Super Smash Bros.: a new challenger approaching!

Videogiochi

Smash 4 wallpaper

Tra le novità più sfiziose presentate nella demo di Smash Bros for Wii U c’erano sicuramente i nuovi personaggi giocabili; purtroppo non tutti quelli annunciati sino ad oggi erano presenti ma abbiamo comunque avuto modo di mettere le nostre avide grinfie su ben sei recenti inserimenti.

Vi rimembriamo che nella frenesia della dimostrazione le impressioni che si traggono possono essere fuorvianti ma ci lanciamo comunque in una rapida dissertazione sulle informazioni più solide che siamo riusciti a captare.

Little Mac

super_smash_bros_Little Mac  screen-6

Little mac Smash 4  Little Mac K.O. Smash 4

Una vera furia! Il piccolo di casa Punch-Out! Veloce e letale, potente ed a tratti inarrestabile! Un vero peso massimo nonostante le minute dimensioni.

Incredibilmente è anche uno dei personaggi più immediati da padroneggiare, dotato di attacchi diretti ma potentissimi è un vero pericolo sin dalle più basse percentuali di dannometro; grazie alle combo veloci può mettere in difficoltà anche i personaggi leggeri ed agili… le Smash, poi, sono devastanti!

Durante la loro esecuzione Mac se ne infischia della gran parte dei colpi avversari subiti e va a segno imperterrito, senza interruzioni, imponendo la propria precedenza.

Questa caratteristica lo rende veramente pericoloso, quasi inavvicinabile; tenete poi presente la tremenda capacità di lancio di cui i suoi colpi sono dotati, in grado di infliggere K.O. anche intorno a 50, 60 punti percentuale.

A fare da contraltare ci pensano le limitate capacità una volta staccati i piedi da terra. Mac è veramente terribile in aria, gli attacchi sono goffi, lenti e dotati di tempi difficili da interpretare. La recovery è probabilmente la peggiore che la storia di questa serie ricordi: completamente verticale e cortissima, per fortuna si può rimediare con la “side-B” dotata di un po’ di lancio orizzontale.

Anche la Final Smash ci ha lasciato non proprio entusiasti e vede il pugile dai guantoni cerei trasformarsi in Giga Mac (da Punch-Out! Wii) così da acquisire ulteriore potenza e portata al costo di un po’ di velocità.

La trasformazione non dura poco ma, a dire il vero, Little Mac è già talmente pericoloso nella sua versione normale che non si avverte chissà quale cambiamento, ed anzi, la perdita di velocità ci è parsa un handicap da non sottostimare.

Per concludere come non citare la barra che trova allocazione vicino al suo dannometro; una volta riempita a furia di prendere e dispensar mazzate vi lascia la possibilità di esibirvi in un colpo devastante dal K.O. quasi assicurato. Fate attenzione a non farvi buttar fuori mentre siete vicini al suo riempimento o la vedrete azzerarsi.

 Mega Man

Super_Smash_Bros_4 Mega man  Mega man Smash 4

mario__sonic__mega_man_and_pac_man_in_smash_bros__Smash 4  Mega Man, Olimar Smash 4

Strano e quasi difficile da avvicinare questo Blue Bomber, sulle prime un po’ ostico da padroneggiare al meglio.

Quando si prova un personaggio mai utilizzato è spontaneo voler saggiare anzitutto la sua combo di base; è consono dunque vederlo evolversi in qualche calcio o sferrare un paio di pugni! MegaMan no, MegaMan spara… con il suo buster, in barba ad una logica che pensavamo essere inamovibile, scolpita nelle granitiche tavole del game design.

Questo, che può parere un esempio un po’ bislacco, vi introduce al motivo per cui il robottino celeste genera un po’ di confusione agli inizi: tutte le sue tecniche sono mappate sul controller in maniera leggermente inusuale, inaspettata.

Ci vuole dunque qualche partita in più per poter apprezzare la sua grande versatilità appieno nonché il suo moveset che pare composto interamente da special, in un arcobaleno di attacchi che copre ogni situazione vi si possa parare di fronte.

Imparare dunque a conoscere ogni possibilità che ha da offrire sembra la via giusta per massimizzare l’efficacia dell’androide Capcom e possiamo dirvi che, in mani sapienti, non ha mancato di dispensare batoste e colpi di fino a profusione.

Wii Fit Trainer

SmashGym Smash 4  super-smash-bros-for-Wii-U-Wii-fit-trainer-1

i5jtnz2qjf5yc_jpg_1400x0_q85  Wii Fit Trainer Smash 4

Chiamata inizialmente per correggere le pessime posture di Yoshi e Bowser l’allenatrice monocromatica salutista si unisce alla rissa Nintendo in pianta stabile e fermamente intenta a correggere gli equilibri baricentrici dei suoi avversari… per poi meglio e più comodamente poterli prendere a calci.

Inizialmente guardata con una certa ostilità dai fan più oltranzisti, che vedono in lei una faccia di Nintendo non condivisa, Wii Fit Trainer entra nella battaglia con un moveset piuttosto solido ed a tratti canonico.

Grazie a Sun Salutation può attaccare a distanza in maniera del tutto simile al braccio cannone di Samus e sfruttando la flessuosità del suo corpo esibirsi in una serie di attacchi che rimandano a posizioni yoga ed esercizi ginnici.

Come detto qualche riga più su è senz’altro un buon personaggio anche se vagamente già visto: buona la recover, carine le special, Smash finale convincente (del tutto simile a quella di Mario ma con un raggio più ampio).

La particolarità più intrigante arriva dalla suo combo di base che, un po’ inaspettatamente, sotterra l’avversario con l’ultimo colpo lasciandolo vulnerabile ad una seconda incursione.

Rosalina

199s4r1nmjb39jpg  imagesGMF8ENGO

tumblr_my26pwrNoX1sw8d3mo1_1280  tumblr_my0gcdCHCr1sw8d3mo1_1280

L’eleganza che contraddistingue Rosalina è stata perfettamente preservata nelle sue capacità offensive; leggera, eterea, è un personaggio tra i più tecnici in assoluto e si accompagna ad un iridescente Luma sul campo di battaglia.

Il bello è che lo sfavillotto e Rosalina sono connessi ed a ogni input dato alla prima il secondo reagisce prontamente; è possibile dunque, con un bel po’ di pratica, comandarli quasi all’unisono (ricordano Popo e Nana di Melee) e utilizzare il paffuto proto planetoide come body guard improvvisato.

Certo tutto è molto più plausibile sulla carta che non in pratica, visto che la giusta sinergia è ardua da trovare e richiede una certa perseveranza per essere mantenuta; non ci sorprenderebbe dunque vederla prevalentemente, in futuro, tra le mani dei giocatori più smaliziati ed abili.

Tolta la possibilità di aiutarsi con Luma la bionda spaziale sa difendersi discretamente: la recover è una proiezione molto lunga anche se non sempre semplicissima da controllare e la “down-B” permette di attirare a se tutti gli oggetti che si trovano nelle vicinanze.

Potete immaginare la soddisfazione nel soffiare da sotto il naso un Heart Container ad un altro giocatore o nel far man bassa di tutti gli item più letali.

Non è comunque consigliabile rimanere da soli troppo a lungo preso atto che, senza Luma, Rosalina è si autosufficiente ma rischia di perire contro avversari più aggressivi (nonostante il buon numero di possibilità difensive di cui è dotata).

Villager

villager9_  super_smash_bros_female_villager

ssb4-villager-attack-1  super-smash-bros-for-wii-u-Villager

Prendete il paragrafo dedicato a MegaMan; Fatto? Applicate il ragionamento della mappatura un po’ atipica ed elevatelo all’ennesima potenza!

Tutto strambo, questo Villager, dotato com’è di una moltitudine di attacchi uno più versatile dell’altro ma che, a differenza di quelli dell’automa che fu di Keiji Inafune, non sono sempre facili da utilizzare al momento esatto e nel giusto contesto.

Altro personaggio un po’ spigoloso sulle prime dunque ma che può dispensare belle soddisfazioni se compreso e studiato a fondo; le smash non godono di una grandissima portata ma se ne apprezza l’eccentricità: con quella rivolta verso il basso potete addirittura sotterrare l’avversario!

Tutto il moveset dello spensierato e sogghignante Villager è dunque estremamente particolare e non può essere inserito in un comparto preciso: ci sono attacchi a distanza, precauzioni difensive, smash dalla gittata lunga ed altre che infieriscono solo su chi si trova nelle immediate vicinanze, tecniche dall’effetto subitaneo ed altre che colpiscono in ritardo e dunque da pianificare con largo anticipo.

Ve lo diciamo per esperienza personale: se usato correttamente può farvi impazzire! Il suo sguardo vacuo ma allo stesso tempo sereno e beffardo vi impedirà di volergliene, comunque!

Greninja

large  tumblr_n3qii0QC4Q1sw8d3mo3_1280

tumblr_n4a5ltSAzM1sw8d3mo1_1280  untitled

Sheik non era presente nella schermata di selezione iniziale ed è dunque spettato a Greninja mantenere intatto l’onore dei guerrieri ombra del mondo Nintendo.

Il Pokémon proveniente dalla regione di Kalos, che salvo future sorprese pare aver fatto le scarpe a Mewtwo, sa farsi rispettare grazie alla rinomata agilità e ai suoi attacchi a base di lame acquatiche.

Di primo acchito ci ha ricordato un Meta Knight allampanato, la sua offensiva composta per la gran parte di fendenti rapidi e continui, supportata da special basate sull’elusione e la destrezza, lo rende un vero inferno da avvicinare e colpire. Per bilanciare la situazione è privo di attacchi da K.O. significativi e la sua unica arte a distanza (lo shuriken d’acqua) è dotata di una gittata breve anche se caricata al massimo.

La Smash finale si basa sulla medesima dinamica di Grande Etere (Ike) e dunque va a segno solo se il primo colpo si infrange su uno degli oppositori.

E con questo abbiamo veramente analizzato, approfondito e sviscerato tutte le informazioni più importanti che ci è capito di cogliere; ci si è pesantemente dilungati, ne converrete, ma l’impressione ed il timore di avere dimenticato qualcosa sono sempre dietro l’angolo quando un titolo di tale importanza incombe. Se dovesse essere questo il caso non fatevi remore a chiedere, magari potremmo avere a disposizione il chiarimento di cui avete bisogno!

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up