Un tributo non pagato da parte del Re Cymbeline (Ed Harris) nei confronti della polizia di Rome porta ad un inevitabile scontro tra le due fazioni. Sullo sfondo, la figlia Imogen (Dakota Johnson) vive un’intensa storia d’amore con l’amico di famiglia Posthumus (Penn Badgley), benché insidiata dal fratellastro Cloten e dal misterioso Iachimo (Ethan Hawke).

cymbeline-poster

Da una delle più discusse e controverse tragedie shakespeariane Michael Almereyda costruisce la sua versione attualizzata, comicizzata e rivisitata del dramma. A sfidarsi non sono più Bretoni e Romani, ma il Motoclub Briton e la polizia di Rome, cosicché sulla scena abbiamo subito un forte contrasto tra presente e passato. La forte attualità dei personaggi si scontra con modi di fare e linguaggio tipici dell’età shakespeariana, una parlata ricercata che desta più di qualche sorriso nello spettatore. Il regista sfrutta abilmente la concezione che negli anni si è avuta di Cymbeline, più una romance che una tragedia vera e propria, benché ricalchi i temi classici del dramma shakespeariana come l’equivoco, il topos dell’amante, l’amore e la morte.

Seppur apprezzabile per una forte spigliatezza e semplicità che rendono il risultato piuttosto gradevole, non è possibile considerare Cymbeline per quello che non è. L’attualizzazione e l’insistenza su un lato comico non così necessario mutano in maniera sensibile il prodotto originale. Scene in cui si dovrebbe essere portati alla tristezza e alla riflessione si trasformano in scene ilari in cui la risata è tanto cercata (e anche naturale), quanto allo stesso tempo fuori luogo.

Non si può pretendere una trasposizione anonima e puntuale della tragedia originale, la quale sarebbe irrilevante dal punto di vista cinematografico. Si è però operato in modo eccessivo verso l’opposto, stravolgendo completamente il senso dell’opera. L’età contemporanea scelta si sposa male con un dramma che molto ha di classico e poco di moderno. Scelte infine discutibili sull’impiego di attori del calibro di Ethan Hawke e Milla Jovovich, relegati a ruoli con sporadiche ma intense apparizioni, scatenano più di qualche perplessità all’interno di un film nel suo insieme piacevole, figlio illegittimo di Shakespeare, Sons of Anarchy e un pizzico di trash hollywoodiano.

Scheda film

Titolo: Cymbeline
Regia: Michael Almereyda
Sceneggiatura: Michael Almereyda
Cast : Ethan Hawke, Milla Jovovic, Ed Harris, John Leguizamo, Penn Badgley, Dakota Johnson, Anton Yelchin,
Genere: Drammatico
Durata: 97′
Produzione: Benaroya Pictures, Keep Your Head
Distribuzione: International Film Trust
Nazione: USA
Uscita: –

 

Critico cinematografico, giurista e speaker.
Classe ’94, nato insieme a Dookie, Forrest Gump, Pulp Fiction e Le Ali della Libertà, ma con il cuore a Juno.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up