The Amazing Spider-man 2 (videogame) – Recensione

Scheda gioco
Titolo: The Amazing Spider-man 2
Genere: action free-roaming
Data di uscita: 02/05/2014
Sviluppatore: Beenox
Publisher: Activision
Piattaforme: Ps3, Ps4, Xbox 360, Xbox One, WiiU, Pc
Localizzazione: italiana

Il ritorno dell’uomo ragno

Quest’anno è uscito al cinema il nuovo film dedicato al celebre uomo ragno, quel Amazing Spider-man 2 tanto atteso dai fan dei super-eroi. Ovviamente Activision per l’occasione ha affidato al team Beenox (già responsabile del primo capitolo uscito nel 2012) la trasposizione videoludica del blockbuster cinematografico. Il problema di queste operazioni è di solito la qualità; tempi ristretti per lo sviluppo e budget limitato finiscono quasi sempre per zoppare la bontà del gioco. Anche questa volta purtroppo si è scesi a molti compromessi e il titolo non riesce ad eguagliare il mediocre predecessore, portando sulle nostre console un prodotto adatto solo agli appassionati disposti a chiudere un occhio sui molti difetti che caratterizzano l’opera di Beenox.

Da grandi poteri derivano trame mediocri

La storia che ci accompagnerà durante l’avventura non sarà legata al film e partiremo rivivendo l’uccisione dello zio Ben da parte del rapinatore che non abbiamo fermato. Concluso il breve prologo ci troveremo nei panni di un giovane Peter Parker che dovrà ripulire la città da giustizieri, mafia russa e dalla malvagia multinazionale Oscorp corporation. Insomma, un calderone di cattivi che dovremo sconfiggere durante la manciata di ore delle missioni principali. La trama risulterà quindi mediocre ma comunque godibile, solo non aspettatevi un’opera come la serie Arkham, ma una storiella semplice semplice.

Che noia Manhattan

Il gameplay del gioco è molto simile al primo capitolo e purtroppo i pochi cambiamenti apportati non migliorano, ma vanno a peggiorare la situazione; girare per la tristissima e vuota città non sarà divertente come dovrebbe esserlo vestendo i panni di un super eroe, infatti il sistema per “danzare” tra i palazzi con le ragnatele è fatto male e risulta scomodo, spesso capiterà di confondersi e rallentare l’azione. Con un tasto (R1 sulla versione ps3 che abbiamo provato) potremo proiettarci direttamente su un tetto vicino oppure potremo compiere salti enormi per raggiungere punti elevati. Certamente Beenox dovrebbe rivedere la fruibilità di questi comandi per renderli più immediati e soprattutto far divertire il pubblico usando l’uomo ragno. Il sistema di combattimento è molto simile a quello di Batman, con counter di combo e un segnale visivo che ci indicherà quando un nemico starà per attaccare, ma di certo non ha la stessa cura e risulta molto più spartano e impreciso. Potremo togliere le armi ai cattivi con le nostre ragnatele o agire in alcuni casi in modo stealth, bloccando a terra i nemici grazie alle nostre fide ragnatele. La durata del gioco è misera, ma per fortuna potrete allungare il brodo svolgendo dei compiti secondari come salvare dei civili da incendi, fermare auto con a bordo criminali, scattare foto a scene del crimine o persone sospette, compiere percorsi a tempo utilizzando le nostre capacità acrobatiche e altro ancora. L’unica utilità di queste missioni è quella di migliorare la nostra reputazione e guadagnare punti per i potenziamenti. Inoltre ci saranno molti collezionabili nascosti per la città e vari costumi da conquistare. Vi anticipo che nel gioco vedrete Stan Lee in un divertente cameo e potrete tornare a casa per rilassarvi togliendo per un po’ il costume. Quello che manca a questo titolo per superare la sufficienza è un gameplay divertente, una città viva e ben costruita e una realizzazione tecnica al passo dei rivali.

Old-Old gen

Tecnicamente parlando l’opera di Beenox è davvero scialba; si salva solo il modello di Spider-man, degnamente realizzato. La cosa peggiore è la riproduzione della città, povera di contenuti e artisticamente deprimente, caratterizzata da un forte pop-up da inizio generazione. Le strade risulteranno vuote e tutte uguali, con alberi e zone verdi oscene. Di certo siamo lontani una generazione da Gta V. I nemici sono tutti molto simili tra loro e presentano texture mediocri e poca espressività, insomma saranno semplici marionette.

Solo per fan accaniti

Tirando le somme consigliamo il gioco solo ai fan accaniti di Spiderman, che comunque avranno la possibilità di vedere i personaggi del fumetto, vari costumi e impersonare il loro personaggio preferito. Per tutti gli altri invece si consiglia di saltare l’acquisto e indirizzarsi verso prodotti migliori.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.