Intervista ad Alexandra Paul: “Baywatch? Ho solo bei ricordi”

Cinema Featured Interviste

Alexandra_Paul_Photo

Ci sono serie TV che chi è nato tra gli anni ’80 e gli anni ’90 non può dimenticare. Parliamo di telefilm come ‘Willy, il principe Bel Air‘ con l’incontenibile Will Smith, ‘Hercules‘ e ‘Xena‘ con gli “eroici” Kevin Sorbo e Lucy Lawless e ‘Baywatch‘ con i guarda-spiaggia più famosi del mondo. La lista potrebbe continuare ma già queste quattro serie rappresentano sicuramente un bel pezzo di storia della televisione di quegli anni. Ad oggi non tutti hanno avuto lo stesso successo di Will Smith, tra gli attori più pagati di Hollywood negli ultimi anni, ma più o meno la maggior parte degli attori di queste serie sono rimasti sul grande e piccolo schermo attraverso piccole apparizioni e ruoli più o meno importanti. Tra questi c’è Alexandra Paul che per più di 5 anni è stato membro ‘regular’ del cast dell’amatissima ‘Baywatch‘ impersonando i panni di Stephanie Holden.

Sono passati più di 15 anni da allora, ed oggi Alexandra Paul vanta una carriera molto bella con una filmografia che conta più di 75 ruoli tra serie TV e Cinema, in cui ha avuto anche la possibilità di lavorare fianco a fianco con grandissimi attori come Tom Hanks (nel film ‘La retata’), Kevin Costner (‘Il vincitore’) e Jeff Bridges (‘8 Milioni di modi per morire’). Le serie TV invece sono il suo mondo: tanti, tantissimi i ruoli da guest star o da ‘regular’, spicca ad esempio tra gli altri quello nell’amatissima ‘Mad Men‘. Noi di MyReviews abbiamo contattato in esclusiva l’attrice newyorkese per parlare con lei della sua carriera e dei suoi progetti lavorativi.

 

In Italia sei conosciuta soprattutto per il tuo ruolo in ‘Baywatch’. Che ricordi conservi di quella serie?

Conservo solo bei ricordi! Ci siamo fatti tantissime risate sul set perché David Hasselhoff è una persona molto solare ed ha un gran senso dell’umorismo. Amavo girare in spiaggia e stare in acqua tutto il giorno una volta ogni due settimane (giravamo in acqua in un giorno diverso e specifico perché altrimenti avrebbe preso troppo tempo ri-prepararci ogni volta, per esempio per asciugarci i capelli) per realizzare le scene di salvataggio.

 

Le serie TV sono cambiate molto in questi anni. Secondo te quali differenze ci sono tra quelle degli anni ’90, come ‘Baywatch’ appunto, e quelle di oggi?

Negli anni ’90 i personaggi principali di queste serie erano più eroici, ora invece sono più oscuri e più complicati. ‘Baywatch’ ad esempio era una serie che parlava di persone che cercavano di fare buone azioni ogni giorno e trai le conclusioni facilmente da ciò che vedi. Oggi invece i personaggi sono più motivati dalle azioni e dai segreti “cattivi” o meglio “oscuri”.

 

Hai lavorato in tantissimi telefilm ma hai anche preso parte a molti film: quali sono le differenze e le analogie tra queste due tipologie di show e quale preferisci?

Mi piacciono tantissimo le serie TV perché amo interpretare lo stesso personaggio per molto tempo, perché è come se quella donna diventasse mia amica! Un altro fattore determinante è che i ruoli femminili in televisione acquisiscono spesso più importanza, per esempio oggi ci sono molte serie in cui le donne sono le protagoniste. Hai notato invece che in molti film ci sono anche otto ruoli maschili che sono decenti mentre per la donna ce n’è in genere uno e un altro ancora è quello di un personaggio come la migliore amica o la cameriera? In televisione le donne non sono importanti solo per come si relazionano con gli uomini, stanno in piedi da sole e alcuni personaggi maschili sono creati appositivamente per le relazioni interpersonali che possono nascere con queste donne. Ormai ci sono tante serie TV che stanno superando i film anche perché molti di questi spesso sono solo sequel o copie di altri film già visti in precedenza, mentre ci sono serie televisive che sono audaci, originali e irriverenti come poche produzioni cinematografiche.

paul

In generale in che genere di film ti piace lavorare e che ruoli prediligi?

Mi piace interpretare la donna carismatica. Fortunatamente per me ho lavorato in più di 75 produzioni, tra serie TV e film, quindi è capitato. Mi piace anche interpretare un personaggio che sia sensuale e complicato e che abbia tanti collegamenti con altri personaggi del film o della show. Mi annoio invece quando ci sono troppe scene di azione, preferisco le scene dove c’è il dialogo che è più facilmente collegabile alle emozioni e alla passione.

 

In questi film hai potuto lavorare con alcuni degli attori più importanti di Hollywood, come Jeff Bridges e Tom Hanks. Che impressioni ti hanno dato?

Tom è veramente una persona piacevole, e quando ha dei ruoli in delle commedie è simpatico e molto divertente. Anche Jeff è una bella persona e riesce a metterti sempre a tuo agio. Ho anche lavorato con Pierce Brosnan in due film e devo dire che lo adoro. Poi ovviamente c’è David Hasselhoff che è veramente meraviglioso. Tutti questi uomini sono dei veri professionisti e sono molto gentili, sono sicuri nel loro successo e riescono ad infondere questa sicurezza anche agli altri, e non devono dimostrare niente quindi sono più sicuri di sé quando lavorano.

 

Quali sono i tuoi progetti futuri?

Ho lavorato in una produzione che si chiama ‘Fire Quake’ che verrà rilasciato a dicembre in tutto il mondo. In America sarà trasmesso in televisione, in Europa non so onestamente su quale piattaforma verrà trasmesso. Ho partecipato anche in un film indipendente che si chiama ‘Dirty’, che parla di poliziotti corrotti, e in una serie chiamata ‘Mentor’ che invece uscirà a novembre. Infine sto producendo anche due film: il primo si basa sul libro ‘Free the animals’, che parla di una donna che di giorno è una poliziotta mentre di notte libera gli animali dai laboratori; il secondo invece è una “action-comedy” chiamata ‘The B Team’, che parla di un gruppo di spie che sono stati per 20 anni sottocopertura come attori di una serie TV molto popolare ed ora invece sono chiamati a salvare il mondo. Questo film sarà davvero divertente anche perché in esso compariranno molti attori di ‘Baywatch’!

 

Ringraziando Alexandra Paul per la disponibilità dimostrata ricordiamo che è possibile seguirla attraverso le sue pagine:
Facebook: Alexandra Paul (official page)
Website: www.alexandrapaul.com 
Twitter: @alexandra_paul

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up