Quip aumenta la produttività dell’app grazie ai nuovi Spreadsheets

Quip

Quip ha introdotto Quip Spreadsheets per la sua popolare app collaborativa mobile e web. Quip, presentato come un moderno word processor nel 2013, è stato creato dal fondatore di FriendFeed ed ex-CTO di Facebook, Bret Taylor, e dal fondatore di Google App Engine e Google Suggest, Kevin Gibbs, per consentire agli utenti di creare e collaborare a un documento su qualsiasi dispositivo.

Dal lancio, Quip è cresciuta passando dall’essere un prodotto usato da alcuni early adopters fino a una suite di collaborazione matura, utilizzata da centinaia di migliaia di persone e daoltre 10.000 aziende in tutto il mondo.

A differenza degli altri fogli di calcolo, il nuovo Quip Spreadsheets non è un’app separata ma è integrato direttamente su Quip.  Non è necessario scegliere tra testo, immagini, elenchi di attività, o fogli di calcolo, ma è possibile invece combinare tutto su una sola pagina. All’interno dei documenti, un utente può inserire un numero illimitato di fogli di calcolo con funzionalità complete, con supporto per le formule, oltre 400 funzioni, e una vasta gamma di opzioni di formattazione dei dati.

“Quip è pensato per soddisfare il modo in cui le persone lavorano oggi – attraverso una varietà di dispositivi e distribuito in tutto il mondo. Con Quip, non è necessario decidere in anticipo il formato del proprio file”, dichiara Taylor. “Si inizia con un foglio bianco e si possono aggiungere quante più strutture si desiderano. I dati non sono racchiusi in file separati, ma chiunque può richiedere di lavorare su più documenti o applicazioni. Invece di utilizzare 5 strumenti differenti (e-mail, instant messenger, un word processor, un task manager e fogli di calcolo) per ottenere una cosa sola, i nostri clienti, ora, ne possono sfruttare uno solo – ovvero Quip”.

Quip Spreadsheets è fornito con diverse feature social e collaborative che rendono semplice il lavoro di team. Gli utenti possono vedere le modifiche apportate dai colleghi nella conversazione che appare a sinistra del documento e possono quindi rispondere, ripristinare o anche cliccare ‘like’ sulle proprie modifiche. Allo stesso modo, è possibile commentare sia su singoli paragrafi presenti su Quip sia sulle singole celle dei fogli di calcolo.

Ogni feature è ottimizzata per lavorare su tablet e telefoni. Quip ha realizzato un unico set di tastiere mobile personalizzate per semplificare la modifica di fogli di calcolo complessi anche da cellulare. Quando si modifica una cella della tabella, è possibile scegliere tra la tastiera integrata sul telefono, un tastierino numerico, e una tastiera specifica per formule di editing. Sui tablet, esiste una tastiera che combina un tastierino numerico con tutti i tasti necessari per l’editing. E come per ogni documento su Quip, i propri Spreadsheets sono disponibili offline e la sincronizzazione avviene senza problemi quando ci si collega nuovamente, in modo tale da avere sempre accesso ai propri dati.

“Quip Spreadsheets porta una ventata di innovazione a un prodotto che non è cambiato molto dalla fine degli anni settanta e crediamo che rappresenti il modo di lavorare di oggi. I nostri prodotti non sono solo per la creazione ma per la collaborazione, per interagire con il proprio team dalla scrivania o dal proprio smartphone mentre si è in aeroporto, e senza mai dover usare la email. Con Quip, si lavora con le persone, non con i file.”

Quip ha inoltre introdotto ‘Integrations’, per consentire agli utenti di collegare centinaia di altri prodotti – tra cui Twitter, Dropbox, Zendesk e IFTTT – direttamente a Quip. Quando si aggiunge un’Integrazione, gli utenti possono ricevere messaggi sull’attività di questi altri servizi. Questi messaggi possono essere aggiunti a una chat di gruppo o a un documento e un intero team può condividere, interagire e discutere i messaggi insieme. Con le integrazioni, tutto quello che viene aggiunto diventa qualcosa su cui i team possono collaborare.

Quip è disponibile su desktop, da Apple App Store, e Google Play Store. È gratuito per gli utenti, mentre per le aziende costa 9,50 euro al mese per ciascun dipendente.

Tags:

Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com