Castlevania Lords of Shadow 2: Revelations – Recensione

LoSR cover

Titolo: Castlevania Lords of Shadow 2 – Revelations
Genere: DLC Action
Sviluppatore: MercurySteam
Publisher: Konami
Numero di giocatori: 1 offline
Cooperativa: Assente
Risoluzione Video: fino a 1080P
Piattaforme: PC/Xbox 360/PS3
Localizzazione: Sottotitoli in italiano

Introduzione

Castlevania Lords of Shadow 2 è stato fortemente criticato per via di alcune scelte degli sviluppatori, soprattutto le sessioni stealth e, più in generale, le parti ambientate nel futuro, nonostante ciò era già in programma il rilascio di un DLC con protagonista Alucard, il figlio di Dracula che nelle ultime ore di gioco si è reso parte della trama fin dall’inizio. Il nome del DLC è “Revelations” e promette di rivelare, appunto, quei punti oscuri nella storia e il finale che ci ha lasciati un po’ a bocca aperta.

Rivelazioni

Che Alucard sia il personaggio più amato di Castlevania non è un mistero, non solo in SOTN, ma anche in questa nuova versione della saga di Lords of Shadow fa sempre una certa figura, e nel secondo capitolo è apparso quasi alla fine con un gran colpo di scena che ha decisamente ingarbugliato ulteriormente una trama poco chiara, sfociando in un finale poco esaustivo quanto d’impatto. In questa incarnazione inoltre si è dimostrato particolarmente arguto, è stato lui infatti a muovere tutti i tasselli dietro le quinte e a farla perfino a Zobek e Satana. L’avventura non è solo un “vero” e proprio finale bensì rappresenta la visione della storia principale dalla prospettiva di Alucard, restituendoci una sceneggiatura davvero illuminante che ci svelerà sottotrame oscure che ci coglieranno di sorpresa più di una volta.

LoSR 03

Spada > Frusta

Per quanto Gabriel, sia da umano che da Signore dei Vampiri, sia stato un personaggio carismatico, controverso e triste allo stesso tempo, il fascino di Alucard non ha eguali, impersonare due personaggi tanto diversi ha portato delle modifiche anche al gameplay ovviamente.
Eliminate le orribili sezioni “stealth” e le deboli sezioni platform noteremo da subito un’impronta decisamente più action e saremo felici di constatare che l’avventura è sviluppata nel castello e non nella città moderna, non esistono neanche enigmi, azione pura e cruda intrisa di un livello di difficoltà maggiore rispetto all’avventura principale.
Invece di una frusta di sangue brandiremo la Crissaegrim, la lunga spada vista già nell’avventura principale, affiancata da altre due spade che prendono il posto della Spada del Vuoto e degli Artigli del Caos. Con una sarà possibile recuperare energia facendo fuori i nemici e con l’altra potenzieremo i nostri attacchi riuscendo a frantumare gli scudi, il solito insomma. Anche qui è presente un sistema di upgrade ad albero per sbloccare nuove mosse e potenziamenti. Le abilità di Alucard consistono nel potersi trasformare in uno stormo di pipistrelli per poter raggiungere posti distanti e in un lupo spettrale per poter passare attraverso grate e cancelli, ultima ma non meno importante è la “Timeless Vision” che permetterà a certi oggetti distrutti di tornare intatti per poterci permettere di proseguire.

LoSR 02

Aspetto tecnico

Il comparto grafico sembra essere leggermente migliore del titolo principale: illuminazione più curata e cali di frame-rate quasi nulli fanno sempre bene. Nel sonoro nulla da rimproverare, musiche sempre squisitamente orecchiabili e doppiaggio ben realizzato. Non ho riscontrato nessun bug (a differenza del gioco principale come scrissi nella recensione)

Conclusioni

Castlevania Lords of Shadow 2: Revelations è un DLC fantastico, con un costo medio-basso (sui 7 €), una longevità sulle 6 ore e una carrellata di rivelazioni unite ad un gameplay puramente action mi sono sembrate un po’ un farsi perdonare da parte di Mercury Steam di quelle scelte che non hanno reso il secondo capitolo di LoS grande come il primo, e ci sono riusciti in pieno. Fossero tutti così i DLC avrebbero un po’ più senso.
Requisiti minimi:

– Windows XP SP3
– 2.4GHz processore Dual Core
– 2 GB RAM
– Scheda video con 512 Mb
– Direct X9

Requisiti consigliati:

– Windows 7/8
– Processore Quad Core
– 2 GB RAM
– Gioco principale
– Scheda video con 1024 Mb
– Direct X11

– Controller pienamente supportato


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.