J.R.R. Tolkien in mattoncini – Secondo Atto

Header

Dopo la trasformazione in chiave Lego de Il Signore degli Anelli, TT Games ha deciso di ritornare nella Terra di Mezzo e ricostruire cosi Lo Hobbit in mattoncini colorati. Abbiamo assistito alla presentazione Italiana di Lego: The Hobbit, in uscita quest’anno in contemporanea con il Blu Ray del secondo capitolo della Trilogia di Jackson: La Desolazione di Smaug. In Lego: The Hobbit potremo ripercorrere le avventure di Bilbo Baggins, Gandalf e della compagnia di nani guidata da Thorin Scudo di Quercia.

Partiremo quindi dalla Contea per aiutare Thorin e i suoi compagni nani a riprendersi sulla Montagna Solitaria il Regno Perduto di Erebor. Durante il nostro viaggio potremo visitare tutti i luoghi chiave di cui si parla nel libro (e nei film). Alla presentazione era presente Tim Wileman, Associate Producer presso lo studio di sviluppo TT Games, che ha raccontato le novità del gioco durante una dimostrazione in due livelli: La Contea e Le Caverne dei Goblin. Sin dall’inizio abbiamo notato che il gameplay è pressoché rimasto invariato, con ogni personaggio dotato di abilità uniche che costringerà quindi il giocatore ad usare una buona dose di strategia per superare ogni livello. Come già accade da Lego: Il Signore degli Anelli, il mondo sarà liberamente esplorabile, e ci saranno delle missioni secondarie per poter completare al 100% il gioco. Novità molto interessante, già introdotta in Lego: The Movie, è quella di dover costruire degli oggetti complessi tramite un “mini-cad“: per esempio, nel primo livello dovremo costruire la tavola nella casa di Bilbo, ma per farlo ci serviranno i materiali; una volta recuperati potremo quindi accedere alla costruzione durante la quale andrà selezionato il pezzo indicato entro un certo tempo limite, o perderemo i gettoni che ci permettono di completare il livello al 100%.

LEGO The Hobbit_GoblinTown16

Tu non puoi passare!

Graficamente la demo vista su PlayStation 4 era pulita e sia gli ambienti che i personaggi erano realizzati con la solita cura che tutta la serie LEGO da anni a questa parte ci ha abituato. Il gioco conterrà 80 personaggi differenti e saranno dotati di abilità differenti contando tutte le varianti disponibili. Altra novità coincide con la possibilità di utilizzare due personaggi nani contemporaneamente per “fondere” le loro abilità e risolvere enigmi. Da appassionati, siamo stati molto colpiti da quanto ha mostrato Warner in questa breve ma significativa demo, e sono sicuro che Lego: The Hobbit sarà in grado di dare parecchie ore di divertimento a grandi e piccini grazie ad un gameplay semplice e allo stesso tempo divertente. Unica nota che ci rende perplessi è la scelta di includere solo i primi due film, anche tenendo conto che a Natale si concluderà la trilogia. Chissà se l’ultimo capitolo sarà un DLC o un gioco a se stante, rimarremo col dubbio fino all’annuncio ufficiale.

Lego: The Hobbit sarà disponibile a partire da questa primavera per Xbox One®, Xbox 360®, PlayStation®4, PlayStation®3, Wii U™, Nintendo 3DS™, PlayStation® Vita, e PC. All’interno del Blu Ray de Lo Hobbit: La desolazione di Smaug sarà presente un codice per sbloccare un livello bonus all’interno del gioco.

MyReviews sicuramente recensirà su queste pagine il gioco, non ci resta che dirvi di rimanere sintonizzati! 🙂

Lego: The Hobbit – Gallery 

Lego: The Hobbit – Trailer

 


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.