The Wolf Among Us: Episode 1 – Faith – Recensione

TWAU Cover

Titolo: The Wolf Among Us: Episode 1 – Faith
Genere: Avventura grafica
Sviluppatore: Telltale Games
Publisher: Warner Bros Entertainment
Numero di giocatori: 1
Cooperativa: Assente
Risoluzione Video: fino a 1080P
Piattaforme: PC/Xbox 360/PS3/iOS
Localizzazione: Totalmente in inglese (in italiano su pc tramite patch fan-made)

Uno Shrek violento

Il videogame è interamente basato su una nota serie di fumetti americana della Vertigo, “Fables” di Bill Willingham, che racconta le vicende dei personaggi delle fiabe costretti a rifugarsi nel nostro mondo essendo stati cacciati da un nemico chiamato semplicemente “L’Avversario”. Sostano a New York nel quartiere di Fabletown assumendo un aspetto umano per potersi confondere con la gente comune, e per far ciò necessitano di una speciale sostanza chiamata “glamour”, altrimenti saranno rinchiusi in una prigione chiamata “farm”. La situazione insomma non è facile e tutti sono alla ricerca di questa droga, non esistono più le principesse e l’unico “sceriffo” che controlla un po’ la situazione è il protagonista che impersonificheremo, tale Bigby Wolf, proprio il lupo cattivo delle favole di Cappuccetto Rosso e i Tre Porcellini! Chi, come il sottoscritto, non ha ancora letto il fumetto originale può star tranquillo perché Telltale Games ha pensato anche a questo, infatti gli eventi qui narrati sono un prequel dell’opera cartacea. Detto ciò diamo un’occhiata al gameplay.

TWAU 00

Una favola per adulti

Come da tradizione Telltale anche The Wolf Among Us come The Walking Dead è un’avventura grafica con scelte multiple e svariati QTE (Quick Time Events). Non ci sono particolari azioni da poter fare, la libertà di gioco è quasi nulla, ci limiteremo infatti a far muovere Bigby Wolf, raccogliere oggetti, fare scelte ma nel complesso la linea di gioco è quasi del tutto dettata. Per risolvere un caso di omicidio che ha colpito la comunità di Fables dovremo affrontare delle fasi d’investigazione lente, facili da risolvere (e noiose) intrise di dialoghi con altri personaggi, qui le scelte da compiere però sono meno “importanti” di quelle che si prendevano in TWD, complice forse anche un’atmosfera meno inquietante e, a tratti, anche un po’ comica: ad esempio dove nell’altro titolo eravamo noi a decidere chi moriva e chi no, qui ci limiteremo a decidere se essere più o meno violenti negli interrogatori. Le fasi d’azione invece sono davvero incredibili, basate su inseguimenti e scontri mozzafiato, il tutto tramite una corretta e tempestiva pressione dei tasti che ci daranno soddisfazione, il primo scontro tra l’altro si ha proprio nei primi minuti di gioco con un nostro acerrimo nemico, il Cacciatore dalla favola di Cappuccetto Rosso che qui sembra un po’ il cattivo della situazione (curioso vero?). Scordatevi enigmi di alcun tipo, come ho accennato prima nonostante il ritmo sia sempre serrato e coinvolgente se avete giocato TWD o Jurassic Park sentirete un po’ la sensazione di esser tenuti per mano rendendo il tutto un po’ più semplice. Per ovviare in parte a questo potremo anche disabilitare i suggerimenti con gli oggetti, dovendo provare più volte. Davvero degni di nota i vari personaggi e come sono caratterizzati (uno dei Tre Porcellini è un alcolizzato, Biancaneve, ora segretaria sono solo due esempi) ma non voglio dirvi altro per non rovinarvi la sorpresa.

TWAU 01

Aspetto tecnico

Premettendo che la versione qui testata è quella Xbox 360 tecnicamente questo titolo prende quasi tutto da TWD, a primo impatto è praticamente identico, il cell-shading perfettamente riprodotto è perfetto per la genesi fumettosa dell’opera e il tratto è quello tipico e leggermente grottesco di Telltale Games, colorato con tinte più vivaci e brillanti per meglio adattarsi all’atmosfera più “fiabesca” del titolo. Anche le animazioni hanno subito una riveduta, quelle facciali fanno trasparire le emozioni davvero bene, unite ad un doppiaggio egregiamente azzeccato riescono a farci immergere in tutto nell’esperienza ludica.
Qualche imperfezione con i movimenti purtroppo sono rimaste e la telecamera fissa non è sempre dove dovrebbe essere mostrandoci sezioni che non ci interessano, piccoli difetti comunque sostenibili nel complesso.

Come da “tradizione” anche stavolta non sono presenti sottotitoli ufficiali in italiano ma grazie allo sforzo di un gruppo di fan potrete cercare su Google la relativa patch di traduzione.

TWAU 02

Conclusioni

Nonostante ciò comunque questo primo episodio di The Wolf Among Us, Faith, risulta essere un titolo molto valido, coinvolgente e che sa alternare diverse fasi nel gameplay assolutamente valido, i colpi di scena e personaggi che cattureranno la nostra attenzione fino al finale assurdo, la mancanza di un supporto ufficiale alla traduzione italiana è davvero un passo falso ma per fortuna grazie all’instancabile lavoro dei fan questo non sarà un problema, attendiamo con ansia i prossimi episodi sicuri che andranno per il meglio!

 

Requisiti minimi PC:

– Windows XP SP3
– 2 GHz processore Dual Core
– 3 GB RAM
– 4 GB di spazio libero su disco
– Scheda video con 512 Mb
– Direct X9


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.