Magic 2015: Duels of the Planeswalkers – Recensione

Recensioni Videogiochi 1.0 Videogiochi

SCHEDA DI GIOCO

Titolo: Magic 2015: Duels of the Planeswalkers
Genere: Gestionale
Data di uscita: 16 Luglio 2014
Multiplayer: Multiplayer online fino a 4 Giocatori
Sviluppatore: Wizards of the Coast
Publisher: Wizards of the Coast
Piattaforme: Xbox One, Xbox 360, PC via Steam, iPad e tablet Android
Localizzazione: completamente in italiano

Se siete degli assidui frequentatori di MyReviews.it probabilmente avrete qualche idea di ciò che è Magic the Gathering, e letto le recensioni dei capitoli precedenti. Per quelli di voi che non lo sanno, possiamo dire che è un gioco di carte incredibilmente coinvolgente, ma anche pericoloso per i portafogli dei più incauti. Già, perché gli sviluppatori di Magic, Wizards of the Coast, hanno guardato lontano, decidendo di buttarsi nella mischia dello shop online, convertendo in ogni suo aspetto la popolare serie di giochi di carte nella sua versione digitale. Magic 2015: Duels of the Planeswalkers è l’ultimo della loro serie, ed è altrettanto complesso e coinvolgente come sempre.

Per chi non fosse pratico di Magic, ecco una rapida introduzione. La struttura base di gioco contrappone due giocatori, uno contro l’altro, che, come degli stregoni, utilizzano terre magiche come mana per evocare mostri e incantesimi, con il tentativo di esaurire i punti vita degli avversari. Ci sono cinque colori di Deck (mazzi) tra cui scegliere, ognuno con il proprio stile di gioco e sottostili in base alla combinazione di colori che è possibile scegliere. Magic 2015 può sembrare abbastanza scoraggiante per i non iniziati, ma il robusto tutorial fa un buon lavoro nell’aiutare i neofiti nella comprensione delle carte e delle meccaniche di gioco.

In Magic 2015, verrete catapultati nelle terre selvagge che fanno da palcoscenico alla vicenda centrale della storia, qui Garruk Cacciatore Spietato, corrotto dal potere della malvagia Liliana Vess, è pronto ad uccidere tutti gli altri stregoni del Multiverso. Sarete quindi costretti ad affrontarlo e sconfiggerlo una volta per tutte.

magic-2015---duels-of-the-planeswalkers_113_ann

Per la prima volta nel franchise di Duels of the Planeswalkers, Magic 2015 inserisce i deck completamente personalizzabili. E’ il più grande cambiamento visto fino ad ora nella serie, ed anche quello più richiesto, infondere quel senso di proprietà e di cura meticolosa nella creazione concessa ai giocatori del suo fratello cartaceo. Dopo un lungo tutorial che introduce le nozioni di base e il tema di ogni colore, potrete scegliete il colore primario e secondario come base per il vostro mazzo, liberamente, consentendo di soddisfare il vostro stile di gioco fin dall’inizio.

Per agevolare la costruzione del mazzo, Wizards of the Coast ha introdotto un vasto editor dei Deck. Ogni carta nella vostra collezione è ben visibile, e si potranno filtrare in base alle categorie: il colore, il tipo, il costo, la rarità etc… Anche in questo caso, per fortuna, Wizards aiuta i nuovi arrivati inserendo alcune funzionalità utili, ​​come il suggerimento delle carte complementari per la creazione del deck, o il completamento automatico di un intero mazzo basato su una o più carte. Il sistema è flessibile e potente, e una volta compreso, si potranno costruire tutti i mazzi che si desiderare, nominando ciascuno e assegnandogli un’immagine personalizzata.

Magic.2015-CODEX-www.intercambiosvirtuales.org-02

A tal proposito, Magic 2015 ha anche modificato lo sblocco delle carte. In passato, i giocatori erano legati ad un numero limitato di carte, appositamente a tema, ottenibili dalle mani degli avversari AI sconfitti. Queste potevano poi essere scambiate con altre a completare il mazzo. Wizards ha nuovamente esaminato la versione fisica del gioco e  concesso una buste piena di carte (random) per ogni vittoria. E’ la migliore mossa possibile per la serie, che come per i booster, rivitalizza quei sentimenti di anticipazione, sorpresa, e fortuna che si possa trovare la carta desiderata, anche la più rara.

Vincendo contro gli avversari della campagna potrete sbloccare delle bustine, ma solo una per ogni partita. Per ottenere ulteriori buste bisognerà giocare in modalità Esplora, rigiocando i vari stregoni di ogni piano.

magic-2015-booster

Nonostante le eccellenti nuove funzionalità ed il nuovo stile, Magic 2015: Duels of the Planeswalkers soffre di “alcune sviste”. Inspiegabilmente Wizards of the Coast elimina alcune modalità di gioco, non ci saranno infatti tutte le modalità presenti nei precedenti capitoli, neanche il tanto amato Two-Headed Giants, e per il quale la comunità di Magic sta insorgendo. Avremo quindi solo la Campagna, la modalità Esplora e il multiplayer. Altra svista è la mancanza dei Planeswalkers, così come accadeva nei capitoli  precedenti, e forse un po’ inspiegabile visto che gli sviluppatori con Magic 2015 hanno deciso di avvicinarsi sempre più al gioco di carte reale. Altro difetto sta nei caricamenti, un po’ troppo lunghi!

Wizards of the Coast ha storicamente offerto contenuti scaricabili nei suoi Duels of the Planeswalkers, di solito sotto forma di nuovi mazzi. Tuttavia, quest’anno l’azienda si è spostata verso gli acquisti online, offrendo una serie di carte premium ottenibili solo attraverso l’acquisto di pacchetti Premium Booster. E ‘un modello di monetizzazione che sta diventando sempre più diffuso su console, non del tutto comprensibile, e che lascia un retrogusto amaro, per chi è a caccia di quelle carte impossibili da ottenere durante gli incontri. Esatto perché per completare la propria collezione di carte bisognerà acquistarne ben 42!

DotP_D152014-07-1815-28-39-02.jpg~original

Commento finale

La serie Duels of the Planeswalkers è sempre stata il modo più semplice per entrare nel mondo di Magic: The Gathering, ma la sua natura limitata ha sempre e solo fornito un assaggio del vero potenziale strategico. Magic 2015: Duels of the Planeswalkers rimedia in misura maggiore rispetto al passato, offrendo una esperienza che è più vicino alla sua controparte fisica, pur mantenendo l’accessibilità e facilità d’uso che l’ha sempre contraddistinto. Ciò non toglie che siano stati fatti alcuni errori, eliminando molte delle modalità multiplayer che hanno fatto la felicità dei giocatori di Magic, e l’impossibilità di ottenere tutte le carte se non acquistandole. Mancava poco per ottenere un gioco perfetto, ma Wizards of the Coast ha saputo confezionare solo un titolo a metà.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up