Capitan Harlock: il primo pirata contro la pirateria

Cinema Featured

In occasione dell’uscita nelle sale di Capitan Harlock 3D (1 gennaio 2014), Lucky Red lancia una campagna anti-pirateria prendendo come testimonial il pirata più amato del mondo!

Il pirata dello spazio di Leiji Matsumoto si fa paladino della lotta contro la pirateria audiovisiva, diventanto protagonista di un manifesto e di uno spot realizzati da Lucky Red in collaborazione con la FAPAV (Federazione per la Tutela dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali).

Una campagna crossmediale che coinvolge i cinema (lo spot di 30 secondi sarà proiettato nelle sale nel periodo di maggior affluenza di pubblico), la televisione, la radio fino ad arrivare al web, con le sue infinite potenzialità.

“L’idea di utilizzare Capitan Harlock, pirata per antonomasia, un vero e proprio mito, simbolo di libertà e ribellione, per una campagna contro la pirateria – spiega Andrea Occhipinti, fondatore di Lucky Red – ci è sembrata fin da subito innovativa e vincente. E’ la prima volta che nelle sale cinematografiche e sui media circolerà uno spot non istituzionale che si rivolgerà al pubblico, in modo particolare ai più giovani, con un linguaggio chiaro e accattivante. Per la prima volta sarà il personaggio di un film a far riflettere sulla drammatica conseguenza della pirateria: la fine dei sogni, la morte del cinema”

image001www.Ilpiratacontrolapirateria.it

  • Il settore audiovisivo è danneggiato dalla pirateria per oltre 500 milioni di euro l’anno, senza contare la perdita per l’erario, l’evasione fiscale e il danno in termini occupazionali.
  • Ogni anno vengono fruiti illecitamente oltre 384.000.000 contenuti audiovisivi
  • In base ai dati della recente ricerca condotta da LIBERA e promossa da ANEC, ANICA, FAPAV e UNIVIDEO, uno studente su tre ritiene che la pirateria audiovisiva non causi danni al mondo del cinema e dell’audiovisivo, pur sapendo che è un reato.
  • Dietro i siti e le piattaforme pirata si nascondono persone che lucrano illecitamente attraverso la pubblicità.

Ringraziamo Lucky Red per averci coinvolto in questa iniziativa, che troviamo molto interessante poiché per la prima volta in Italia viene approcciato il tema della tutela dei contenuti in maniera diversa e innovativa, legando un messaggio di questo tipo all’uscita di un film“ – dichiara Federico Bagnoli Rossi, Segretario Generale FAPAV – “ Il cinema costituisce un aspetto molto importante nella crescita e nella formazione delle nuove generazioni e la pirateria mette seriamente a rischio tutto quel mondo fatto di sogni e passioni che questa industria veicola. Il mio auspicio è che possa emergere, tra le nuove generazioni, una maggiore consapevolezza in merito all’importanza e ai vantaggi derivanti dalle condotte di acquisto dei contenuti audiovisivi tramite i canali legali”.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up