Intervista a Luca Argentero: “Mi piacerebbe interpretare un cattivo”

Cinema Featured Interviste

Luca_Argentero

E’ probabilmente uno degli attori più acclamati e conosciuti del nostro paese grazie ad una carriera, iniziata nel 2005, piena di film di qualità con cui, grazie anche ad alcune splendide interpretazioni, è riuscito ormai ad aggiungere all’etichetta di “bello” anche quella di “bravo” accanto alla dicitura “attore“. Stiamo parlando di Luca Argentero, una vita fa ex concorrente del Grande Fratello oggi tra i migliori attori del cinema italiano. La carriera dell’attore torinese è iniziata dal serial TV ‘Carabinieri‘ e dai film ‘Il quarto sesso‘ e ‘A casa nostra‘ ed è continuata grazie anche a pellicole di ottima fattura, come ‘Il grande sogno‘ e ‘Solo un padre‘, ma la lista è davvero lunga segno di uno spessore artistico e di una versatilità ormai raggiunta e riconosciutagli non solo dai fan ma anche dagli addetti ai lavori. La stessa versatilità che gli ha permesso inoltre di rivestire ruoli di primo piano anche in televisione, come ad esempio quello di giudice nella scorsa edizione del talent ‘Amici‘ e quello di co-presentatore de ‘Le Iene‘.

Ma Luca Argentero non si ferma qui: in attesa di vederlo nei suoi prossimi film tra i quali, come ci dice lui stesso, la collaborazione con Edoardo Leo che vedrà la luce il prossimo gennaio, il presente si chiama ‘Fratelli Unici‘. Protagonista con l’attore torinese di questo film è Raoul Bova ed i due vestono i panni di due fratelli molto diversi caratterialmente ma accomunati e uniti da delle situazioni particolari formando così una commedia che ha tutti gli elementi per segnalarsi come uno degli appuntamenti più interessati del cinema italiano per questa ultima parte del 2014. Noi di MyReviews abbiamo contattato in esclusiva Luca Argentero per parlare con lui del lavoro fatto per ‘Fratelli Unici’ e, più in generale, della sua carriera.

 

Il tuo nuovo film arriverà nelle sale cinematografiche a breve. Cosa puoi dirci di ‘Fratelli Unici’?

‘Fratelli Unici’ è un film in cui si mischiano alla perfezione amore e commedia. E’ la storia di due di fratelli che si odiano ma che sono costretti, per necessità di cose, a stare insieme, e di due storie d’amore che insegneranno ai due protagonisti cosa vuol dire prendersi cura di qualcun altro.

 

Protagonista insieme a te del film è Raoul Bova. Come ti sei trovato a lavorare con lui?

Ero sicuro che Raoul fosse un grande professionista, ma sinceramente non mi aspettavo che fosse una persona così amabile, educata e sensibile. Posso dire di essere molto felice di averlo incontrato

 

In genere come ti prepari per un determinato ruolo e, nella fattispecie, per questo?

Dipende tutto dal tipo di personaggio che devo interpretare, non c’è una regola precisa. Quando ad esempio sto preparando una commedia lavoro molto sul testo di solito e cerco di fare prove e letture più dettagliate rispetto a quando faccio film più intimi.

argentero

Tra i tanti film a cui hai lavorato nel 2010 hai avuto la possibilità di partecipare ad una grande produzione internazionale come quella di ‘Mangia, Prega, Ama’ al fianco di J.Roberts. Che ricordi conservi di quell’esperienza e ti piacerebbe lavorare anche fuori dall’Italia in un prossimo futuro?

Quella fu una bellissima esperienza e per me fu un grandissimo regalo avere la possibilità di recitare al fianco di un premio Oscar come lei (la Roberts lo vinse nel 2001 grazie alla sua interpretazione nel film ‘Erin Brockovich – Forte come la verità’ ndr). Tuttavia posso dire che la vita sul set è esattamente la stessa di un film italiano, loro hanno solo un budget più grande e più tempo a disposizione, quindi mi accontento di fare bene qui nel nostro paese.

 

Nel corso della tua carriera hai avuto la possibilità di interpretare ruoli molto diversi tra loro: quale è stato quello più impegnativo? C’è invece un determinato tipo di personaggio che ti piacerebbe fare in futuro?

Forse il ruolo più difficile è stato quello del pugile, quando ho vestiti i panni di Tiberio Mitri (per la fiction Rai ‘Tiberio Mitri – il campione e la miss’ ndr). Sarebbe interessante poi fare magari un vero cattivo, ma penso che se non me lo fanno fare un motivo ci sarà!

 

Cosa puoi dirci dei tuoi progetti futuri?

Inizio fra poco a lavoro al film di Max Croci (noto regista di cortometraggi e produzioni televisive) e a gennaio invece uscirà il nuovo film di Edoardo Leo dove ci sarò anche io.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up