Intervista ad Antonio Jaramillo: “Lavorare in ‘Dallas’ è magnifico”

Cinema Featured Interviste

Antonio Jaramillo

Storie particolari per attori particolari. Antonio Jaramillo nasce a Tijuana in Messico e vive fino a 14 anni in un orfanotrofio fino a quando si trasferisce a San Diego (California) dove lavora e frequenta la scuola. E’ proprio qui che nasce il suo interesse per le arti e per il mondo dello spettacolo in particolare per la musica: è qui infatti che inizia a suonare il piano e il basso diventando anche un ottimo cantante. Ma se la musica era ed è una grande passione, la recitazione è presto diventato un lavoro: aveva già superato i 20 anni quando si avvicinò al mondo del teatro e da lì il passo per il cinema e la televisione fu davvero breve. Oggi l’attore latino-americano ha già rivestito ruoli di rilievo e parti da guest-star in serie come ‘Dallas‘, ‘The Mentalist’ e ‘Streghe’, ha prestato la voce ad un personaggio di un famosissimo videogame (‘Red Dead Redemption‘) e, tra gli altri, ha avuto un ruolo al cinema in un film di Oliver Stone facendo parte di un cast davvero stellare. Noi di MyReviews abbiamo contattato in esclusiva l’attore messicano per parlare con lui della sua carriera e dei suoi progetti per il futuro.

 

Di recente hai lavorato in una serie molto famosa come ‘Dallas’. Cosa puoi dirci di questa esperienza?

Lavorare in ‘Dallas’ è stata un’esperienza grandiosa! Tutti, dai produttori agli sceneggiatori passando per il cast e la troupe sono stati davvero magnifici. Mi sono divertito molto ad interpretare il personaggio di “Luis” e in particolare poter lavorare con Judith Light mi ha riempito di gioia sia perché è straordinaria e sia perché nella puntata dove ho debuttato, cioè il secondo episodio della terza stagione, ci siamo divertiti tantissimo.

 

Hai avuto dei piccoli ruoli in molte altre serie come ‘The Mentalist’, ‘CSI Miami’ e ‘Streghe’. Quanto è importante per un attore avere l’opportunità di lavorare in degli show così famosi e cosa hai imparato da queste esperienze?

Penso sia davvero importante per un attore poter lavorare in molte serie perché ognuna di esse ha toni e ritmi diversi ed egli deve riuscire ad adattare in fretta sé stesso allo stile di quella serie e ritagliarsi il proprio spazio nella storia nella maniera più consona. Ricordo ad esempio quando ho interpretato il ruolo del detective Garza in ‘Burn Notice – Duro a morire’, quello fu un bel banco di prova! Quello che ho imparato passando da uno show all’altro è che tu sei lì a collaborare e a dare il massimo fianco a fianco con gli altri attori, gli sceneggiatori, i produttori ed il regista per portare avanti la storia ma nel frattempo devi sempre provare ad aggiungere qualcosa di speciale nella tua interpretazione.

Antonio Jaramillo

Parlando invece di film, hai avuto anche un ruolo in ‘Le Belve’ in cui hai avuto modo di lavorare con attori del calibro di Benicio Del Toro e John Travolta. Che ricordi conservi del lavoro sul set in generale ed in particolare del lavoro fatto con il regista e gli altri attori?

‘Le Belve’ era ed è ancora uno dei mio progetti preferiti tra quelli a cui ho preso parte. Sono un grandissimo fan di Oliver Stone, ammiro molto il suo lavoro e gli sarò per sempre grato di avermi dato la possibilità di lavorare con lui e con tutto il cast. Mi è piaciuto tantissimo vedere a lavoro Benicio Del Toro e avere la possibilità di recitare per un po’ con lui è stato qualcosa di fantastico! Ma potrei continuare ancora perché è stato davvero fantastico ammirare l’immensa bellezza di Salma Hayek ad esempio, così come è stato veramente tanto divertente vedere all’opera John Travolta!

 

Hai prestato la voce anche ad un personaggio, Javier Escuella, di un famoso videogame: “Red Dead Redemption”. Lavorare ad un videogame è qualcosa di molto particolare: Ti sei divertito? Ti piacerebbe rifarlo in futuro?

I Videogames sono pazzeschi ormai e in quei giorni mi sono divertito tantissimo a lavorarci. Si va sempre più avanti e in particolare ‘Red Dead Redemption’ ha avuto un enorme successo. Mi è sembrato che alla gente sia piaciuto Javier, il mio personaggio, ed è piaciuto molto anche a me! Amo il tono western che ha il videogame, ma è stato positivo che non dovessi cavalcare qualche cavallo nella realtà perché non potrei mai cavalcare così velocemente! Comunque spero di poter ancora lavorare a qualche videogioco in un prossimo futuro.

 

Cosa ti piacerebbe fare in futuro professionalmente parlando?

Ci sono un paio di progetti di cui si sta parlando ma ancora non c’è nulla di deciso. Mi piacerebbe recitare in un’opera teatrale perché sono davvero impaziente di tornare sul palco. Poi non so, non mi dispiacerebbe lavorare a qualche progetto legato alla religione. Cercherò di esplorare anche qualcosa di nuovo, però per ora mi diverto a girare ‘Dallas’!

 

Ringraziando Antonio per la disponibilità e per l’umiltà dimostrata ricordiamo che è possibile seguire l’attore messicano attraverso i seguenti social e link:

Twitter: @AntonioJmllo

Facebook: https://www.facebook.com/ActorAntonioJaramillo

Website: https://www.antoniojaramillo.com/

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up