Capcom vuole ridurre i tempi di sviluppo per i suoi videogiochi

Capcom ha dichiarato che ha intenzione di dimezzare i tempi di sviluppo per i videogiochi, passando dai quattro anni ai due anni e mezzo di sviluppo. Per fare questo l’azienda ha incrementato la forze lavoro, anche se aumenterà i costi. Creare sempre nuovi contenuti, però, permetterà allo sviluppatore di sopravvivere alla sempre più accesa competizione globale. Questo vuol dire anche che lo sviluppatore proseguirà nella sua rischiosissima politica dei DLC per supportare al meglio i suoi videogiochi. Questa strategia è già stata applicata per due titoli, Lost Planet 3 e Resident Evil 6, usciti a due anni e mezzo di distanza dai predecessori.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.