Diablo 3: Ultimate Evil Edition – Recensione

Recensioni Videogiochi 1.0 Videogiochi

C6354500285763587705

Diablo 3 ha avuto una vita piuttosto lunga, apparendo prima su PC e Mac nel 2012, poi su PS3 e Xbox 360 nel 2013, e ora sulla PS4 e Xbox One, sotto forma di Ultimate Evil EditionLa nuova versione del dungeon crawler, lanciata anche su PS3 e Xbox 360, include la nuova espansione Reaper of Souls, che a sua volta ha debuttato all’inizio di quest’anno su PC e Mac.

Titolo: Diablo 3: Ultimate Evil Edition
Sviluppatore: Blizzard
Publisher: Activision-Blizzard
Genere: Action RPG
Piattaforma: PS4, Xbox One, PS3, Xbox 360
Giocatori offline/online: 4
Localizzazione: Italiano

Questa edizione di Diablo 3 per console non promette solo l’aggiunta dell’espansione Reaper of Souls e quindi un quinto atto della storia, una nuova classe giocabile o la modalità Avventura, ma anche alcune modifiche minori atte a promuovere il gioco cooperativo locale, e per garantire che il bottino sia condivisibile con gli amici, facilmente e senza intoppi. Blizzard riuscirà ad offrire una migliore esperienza per i giocatori console o dovrebbe concentrarsi solo sulla versione PC? Andiamo a scoprirlo.

Diablo 3 Ultimate Evil Edition non modifica la storia base de gioco ma aggiunge un quinto atto grazie all’espansione Reaper of Souls. Dopo aver preso parte ad una crociata contro Diablo e i Primi Maligni nella trama originale, verremo arruolati per combattere un altro cattivo dimenticato dal tempo, Malthael, ex angelo della saggezza trasformatosi in angelo della morte.

La storia risulta molto più oscura rispetto ai precedenti quattro atti, ma fornisce dei ritorni interessanti per alcuni personaggi, come la strega di Adria. La nuova ambientazione, Sanctuarium, è ben progettata e riesce a rafforzare l’estetica scura e gotica, marchio di fabbrica della serie Diablo.

Diablo-3-Reaper-of-Souls-Malthael

In termini di gameplay, Diablo 3 rispetta i meccanismi di azione di un dungeon crawler base, offrendo ai giocatori una grande varietà di livelli, pieni di mostri difficili ed un sacco di ricompense. Inoltre, questa versione si avvale anche di molti tweaks e aggiornamenti vari rilasciati per l’edizione PC, come la patch 2.0.1, che ha introdotto il nuovo sistema di loot, molto più incline ad offrire elementi leggendari ai giocatori.

Questo significa che Diablo 3 è molto più divertente da giocare, e se siete desiderosi di far crescere il vostro personaggio, adesso sarà più semplice. Tuttavia, il gameplay si concentra più sulla macellazione di centinaia di mostri il più velocemente possibile. A differenza del PC, infatti, una volta che si uccideranno 10 nemici in rapida successione, un contatore apparirà sullo schermo, spingendovi a mantenere la killstreak per poter ottenere premi migliori.

Questo, alla fine, è dove Diablo 3: Ultimate Evil Edition brilla, titolo orientato più verso la sconfitta dei nemici, e sull’esplorare i livelli in cerca di ricompense migliori, continuando la propria avventura ad un ritmo frenetico.

Il sistema di loot attuale, oltre ad essere più generoso con elementi di alta qualità, è orientato anche verso la condivisione con gli amici del vostro bottino di guerra, anche se non starete giocando in cooperativa con loro. Si dispone infatti di un particolare sistema di posta che consente di inviare oggetti ad amici che hanno il personaggio e caratteristiche tali da poterli utilizzare.

D3x1_Bounty_rewards_UI_AD_03

Il level cap del gioco è stato innalzato a 70, raggiungibile abbastanza velocemente, più i soliti 69 livelli di eccellenza (Paragon level) che vengono applicati a tutti gli eroi che possediamo. Inoltre in questa nuova versione di Diablo 3 è stata aggiunta l’opzione Apprendista, che permetterà ai giocatori novizi o di livello molto basso di unirsi in partite con utenti più esperti trovandosi al loro stesso livello di esperienza.

C’è anche un sistema denominato Nemesi, in cui un mostro ucciso da un vostro amico apparirà nella vostra partita, e la cui sconfitta garantirà sostanziosi guadagni a livello di loot.

Una volta completati i cinque atti, potremo continuare a svolgere missioni tramite la modalità Avventura, girando liberamente per le terre di Sanctuarium, che completate vi permetteranno di aprire un varco Nephilim (Nephilim Rift) per uccidere numerosi campioni, che anche se impegnativi, rilasceranno numerosi oggetti utili per migliorare il vostro equipaggiamento.

Le classi con cui giocare sono sempre cinque, più una nuova appartenente all’espansione Reaper of Souls. Avrete a disposizione il guerriero Barbaro munito di ascia bipenne, il Monaco con le sue arti marziali, il Mago con la sua magia arcana, il Cacciatore di Demoni con le sue balestre, lo Sciamano in grado di usare la magia nera tribale e di evocazione, e per ultimo il Crociato, il cui punto di forza è la difesa, combattendo armeggiando uno scudo. Ogni classe ha vari punti di forza e debolezze, ma in generale sono tutte ben bilanciate e in grado di cavarsela in ogni situazione.

diablo3-reaperofsouls_jpg_1280x720_crop_upscale_q85

Diablo 3 è stato sempre percepito come un discreto porting  PC e Mac, ma la Ultimate Evil Edition offre una grande esperienza in termini di grafica. Naturalmente, le versioni migliori sono quelle PS4 e Xbox One, dove il gioco gira ad una risoluzione nativa di 1080p e ad un framerate di 60fps abbastanza solido. Potremmo vedere alcuni rallentamenti quando una moltitudine di nemici sono sullo schermo e usano in contemporanea i lori poteri, ma questi momenti sono molto pochi.

L’interfaccia è abbastanza ben progettata, e mentre i veterani PC possono contare sul mouse e tastiera, Blizzard è riuscita a trasporre adeguatamente i comandi di un gioco di ruolo su di un controller.

La colonna sonora rimane buona ed il doppiaggio impressionante. Certo, alcune frasi o intermezzi musicali risulteranno ripetitivi dopo un po’, ma è inevitabile per un titolo progettato per essere giocato decine se non centinaia di ore.

Conclusione

In definitiva Diablo 3 Ultimate Evil Edition è un’ottima trasposizione su console della magnifica versione PC. E mentre questa, tuttora, regna sovrana, le versioni PS4 e Xbox One non sono da meno, ottimo comparto grafico, un buon sistema di controllo via joypad ed un gameplay frenetico e divertente, soprattutto quando si gioca con gli amici in modo cooperativo, sia in locale che online.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up