Iniziate le riprese in Alto Adige di “The Way of the Eagle” con Jean Reno

Cinema Featured

OPPITZ Foto m-8120

Mesi di cinema e tv in Alto Adige. A battere il ciak di inizio riprese a giugno è stata la produzione austriaca Terra Mater Factual Studios per “The way of the Eagle” (titolo provvisorio) di Gerardo Olivares, che vede tra i protagonisti la star francese Jean Reno, al fianco di Tobias Moretti (vincitore, quest’anno, come miglior attore non protagonista agli Oscar tedeschi) e del giovane Manuel Comacho. La pellicola è un racconto di formazione che vede intrecciarsi la vita di un ragazzo, Luca, con quella di un cucciolo di aquila abbandonato.

Ad inaugurare, in maggio, la bella stagione in Alto Adige sono state invece due importanti produzioni italiane: l’Indiana Production Company con Rai Cinema e in co-produzione con la francese 247 Films ha girato “Alaska” (titolo provvisorio), il nuovo film di Claudio Cupellini che vede nel cast Elio Germano, Alba Rohrwacher e Àstrid Bergès-Frisbey, e la Vivo Film con la Colorado Film Production in co-produzione con la svizzera Bord Cadre Films, la tedesca The Match Factory Production e l’albanese Erafilm hanno lavorato alle riprese di “Vergine giurata” (titolo provvisorio), opera prima di Laura Bispuri.

Il 13 giugno è stato inaugurato inoltre il set altoatesino di “Honig im Kopf” (titolo provvisorio), la nuova commedia drammatica dell’attore e regista tedesco Til Schweiger, che è allo stesso tempo autore, produttore e regista di questo film. Le riprese interesseranno il territorio altoatesino per circa due settimane e si svolgeranno principalmente nelle zone tra Bressanone, Bolzano, Appiano e il Lago di Landro. A produrre il progetto è la tedesca Barefoot Films, in co-produzione con la Warner Bros. Film Productions Germany e la Seven Pictures Film.

OPPITZ Foto m-7923

La città di Bolzano questo mese sarà anche la location di “Georg Elser – Es muss sein!” (titolo provvisorio) di Oliver Hirschbiegel, prodotto dalla tedesca Lucky Bird Pictures. La pellicola racconta la storia dell’attivista tedesco Georg Elser, un falegname di Königsbronn, che ideò un attentato a Monaco contro Hitler mancando però il suo obiettivo di soli 13 minuti.

Non solo cinema, nelle scorse settimane sul territorio altoatesino sono arrivati anche Lux Vide per girare la terza stagione di “Un passo dal cielo”. La serie, che ha riscosso un grande successo di pubblico nelle passate stagioni, vede nuovamente come protagonista Terence Hill. Faranno da sfondo alle riprese il paesino di San Candido, Sesto, Dobbiaco e il Lago di Braies (Alta Pusteria).

Sempre per la televisione, è atteso in Alto Adige anche il set della serie tv, “Grand Hotel” (titolo provvisorio), che vede coinvolti tra i partner produttivi Cattleya e Rai Fiction.

Infine, sempre tra i progetti per il piccolo schermo, la produzione tedesca Roxy film girerà in Alto Adige in co-produzione con l’austriaca EPO Film “Luis Trenker – Der schmale Grat der Wahrheit” di Wolfgang Murnberger. Le riprese dureranno per circa 20 giorni a partire da inizio luglio. Location del film saranno Bolzano, il Lago di Carezza in Val d’Ega, la Val Gardena e l’Alpe di Siusi.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up