Sleeping Dogs: Definitive Edition – Recensione

Oramai lo abbiamo capito bene: le software house stanno puntando forte sulle remastered dei titoli di scorsa generazione, per monetizzare e cercare di intrattenere l’utenza dei videogamers con le console di nuova generazione, che, fino ad ora, non hanno offerto chissà quale parco titoli da giustificare un investimento tanto oneroso.
Square-Enix non fa eccezione, e dopo averci riproposto Tomb Raider in salsa 1080p, tocca a Sleeping Dogs, titolo tanto bello quanto travagliato nella cronistoria dello sviluppo. Se la Definitive Edition (bel modo per chiamare una remastered) della signorina Croft aveva un suo perché con significativi e tangibili miglioramenti tecnici (ma non tanto da giustificare un investimento nel titolo a prezzo pieno), ora scopriremo se l'”Infernal Affair” in salsa Grand Theft Auto di Wei Shen meriti il medesimo investimento a prezzo pieno.

Titolo: Sleeping Dogs: Definitive Edition
Sviluppatore: United Front Games
Publisher: Square-Enix
Genere: Action/Free Roaming
Piattaforma: PC, PS4, Xbox One
Giocatori: 1
Localizzazione: Inglese, sottotitolato in italiano

Come già ampiamente analizzato nella recensione di più di due anni fa, Sleeping Dogs ha avuto uno sviluppo molto travagliato. Nato come terza iterazione della serie True Crime, il titolo era ambientato nella esotica Hong Kong, ma, ad un certo punto, qualcosa si è bloccato durante lo sviluppo, tanto da costringere Activision a mollare baracca e burattini. Square-Enix, intuito il potenziale del lavoro, ha fatto in modo che questo titolo risorgesse dalle sue ceneri, facendo nascere Sleeping Dogs.
Le vicende di Wei Shen seguono molto il filone delle produzioni cinematografiche hollywoodiane/cinesi, su tutte Infernal Affairs, fatta di intrighi, tradimenti, doppiogiochisti e dilemmi interiori del protagonista. Come già avvenuto con le (dis)avventure della bella archeologa britannica Croft, Square-Enix ha l’occasione di tirare a lucido uno dei titoli più fulgidi che il publisher ha tirato fuori negli ultimi anni. Solo che, a differenza del prodotto con protagonista la signorina Croft, il lavoro di tiratura a lucido su questo Sleeping Dogs richiede ben più di una semplice aggiustatura.

Più che una recensione vera e propria, stiamo trattando più un’analisi della conversione adoperata da United Front, poiché anche a distanza di due anni l’impianto di gioco costruito risulta ancora solido e divertente, sicuramente molto più di altri titoli dello stesso genere di più recente pubblicazione.
Il sistema di combattimento è sempre ottimo, divertente e ben calibrato. Tuttavia, a differenza della versione old-gen, si presenta un leggero ritardo nell’input dei comandi, specialmente durante le contromosse, rendendo il combattimento talvolta frustrante, specialmente considerato l’elevato numero di nemici contro cui ci imbatteremo. Si tratta di un difetto di programmazione, che si spera venga corretto al più presto tramite una patch.
La sceneggiatura è sempre molto ben congegnata, con dialoghi al vetriolo ed una performance fuori dall’ordinario degli attori chiamati in causa, su tutti l’eccellente prestazione di Will Yun Lee, e degli attori comprimari del calibro di Tom Wilkinson, Lucy Liu ed Emma Stone. Tutto ciò in una cornice esotica, affascinante ma anche carica di mistero qual’è la metropoli di Hong Kong, perfettamente riprodotta, chiaramente con i dovuti compromessi.

Più che altro, il giudizio di una remastered (possono anche chiamarla Definitive, ma rimane una remastered) si basa tutto sul lavoro compiuto dagli sviluppatori sul comparto tecnico. E tirare a lucido un titolo, che già ai suoi tempi soffriva parecchio sotto questo punto di vista, non è assolutamente cosa facile, e noi non ci aspettiamo certamente miracoli.
Nonostante il lavoro di conversione sia ben visibile, soprattutto nel totale rifacimento del sistema di illuminazione, sull’aliasing e negli effetti particellari (oltre che nella risoluzione, chiaramente), è evidente come il titolo sia ancora frutto di una gestazione non felice, portandosi dietro difetti assolutamente inaccettabili in questa generazione… Tra ragdoll impazziti, popup sullo sfondo e texture che raramente brillano per definizione e bellezza, siamo convinti che gli sviluppatori avrebbero potuto osare di più e consegnarci un titolo che tecnicamente sia più di un upscaling a 1080p. Certo, avendo negli occhi l’edizione old-generation del titolo, i miglioramenti sono notevoli e ben visibili. E spezzando una lancia in favore degli United Front Games probabilmente, consegnarci un titolo dal maggiore spessore tecnico, sarebbe significato ricostruire praticamente da zero alcuni elementi del comparto, con nuovi assets e nuove componenti, che avrebbero comportato uno sforzo produttivo e monetario non indifferente.
Vero punto forte di questa produzione è la longevità. Per portare a termine la campagna di Sleeping Dogs saranno necessarie più o meno 10 ore, senza contare le attività secondarie che sono numerose.
Inoltre, in questa Definitive Edition, abbiamo a nostra completa disposizione tutto il parco DLC del titolo, composto da 3 contenuti “principali” ossia: The Zodiac Tournament, Nightmare in North Point e Year Of The Snake e 19 pacchetti aggiuntivi. Insomma, un’occasione da non perdere per tutti i videogiocatori che si sono persi questo titolo due anni or sono.

VERDETTO FINALE

Quello che United Front ha compiuto su Sleeping Dogs è un’operazione di restyling leggera, volta a correggere giusto alcuni dei difetti che il titolo si porta dietro dalla sua travagliata gestazione. A due anni di distanza, quasi tutti quegli aspetti negativi permangono a fronte di una qualità complessiva comunque solo leggermente superiore rispetto alla controparte old-gen. Insomma, coloro che si sono addentrati nei meandri della triade Sun On Yee due anni fa, non hanno ragione di riprendere questo titolo in salsa next-gen, specialmente se venduto a prezzo pieno. Mentre di contraltare, questa Definitive Edition risulta un’occasione imperdibile per chi non ha mai potuto tastare con mano la bontà del lavoro di United Front Games, tra l’altro completa di tutti i contenuti aggiuntivi rilasciati fin ora e rimasterizzata in alta definizione.

Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com