Sitecom Wi-Fi Modem Router X5 N600 – Recensione

Recensioni Tech 1.0 Tech
Sitecom è un marchio leader in rapida crescita per le reti domestiche e piccole aziende. La sua missione è chiara: “semplificare”. Questo è quanto scritto dal produttore, ed è quello che gli utenti che conoscono Sitecom, si aspettano ogni volta che entra nel mercato un loro nuovo prodotto: impostare facilmente una rete domestica ed espanderla, convertendo i propri prodotti in soluzioni user-friendly, utilizzabili senza alcun problema. Grazie a Sitecom, abbiamo potuto testare il Modem Router Wi-Fi X5 N600. Di seguito le nostre considerazioni in merito.

2218-original Ancora una volta, Sitecom si è reinventata con un nuovo look, e questo si riflette sia nella confezione che nell’aspetto del prodotto. Nella confezione infatti, oltre l’immagine del prodotto, sono descritte le principali caratteristiche del router ed i servizi che esso offre all’utente, come ad esempio il Sitecom Cloud Security, la connessione wireless a 300 Mbps e quella cablata fino a 1000 Mbps, senza dimenticarsi l’uso simultaneo delle due reti wi-fi da 2,4 e 5 GHz e la garanzia di 10 anni.

Ma veniamo al contenuto. Dopo aver rimosso l’imballaggio superiore, ci ritroveremo con una scatola di cartone contenente, sulla parte superiore il router, mentre sul fondo gli accessori. Tra questi un cavo ethernet, uno telefonico, l’alimentatore, il supporto, le viti e la documentazione. Il supporto in dotazione consente al router di essere posizionato sia in verticale che montato sulla parete.

Il router si presenta con un design pulito e professionale con finiture lucide di color bianco e nel lato inferiore il logo Sitecom. I LED di attività si trovano sul lato destro e includono come sempre il segnale per l’interfaccia WAN, 4 porte LAN, le reti wireless da 2.4 GHz e 5GHz, la spia d’accensione, e la funzione OPS. Sul fondo troveremo una maschera con alcune informazioni, i nomi e le password predefinite delle due reti wi-fi, insieme  all’indirizzo MAC ed il numero di serie del router. Sempre qui troveremo le due aree per il montaggio del supporto. Nella parte laterale e attorno a tutto il case troveremo delle fessure che consentiranno la massima circolazione dell’aria. Il lato posteriore è dotato di un interruttore di accensione / spegnimento, una porta DC-IN, una WAN e 4 porte LAN, insieme ad una porta USB 2.0. Non è presente il tasto reset, che viene sostituito in questo caso dal pulsante OPS (One Push Set-up), che può essere utilizzato, oltre che per creare una rete domestica sicura, per resettare il router alle impostazioni di fabbrica mantenendolo premuto per più di 15 secondi. Sull’altro lato del router troveremo il meccanismo per il montaggio a parete e i piedini per disporre il router in posizione orizzontale.

Oltre alla Guida d’installazione, tra la documentazione è presente un volantino con i dettagli di rete predefinita (tra cui l’account di amministratore e la password iniziale dalla schermata di login del browser), un foglio supplementare per il Sitecom Cloud Security, un disco con il software necessario e la “dichiarazione di conformità”. Come abbiamo appena detto, uno di questi fogli ci introduce uno dei servizi che Sitecom offre ai suoi utenti, il Sitecom Cloud Security. Con questo servizio Sitecom compie un ulteriore passo avanti e assicura che è possibile navigare in Internet anche in modo più sicuro, non solo sul PC, ma su tutti i dispositivi della casa collegati alla rete domestica. Non importa se si naviga in Internet su un computer portatile, un tablet, un telefono cellulare o il televisore. Grazie al sistema di sicurezza integrato nel router, tutti i dispositivi collegati in rete saranno protetti contro i pericoli di Internet. Sitecom Cloud Security è composto da quattro elementi che, insieme, rendono più sicuro navigare in Internet. Questi elementi sono antivirus e antimalware, antiphishing, protezione contro siti web non sicuri e blocco della pubblicità. Come ci si aspetterebbe da un prodotto Sitecom, Sitecom Cloud Security è molto facile da installare. Ma attenzione, non è gratuito, anche se possibile testarlo gratuitamente per sei mesi. Come detto in precedenza il router dispone di una connessione wireless fino a 300 Mbps, supportando via cavo una velocità fino a 1000 Mbps. Inoltre si potrà utilizzare contemporaneamente la frequenza standard da 2,4 GHz e la frequenza da 5 GHz, meno congestionata e ottimale per le applicazioni più pesanti quali YouTube, lo streaming di musica e video, e scaricare file di grosse dimensioni. La porta USB integrata ci permette di collegare delle periferiche esterne, quali hard disk, stampanti o webcam condividendoli con tutti gli utenti in rete. Inoltre sarà possibile utilizzare il server multimediale integrato DLNA per lo streaming di film memorizzati sul disco rigido collegato. L’X5 N600 viene fornito con 10 anni di garanzia Sitecom, attivabile registrando il prodotto entro 3 settimane dall’acquisto.

2011-originalSpecifiche del prodotto:

  • Protocollo Standard Wireless 802.11a/b/g/n
  • Velocità Wi-Fi fino a 300Mbps
  • 802.3u 802.3i
  • Siurezza: WPA-TKIP, WPA-AES, WPA2, WPA-Radius
  • Compatibile con IP Dinamico, Statico, PPPoE, PPPoA
  • 4 antenne interne
  • Quality of Service (QoS)
  • Universal Plug & Play (UPnP)
  • Application Layer Gateway (ALG)
  • Aggiornabile IPv6
  • Aggiornamento automatico del firmware

Lo abbiamo già detto, la missione di Sitecom è semplificare, e arrivati all’installazione del router possiamo verificare quanto questa procedura sia molto semplice. Basterà infatti collegare il router alla presa di corrente tramite l’alimentatore fornito, collegare il cavo telefonico alla porta WAN, accenderlo ed il gioco è fatto. Il software rileverà in modo automatico la propria linea e non dovremo fare altro che collegarci alla rete wi-fi inserendo la giusta password. Per gli utenti più esperti e atti a modificare e settare il router a proprio piacimento basterà entrare nella pagina di settings tramite l’indirizzo https://sitecom.modem o https://192.168.0.1

L’X5 N600 sfoggia un’interfaccia utente simile a quella di modelli passati. I menu principali sono posizionati sulla parte superiore e ognuno di essi è dotato di molteplici sotto-sezioni. Cominciamo con il primo menu, che è Status: il suo primo sottomenu è denominato System Status, da qui si possono trovare informazioni sul modello, l’uptime, le versioni hardware / software o il numero di serie. La sezione DHCP Server ci permetterà di configurare le opzioni relative alla LAN e DHCP. Di seguito troveremo la scheda di Device Status che mostrerà l’attuale configurazione del Wi-Fi 2,4 GHz e 5GHz, ma anche la configurazione LAN. Le sezioni IPv4 Status e IPv6 Status mostreranno la configurazione corrente, mentre dal menù DHCP Status, saremo in grado di vedere i dispositivi collegati, i loro indirizzi MAC e anche l’Expiration Time. Dallo stesso menu potremo assegnare un IP statico DHCP. La sezione Log mostrerà ciò che sta accadendo “dietro le quinte”. Potremo anche utilizzare questa sezione per risolvere i problemi nel caso in cui si abbiano problemi di funzionalità con il router. La sezione Statistics visualizzerà i pacchetti che viaggiano attraverso tutte le interfacce.
Il menu successivo, Internet Settings, viene fornito con sole due sotto-sezioni che sono: IPv4 Settings e IPv6 Settings, che potremo configurare secondo le esigenze dell’ISP.
Dal menù 2,4 GHz WiFi e 5GHz WiFi, saremo in grado di configurare le impostazioni avanzate per quanto riguarda la connettività wireless. Nella sezione Enable, potremo disabilitare o abilitare la funzionalità wireless. Dal menù Basic, selezioneremo la modalità di funzionamento, la banda, se la rete debba essere Guest o no, impostare un SSID o selezionare il canale. La sezione Advanced servirà principalmente per la messa a punto dei parametri (adatto per gli utenti più esperti). Nella scheda Security  potremo specificare il tipo crittografia per ogni SSID, o attivare il WMM. La sezione ACL ci permetterà di specificare un filtro per gli indirizzi MAC o permettere il WAC (Access Control Wireless). L’ultima scheda è dedicata alla funzione WPS.
Dal menu Firewall, saremo in grado di regolare altre opzioni di sicurezza. La prima scheda Enable ci permetterà di abilitare o disabilitare la funzione. Dalla sezione DMZ, potremo specificare più zone che avranno accesso illimitato a Internet, mentre il menù DoS ci fornirà alcune opzioni di protezione, come Ping of Death, Port Scan, Sync Flood e così via. Dalla sezione Access potremo attivare il filtro MAC della LAN, e in quella URL Block impedire l’accesso a siti web specifici. IPv6 Filter ci permetterà di creare una tabella di filtro per IP.
Il menu Advanced Settings è dotato di numerose altre sotto-sezioni come quella NAT, dove potremo abilitare o disabilitare la funzione, ma anche un’opzione denominata Hardware Accelerator, per incrementare le prestazioni della rete. Abbiamo poi le solite sezioni Port Forwarding, Virtual Server e Special Application. L’ALG consentirà l’accesso alla rete e ad applicazioni specifiche, mentre nella scheda successiva potremo attivare o disabilitare l’UPnP.      Questo router è dotato anche di funzionalità QoS per fissare le priorità di traffico.
Il menu finale si chiama Toolbox, e la prima sotto-sezione ci permetterà di abilitare o disabilitare il livello di SCS. La sottoscrizione iniziale di 6 mesi verrà attivata subito e non si avrà bisogno di inserire numeri di serie. Dal menu Password, saremo in grado di cambiare la password dell’amministratore. La scheda Timezone è auto-esplicativa, mentre dalla sezione Remote, potremo specificare i dettagli delle stazioni WAN che ci permetterà di essere collegati direttamente al router. Il firmware potrà essere aggiornato nella sezione successiva, dove potremo abilitare anche l’aggiornamento automatico. Dalla scheda Backup, saremo in grado di ripristinare il router alle impostazioni di fabbrica, o ad un backup recente. La sezione Reset ci permetterà di riavviare il dispositivo. Un servizio DDNS potrà essere specificato e attivato nella scheda successiva. Una nuova caratteristica è la possibilità di spegnere i LED di attività del power, LAN e WAN. Il router supporta inoltre la funzione WOL.

Abbiamo usato l’X5 N600 per qualche settimana su linea Telecom ADSL 7 Mbps in download e 384 Mbps in upload (dati teorici), in sostituzione del nostro DGN3500 e la resa, ovviamente è stata sorprendente, grazie anche alla seconda banda da 5 GHz che ci ha permesso di usufruire del Wi-Fi in ogni angolo della casa senza perdere segnale. Vi ricordiamo inoltre che per usufruire della doppia banda messa a disposizione dal router bisognerà essere provvisti di dispositivi che supportino questo tipo di trasmissione dati. Aggiungiamo che il router in accensione è abbastanza veloce, e durante il normale uso, grazie alle prese d’aria posizionate attorno a tutto il dispositivo non ha mai scaldato eccessivamente.

Conclusioni

Il Sitecom X5 N600 è un router solido che supporta lo standard 300Mbps su entrambe le bande e offre 6 mesi di protezione tramite Sitecom Cloud Security. Oltre a questo, il router include anche un firewall e protezione DoS tramite interfaccia web. L’X5 N600 viene fornito con una porta USB che può essere utilizzata per il collegamento di hard disk e stampanti. Parlando di hardware, il router è stato completamente ridisegnato rispetto ai precedenti modelli di casa Sitecom e può essere installato verticalmente in due modalità (sul tavolo, sul muro) o in orizzontale, senza utilizzare il dock in dotazione. Il solito pulsante Reset non è presente, ma la stessa funzionalità può essere ottenuta con lunghe pressioni del pulsante OPS.   Per quanto riguarda le prestazioni complessive del router, abbiamo ottenuto una velocità decente sulla banda da 2,4 GHz e ottimi risultati sulla banda a 5 GHz, molto meno congestionata. La velocità misurata tra due stazioni cablate è nella media. Il router Sitecom X5 N600 si trova ad un prezzo di 129,99. Consigliato!
Video presentazione

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com