Rainbow Six Siege: Più accessibile grazie alla mancanza del Respawn

In Rainbow Six Siege i giocatori avranno una sola vita, ma Ubisoft ha voluto spiegare perchè questo sistema renderà il gioco divertente non solo per gli hardcore gamer, ma per tutti. Rainbow Six Siege è stato realizzato in modo tale da far rivivere ai giocatori la tensione del capitolo originale del 1998.

” Abbiamo deciso che il modo migliore per realizzare ciò fosse di reintrodurre la regola del No Respawn e di implementarla.”

Una sola vita significa che una volta morti non potrete respawnare, ma in ogni modo potrete rendervi utili per la vostra squadra, utilizzando strumenti non disponibili al resto del team. Questo sistema, secondo Ubisoft, migliorerà il teamwork, l’approccio tattico al gioco e la tensione

” Non sono solo questi i pilastri della serie di Tom Clancy, ma sono aspetti probabilmente assenti nel mercato FPS di oggi. Anche quando si gioca in un team, nei giochi run and gun si enfatizzano i riflessi trascurando altre abilità e ci si può sentire scollegati dall’azione e soli nella propria situazione. Questo non è il caso di Siege. Quando non puoi spawnare nel gioco, teamwork, conoscenza della mappa, pianificazione, adattibilità, comunicazione e leadership diventano fondamentali per vincere. Dopo l’introduzione della vita singola, gli sviluppatori non si sono soffermati sulla statistica K/D( Uccisioni/Morti), ma su come i giocatori possono lavorare insieme per vincere.”

Rainbow Six Siege è atteso su PC,Xbox One e PS4 nel corso del 2015.

Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com