Terminate in Alto Adige le riprese di “Max and Hélène” diretto da Giacomo Battiato

Cinema Featured
image_gallery1
Terminate ieri, giovedì 25 settembre, le riprese altoatesine di “Max and Héléne” di Giacomo Battiato. Il progetto prodotto da 11 Marzo Film e Rai Fiction, è stato sostenuto dalla BLS-Film Fund & Commission dell’Alto Adige con 340.000,00 Euro. Il film, che andrà in onda il giorno della memoria il prossimo 27 gennaio, racconta la tormentata e drammatica storia d’amore tra Hélène Blondel (interpretata da Carolina Crescentini) e Max Sereni (interpretato da Alessandro Avarone) durante gli anni del nazismo.
Le riprese, che si sono svolte tra Bolzano, Merano e Magrè sulla strada del vino per circa quattro settimane, hanno chiamato in causa molte maestranze locali in diversi ambiti, tra i quali: Giuseppe Tedeschi assistente alla regia, Dimitri El Madany ispettore di produzione, Valeria Errighi location manager, Casting Bolzano per reclutare attori locali, Marco Vitale e Stefania Bona video assist, Livia Romano e Michele Lezza come fotografi di scena, Sieglinde Michaeler assistente costumista.
Il 16 settembre, invece, è stato battuto il primo ciak in Alto Adige di “Outside the Box” di Philip Koch, una produzione tedesca Walker + Worm Film GmbH sostenuta dalla BLS con un finanziamento di 400.000,00 euro. Il film racconta la storia di un gruppo di giovani manager rampanti selezionati per partecipare a un training camp in Alto Adige dove ognuno dovrà dimostrare le proprie capacità.
Le riprese, che si svolgeranno tra Bolzano, Merano e Caldaro continueranno fino al 16 ottobre, coinvolgendo vari professionisti altoatesini come: Philipp Moravetz responsabile di produzione, Daniel De Franceschi location scout, Patrick Bruttomesso assistente del suono e Irene Ammaturo segretaria di produzione.
Il 15 settembre è arrivata in Alto Adige anche una coproduzione internazionale. Il regista Giuseppe Petitto ha iniziato le riprese a Vipiteno di “Lucy in the Sky”, film prodotto da Martha Productions in coproduzione con la slovena Gustav Film  e la svizzera Ventura film e sostenuto dalla BLS con un finanziamento di 200.000,00 euro. Il film – che vede il coinvolgimento di Katrin Noggler come assistente alla regia, Roberta Azzalini assistente alla produzione, Alessandro De Donno assistente scenografo, Simone Toniato assistente costumista – racconta la storia di Nicole e Roman, una coppia alle prese con le difficoltà familiari e con la crescita della loro unica figlia, Lucy, una bambina di otto anni dal carattere solitario. La troupe, che resterà in Alto Adige fino a fine ottobre, oltre che a Vipiteno girerà anche a Dobbiaco e a Campo di Trens.
In queste settimane sono in corso anche le riprese di “Freestyle Stories in South Tyrol” di Nora Serani, un documentario interamente ambientato sulle Dolomiti che vede come protagonisti alcuni sportivi altoatesini esperti in diverse discipline estreme. Ognuno di loro spiegherà la propria visione del Freestyle, dando così una personale immagine della scena altoatesina degli sport estremi. Il documentario è prodotto dalla casa di produzione altoatesina Wingman Cooperation di Brunico ed è sostenuto dalla BLS con un finanziamento di 44.204,00 Euro.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up