The Incredible Adventures of Van Helsing II – Ink Hunt – Recensione

Recensioni Videogiochi 1.0 Videogiochi

Van Helsing II Ink Hunt

NOTA: Per poter giocare a questo DLC è necessario aver completato la campagna principale ed avere un personaggio che abbia raggiunto il livello 60;

A meno di un mese dall’uscita del soddisfacente The Incredible Adventures of Van Helsing 2, Neocore Games propone il DLC Ink Hunt, una mini-avventura che fa seguito alle vicende finali del secondo capitolo. La sua peculiarità sta nell’essere ramificato esclusivamente nell’Inchiostro, materiale oscuro di creazione e sogni che gorgoglia sotto la pelle del mondo che permette l’accesso ad un’altra dimensione, composta da reami arcani e perduti le cui pareti si sfaldano al tocco e in cui risiedono bizzarre creature.
Diversamente dai DLC prettamente connessi ad abilità e classi presenti nel primo capitolo, Ink Hunt rappresenta una esperienza più complessa ed inedita, proponendo nuove quest e personaggi con cui interagire, quattro inedite e variopinte ambientazioni (Santuario, Isola delle Ossa, Miniere del Cuore di Inchiostro, Roccaforte di Cristallo), nonché nuovi oggetti da equipaggiare, nuovi nemici da abbattere e gli immancabili easter eggs.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=KvYY7qWGE6I]

Dopo un breve riassunto degli ultimi eventi, con la sconfitta del generale Harker e il tradimento del prigioniero Sette, il gioco inizia con Van Helsing e Lady Katarina intenti a varcare un misterioso passaggio verso l’Inchiostro, apertosi improvvisamente presso la base della Resistenza. Successivamente, si scoprirà che l’accaduto è legato alle misteriose macchinazioni del prigioniero Sette, intento a settaggiare l’Inchiostro alla ricerca di un raro materiale chiamato Ruggine e del Maestro delle Porte.

Il comparto grafico e sonoro risulta invariato, mantenendo la sua discreta qualità. Le nuove mappe, più piccole rispetto a quanto visto nel capitolo principale, presentano un level design semplice ma azzeccato e l’aspetto delle nuove creature riflette a dovere i canoni della serie, con parecchi nuovi elementi che vanno ad arricchire il già cospicuo bestiario.

VERDETTO FINALE

Neocore Games ha presentato il suo DLC con le seguenti parole: “The Ink Hunt DLC contains four unique maps with a strong central storyline”.
Sebbene le due ore di gioco aggiuntive siano intrinseche della stessa qualità che permea il titolo portante, la premessa degli sviluppatori può ritenersi veritiera a metà, in quanto da un lato ci si trova effettivamente davanti ad ambientazioni uniche, ma dall’altro non è presente nessun arricchimento o approfondimento concernente la trama che valga la pena di citare.
Nonostante sia piacevole constare un ritorno all’Inchiostro, mancanza che avevo fatto notare in fase di recensione di Van Helsing II, Ink Hunt rappresenta un DLC accessorio e una esperienza facoltativa, il cui acquisto è da valutare.

 

Dopo aver assaporato esperienze single player magnetiche come Doom II, Baldur’s Gate, StarCraft e The Curse of Monkey Island, Marco non ha più voluto separarsi dal PC e tuttora coltiva la sua passione videoludica su questa unica e sola piattaforma, prediligendo quei videogiochi dalle atmosfere evocative ed ammalianti e dalle storyline con pathos e carisma.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up