fdsa

Titolo: Fable Anniversary
Sviluppatore: Lionhead Studios
Publisher: Microsoft
Piattaforma: Xbox 360
Numero giocatori: 1
Localizzazione: completamente in italiano

Nel lontano 2004 il visionario Peter Molyneux face arrivare Fable sulla prima Xbox, e l’hype era alle stelle a causa delle sue dichiarazioni su come il gioco sarebbe stato rivoluzionario, con un’infinità di caratteristiche che sembravano impossibili da realizzare. E infatti lo erano. Molyneux purtroppo dovette fare i conti con i limiti della tecnologia all’epoca (anche se alcune idee probabilmente nemmeno con i mezzi attuali sarebbero possibili), ma nonostante la delusione per le mancate promesse Fable fu comunque uno dei migliori giochi usciti su Xbox: a distanza di 10 anni arriva nei negozi Fable Anniversary, riedizione in alta definizione del gioco che è diventato una delle esclusive simbolo della console Microsoft insieme ad Halo e Forza Motorsport.

fdsa

La trama del gioco naturalmente è rimasta la stessa dell’originale, e nei panni di un giovane accolto nella Gilda degli Eroi dopo aver perso genitori e sorella in un attacco al villaggio di Oakvale dovremo farci strada tra numerose missioni per forgiare il nostro destino, sia che vogliamo diventare degli eroi senza macchia sia che preferiamo cedere al “lato oscuro”. La caratteristica principale e più innovativa del Fable originale era proprio il fattore “social”: ogni azione compiuta (anche le più piccole) influenzano la nostra moralità verso il bene o il male, e gli abitanti di Albion reagiranno alla nostra presenza acclamandoci, insultandoci o temendoci a seconda della nostra fama di persona buona o malvagia.

Per relazionarci con gli abitanti possiamo inoltre ricorrere ad una serie di gesti ed espressioni di diversi tipi, che possono passare da semplici saluti e gesti galanti per corteggiare ragazze a rumorosi peti, balletti improvvisati e altre stravaganze varie.

Come nella realtà comunque non sarà mai possibile piacere a tutti: ogni abitante infatti ha una propria personalità, per cui potremmo trovare chi ci preferisce buoni e chi ci preferisce invece un po’ più malvagi, passando poi anche per chi ci giudica in base all’aspetto fisico, anch’esso influenzato sia dalla moralità sia dal modo di mangiare e combattere. Assumere troppi dolci per recuperare le forze porterà all’ingrassamento, e prediligere la magia farà apparire delle linee luminose azzurre (se si usa maggiormente la magia bianca) o rosse (per la magia oscura) sul nostro corpo. Basterà quindi dare una semplice occhiata al nostro personaggio per capire al volo il nostro allineamento morale.

fas

Dal punto di vista del gameplay, Fable Anniversary si pone come un action-RPG in cui potremo affrontare i vari nemici con armi bianche, armi a distanza e magia. L’inventario quindi comprenderà spade, asce, mannaie, archi, balestre e incantesimi di ogni tipo, come palle di fuoco, fulmini, poteri che rallentano il tempo, evocazione di mostri e tanti altri ancora, e tutti combinabili tra loro per creare effetti devastanti. Accumulando esperienza inoltre si potranno migliorare sia le nostre statistiche di attacco, difesa, salute, velocità, astuzia e volontà, sia la potenza e la durata degli incantesimi.

La mappatura dei comandi è stata modificata rispetto al gioco originale e sostituita con quella già vista in Fable 2 e 3, che risulta più comoda e intuitiva. Non convince invece del tutto il sistema di lock-on che in più di una occasione risulta problematico, specialmente quando si hanno alleati vicino non sarà raro colpirli per errore visto che vengono agganciati come nemici.

grew

Purtroppo i problemi non finiscono qui: Fable Anniversary è afflitto da pesanti cali di frame-rate (specialmente nella prima parte dell’avventura), e nonostante siano già uscite delle patch correttive che in parte hanno risolto il problema la situazione risulta tuttora ai limiti dell’accettabile.

Anche le animazioni sono un tallone di Achille del gioco, poiché sono rimaste invariate rispetto a quelle di 10 anni fa, risultando quindi estremamente legnose e innaturali.

Per quanto riguarda il lavoro di rimasterizzazione invece il lavoro svolto è più che buono, con un Unreal Engine che svolge egregiamente il suo lavoro, offrendoci un’Albion mai così bella e suggestiva.

Fable Anniversary può essere portato a termine in circa 12-15 ore, a cui se ne possono aggiungere altre 5-6 se si decide di portare a termine tutte le missioni secondarie e cercare le varie armi leggendarie. Inoltre sono presenti una serie di missioni aggiuntive tratte da The Lost Chapter, ovvero dalla versione “definitiva” del gioco uscita nel 2005.

Degna di nota infine l’integrazione con l’app Xbox Smartglass, grazie alla quale potremo vedere sul nostro tablet o smartphone la mappa di gioco, leggere curiosità e retroscena, scoprire le locazioni di posti e scrigni segreti, oppure confrontare immagini della versione originale con quella rimasterizzata

fajf

VERDETTO FINALE

Fable Anniversary purtroppo si rivela un prodotto adatto principalmente ai fan sfegati della serie, che conoscono già il gioco e sanno a cosa vanno incontro: il target di questa edizione dovrebbe essere invece chi non ha mai avuto modo di giocare il primo episodio, ma se siete tra questi troverete un gioco che all’epoca riuscì a stupire e appassionare, ma dopo tutto questo tempo il peso degli anni si fa sentire parecchio e non restituisce le stesse sensazioni che ne decretarono il successo, risultando quindi molto meno interessante rispetto al passato, il tutto afflitto da diversi problemi di frame-rate nonostante il buon lavoro svolto invece sul comparto grafico. C’è da dire che la “colpa” è del genere stesso a cui appartiene Fable Anniversary che si è evoluto molto in questi tempi (in parte proprio grazie a Fable) e ci ha abituato a standard molto più elevati, ma con un taglio di prezzo ci si può fare un pensiero, quantomeno per scoprire (o ricordare) un titolo che, nel bene o nel male, è di sicuro entrato di diritto nella storia dei videogiochi.

I videogiochi non sono solo una passatempo per Andrea: da anni ormai scrive su riviste e siti specializzati, trasformando così la passione in lavoro. Ha una ossessione al limite del maniacale per Batman, Star Wars e il collezionismo di statue e collector's edition di videogiochi, tanto che la madre ancora si chiede perché semplicemente non si droghi come tutti i ragazzi della sua età... di sicuro spendeva di meno.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com