In arrivo il primo drone maggiordomo

In-arrivo-drone-maggiordomo

Verso la fine degli anni ’80, primi anni ’90 si è diffuso il mito del robot come aiuto a tutte le cose di cui gli “umani” avevano bisogno, in primis per quanto riguarda la casa, come fossero dei veri e propri maggiordomi. Non stupisce, poi, l’evoluzione cinematografica che ci fu, con film che sono diventati dei veri e propri cult come Terminator e Robocop.

D’altronde la parola “robot” in cecoslovacco significa proprio “lavori pesanti”. Purtroppo questi aiuti non si sono diffusi a livello commerciale nelle case di tutti e quindi il mito e il sogno delle case completamente robotizzate si è infrante in poco tempo.

Con l’arrivo dei droni sul mercato, però, si accende una piccola luce di speranza in tal senso. Non avranno le fattezze di un umano in lamiera, però i droni ben presto riusciranno nell’intento in cui avevano fallito i robot, ovvero entrare nelle case di tutti. Sotto il profilo militare, ormai, i droni sono diventati già dei must, con una diffusione elevatissima. I droni civili trovano sempre maggiori usi, e sempre più appassionati si rivolgono all’acquisto di questi “elicotteri” hi-tech che si possono trovare sul mercato a prezzi sempre più accessibili. L’ultima novità in tal senso riguarda il bracciale per i selfie, Nixie, un drone che si attacca al polso come un normale braccialetto e che può volare e scattare foto o registrare video negli ambienti e nei momenti più estremi.

E’ naturale, però, che se l’uso di questi droni si rivelasse circoscritto alle riprese e alle foto, il loro potenziale verrebbe completamente sottostimato, e alla fine l’utilizzo che se ne potrebbe fare effettivamente sarebbe solo quello di riprese da parte degli appassionati del campo, o come aiuto per chi fa lavori in campo edile o nella sicurezza.

Ma siamo sicuri che queste siano le uniche maniere in cui potremmo sfruttare questa eccezionale tecnologia?

Questa domanda se la deve esser fatta l’imprenditore veneto Angelo Boscolino, il quale ha rispolverato il mito dei robot tutto fare degli anni ’80 e ha deciso di renderli più produttivi ed efficaci. Certo, l’aspetto non è naturalmente quello dei robot che immaginiamo noi, ma più quello di piccoli elicotteri, eppure questi “Ambrogio 2.0” possono veramente migliorare la vita di ognuno di noi.

Il prototipo dell’imprenditore Boscolo si chiama “Boscolino” e verrà utilizzato nella lussuosissima catena di alberghi di proprietà dello stesso imprenditore. Boscolino sa fare veramente ogni tipo di attività e si è rivelato nell’ambito della sua presentazione avvenuta pochi giorni fa, un vero maggiordomo tutto fare, in grado tanto di prendere le prenotazioni di cappuccino e cornetto, quanto di rifare la stanza riponendo con cura scarpe e ciabatte e di rispondere alle domande degli esigenti clienti di tali strutture.

Questo nostro “Ambrogio 2.0”, però, ha un illustre precedente, presso il resort di Sausalito in California, chiamato “Casa Madrona Hotel”. L’antenato di Boscolino si occupa della consegna di champagne ai soli clienti della costosissima suite Alexandrite, dal costo di 10.000 euro.

Per il momento, insomma, i droni maggiordomi, continuano ad avere un approccio troppo costoso ed elitario, ma in futuro saranno disponibili per tutti, mentre Ambrogio andrà in pensione!

Questa articolo è stato redatto in collaborazione con lo staff di eDroni, dunque per scoprire i prezzi e le recensioni sui droni potete visitare il sito https://www.edroni.it.