Castlevania Day – Una giornata indimenticabile per ogni fan della saga

Uggiosa nacque la giornata, Il sole insisteva capriccioso nella sua alcova e al suo posto eserciti di nere nubi di pece e rabbia si davano battaglia sopra Roma, inondandone gli abitanti col freddo sangue dei caduti.

Mesto avanzai in quel turbinio di strade, dove carri a motore sfrecciavano via impauriti dai fragori della battaglia. La mia meta era chiara ma del tutto oscuro mi appariva ciò che mi aspettava. Giunsi ridosso all’entrata, Vigamus, questo recitava un insegna, con l’invito a scendere nelle profondità del palazzo. Deglutii, mi feci forza, in fondo ero stato invitato e se anche il mio giungere in anticipo avesse potuto coglierli di sorpresa, di certo non avrebbero potuto scagliar su di me lame d’ira.

Vigamus-logo

Gradino dopo gradino scesi le rampe di scale e sentii chiaramente la temperatura alzarsi; segno che la via portasse realmente negli inferi?

Giunto all’ingresso mi parve davanti l’eretta statua di qualche antica divinità pagana, che,  armata di arco, osservava chiunque varcasse la soglia.  Di fianco ad essa,  seduto dietro al suo bancone stracolmo di carte e registri, attendeva il guardiano che vedendomi mi intimo : << buonasera, mi dica!  >>

<< son qui per la festa>> risposi

<< ooooh>> intercalo << ma siete in anticipo… >> mi guardò con quei suoi cupi occhi taurini e continuò << ma non vi preoccupate>> gli esplose un sorriso sul volto << chi siete? Vi manda forse qualcuno?>>

<< si signore! Vengo a nome di MYREVIEWS, il giornale digitale>>

<< oooh>> di nuovo << certo certo,  ecco,  prendete pure il vostro invito e lasciate che vi accosti una delle nostre ancelle>>

Si issò in piedi e in una lingua a me ignota,  composta quasi esclusivamente da suoni gutturali, tuonò un ruggito forte al punto da far chiudere la porta alle mie spalle. Subito di gran carriera, giunse l’ancella che porgendomi la mano si presentò. Ma ahimè, sordo a tal lingua non capii a pieno il suo nome, compresi solo che aveva a che fare con la fede. Mi mostrò la struttura, ornata di teche stracolme di reliquie dei tempi andati, ricordi di vecchie glorie ormai sopite e dimenticate.

Parlando mi scoprì subito in fallo, fin troppo chiaro doveva essere in me il senso di ignoranza su quel che riguardava la festa. Non risparmiò gli insulti e cocente bruciava nei suoi occhi la delusione… Ma ebbe pietà. Si! Ebbe pietà di me e mi condusse in una piccola stanza stracolma di materiale

<< avete tempo, studiate un po>> disse e mi lascio lì in attesa, in attesa di quel che sarebbe stato…

( i fatti, le descrizioni, le lingue e i luoghi potrebbero non essere realmente state come scritto nel sopra estratto)

Ora,  scherzi a parte,  venerdì 28 febbraio, si è tenuto il Castlevania Day,  in onore del lancio del nuovo titolo di casa Konami, Castlevania Lods of Shadow 2. L’ evento,  senz’altro ben riuscito dal punto di vista organizzativo, più che incentrato sul nuovo titolo,  di cui ci sono stati mostrati alcuno making-off, intendeva ringalluzzire,  negli appassionati, o addirittura far nascere nei neofiti,  l’amore per la saga, e con esso far rivivere i ricordi di una storia che vive da oltre 20 anni.

WP_20140228_15_31_00_Pro-642x362

Tutto infatti era centrato su quello che è stato. Le postazioni di gioco vedevano probabili tutti i principali titoli per console fisse,  dal primissimo Castlevania per NES, al primo Lord of Shadow; lo stesso cuore dell’evento e stato un ricordiamoli, con Stefano Spinosa, uno dei principali esponenti di GamesCollection, che ha tenuto una conferenza sulla saga, parlando di ogni titolo che la compone, compresi spin-off e titoli portatili. Il tutto aperto dalla lunghissima proiezione di tutte le cut-scenes di CLoS, così da poter rivivere tutti assieme il “dove eravamo rimasti”.

In sostanza è stata una bellissima serata pregna di gioia e ricordi, conclusasi con un simpaticissimo quiz a premi, con in palio poster e copie promo del gioco.

Questo è stato solo il primo di tanti eventi che la nostra redazione vivrà in quel del Vigamus. Ci auguriamo di trovare anche voi tra le fila di nerd esaltati che assaliranno il museo.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.