Giffoni Film Festival 2014: Lea Michele chiude il primo week-end

Cinema Featured Giffoni Film Festival

Il primo weekend del Giffoni Film Festival si conclude con tanti film in concorso e l’apparizione di una delle star più attese di quest’edizione. Dopo le proiezioni della mattina, tra cui l’americano Beneath the harvest sky (categoria +16) e il danese The Word (+18), nel primo pomeriggio le giurie di categoria hanno assistito a due delle pellicole maggiormente accreditate per la vittoria finale: il francese Jack and the Cuckoo-clock heart (+13) e il fumettistico Antboy (+6). Dopo la visione dei film, alle ore 17.00 ha preso il via la sfilata delle stelle con l’attesa Lea Michele, protagonista della serie-tv Glee, accolta da migliaia di giovani in fermento. Il Blue Carpet è stato il più caloroso di quest’edizione e l’attrice si è trattenuta per qualche minuto con i fan, soprattutto per scattare le foto di rito, prima di dirigersi in Sala Truffaut per incontrare la giuria. Tra le dichiarazioni rilasciate dall’attrice, interessanti sono soprattutto quelle che riguardano i suoi anni trascorsi nella produzione di Glee.
La Michele ricorda:“Glee è stata sicuramente l’esperienza professionale più importante della mia carriera, mi ha cambiata, spingendomi a studiare e a crescere. Mi ha fatto conoscere tante persone che ormai fanno parte della mia vita; tornare sul set ogni giorno è come ritrovarsi in una grande famiglia”.  Divertita dalla curiosità dei piccoli giurati, Lea Michele ha rivelato alcune curiosità accadute sul set del telefilm, dichiarando: “Ogni giorno durante la lavorazione capitano delle cose buffe, soprattutto di sera, quando siamo tutti un po’ più stanchi ed iniziamo a dare di matto. La forza che emaniamo sullo schermo deriva anche da questi momenti che, oltre a farci divertire, ci uniscono ancora di più.”  L’attrice ha parlato anche della sua carriera da solista, del suo album in uscita e dei suoi progetti futuri, condividendo con i giurati gli impegni che la attendono: “Sto per iniziare a lavorare all’ultima stagione di Glee, e una volta terminata la serie mi concentrerò sul nuovo album e su un libro. L’ispirazione per questo album mi è arrivata da tutto quello che c’è nella mia vita, dalle mie esperienze. Ho cercato di scavare dentro me stessa e di inviare a tuti i miei fan i messaggi che ritenevo più importanti.”

Alle 18.00 è stata la volta dell’attrice italiana Isabella Ferrari che ha attraversato il Blue Carpet per poi chiacchierare con i piccoli giurati in un dibattito riservato ai giovani. A conclusione della giornata sono stati proiettati gli ultimi film in programma: il cartoon della Disney Trilly e la nave pirata e  il canadese Gabriel di Louise Archambault.

Nato nel 1985, sin da piccolo si è sentito attratto dal mondo delle arti: il cinema, la pittura e la musica. Tra una partita a calcetto e una pizza con gli amici, a poco a poco si lascia rapire da esse ed inizia a studiarle a fondo. Chitarrista provetto e discreto ritrattista, nel 2005 si diploma al Liceo Artistico C.Levi di Eboli (SA) ma capisce presto che il suo campo preferito è quello cinematografico, e non lo abbandona più. Passa gran parte dell’adolescenza a guardare centinaia di film e ad approfondire la storia della settima arte. Nel 2013 si laurea all’Università degli studi di Salerno al Da.Vi.Mus. (Discipline delle arti visive, della musica e dello spettacolo) e inizia a collaborare con svariati portali online – Iovo.it, SupergaCinema.it, Cinefilos.it – dove scrive, recensisce e si occupa della sezione cinema. Egli si ritiene un appassionato non un fervido critico, lavora tuttora sodo per ampliare le sue conoscenze. All’inizio del 2014 entra a far parte dell’associazione culturale di Eboli, la sua città natale, con cui inizia ad organizzare eventi. Nel gennaio 2014 diventa direttore artistico della prima edizione di “CineProspettive”, una rassegna cinematografica che ottiene un buon successo. E’ alla ricerca costante di nuove sfide, di obiettivi da raggiungere. Oltre a scrivere recensioni e news, gli piace viaggiare, ascoltare la musica, disegnare ritratti a matita di personaggi famosi, strimpellare la chitarra e passare del tempo con le persone che ama. Si ritiene un ragazzo ordinario, non straordinario. Vive lasciando vivere gli altri, inseguendo i suoi sogni e cercando di seguire il vento.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up