motore 3D. Una delle tante novità inerente al motore grafico è sicuramente il promettente motion capture che è stato inserito in maniera da mostrare i movimenti dei nostri giocatori con una maggiore precisione. Rispetto ai precedenti, il ruolo da difensore c’è sembrato molto più reattivo e realistico rispetto alle movenze legnose e irrealistiche dei vecchi capitoli. L’IA non è riuscta a impressionarci più di tanto. Un ultima novità, ultima per ordine ma non per importanza, è che ci viene concessa la possibilità di poter dare una carica ai nostri giocatori, il tutto mentre sono in campo, riuscendo così a spronare il giocatore e riuscendo a far dare il meglio di sè.

295270_screenshots_2014-11-28_00004

All’arrivo del fatidico 90° minuti, e con l’imminente arrivo dei minuti di recupero tiriamo le somme su questo simulatore calcistico. Sicuramente Football Manager 2015 è e rimane imbattuto per la sua eccellenza nella simulazione come gioco simulativo di calcio. Anche quest’anno è riuscito a impressionarci e a darci quella sensazione che la saga stia prendendo un ottima piega, nonostante ancora ci sia molto da sistemare. E’ un gioco che consigliamo vivamente a tutti i fan del calcio, ma anche a chi si vuole cimentare per la prima volta all’interno di questa esperienza.