image003

Luci

Al lancio della tanto attesa Playstation 4, avvenuto lo scorso 29 novembre, ci hanno atteso sugli scaffali numerosi titoli, per lo più multipiattaforma: Battlefield 4, Ghosts, Killzone, AC4 e tanti altri. Insomma i soliti nomi famosi, seguiti di brand ormai giunti almeno al quarto capitolo. E per chi volesse giochi nuovi e originali? In questo caso ci ha pensato Compulsion Games, con il suo Contrast offerto gratis agli utenti Plus. Il titolo ci mette nei panni di un’amica immaginaria di una bambina sola che ha la facoltà di entrate letteralmente nelle ombre e di sfruttarle a proprio vantaggio. Il gioco è strutturato come un Platform/Adventure in cui dovremo risolvere degli enigmi e aiutare Didi e i suoi famigliari.

Titolo: Contrast
Sviluppatore: Compulsion Games
Publisher: Sony Computer Entertainment
Distributore: Sony Computer Enterinment
Genere: Platform
Piattaforma: PC, Xbox 360, PS3, PS4
Numero Giocatori in Locale: 1
Numero Giocatori Online: no
Localizzazione: Inglese – testi in italiano

Ombre

Come accennato prima, la storia di Contrast narra di una bambina di nome Didi che viene trascurata dalla madre, e abbandonata dal padre andato via molto tempo prima. Una situazione famigliare difficile, come molte nella realtà, spinge Didi a crearsi un’amica immaginaria di nome Down, che ha la singolare capacità di attraversare le ombre e compiere balzi enormi. Già nei primi minuti di gioco dovremo sfruttare le ombre per attraversare dei passaggi e permettere a Didi di fare altrettanto, interagendo con gli elementi dello scenario. La difficoltà di questi enigmi è settata verso il basso, quindi non dovrete faticare molto a superarli, dato che non tutte le ombre sono utilizzabili. Comunque tralasciamo la parte del gameplay per ora e andiamo a vedere cosa ci aspetta a livello di trama: il nostro compito sarà di riallacciare i rapporti con nostro padre e nel frattempo assistere ai vari problemi che coinvolgeranno lui, nostra madre, Vincenzo e dei gangster. Una trama semplice ma carina, di certo non ci lascia con il fiato sospeso per tutto il tempo dell’avventura, ma è comunque piacevole e matura.

Accendi quella luce

Il gameplay di Contrast si basa quasi unicamente sulle ombre: dovremo capire come arrivare al nostro obiettivo sfruttando le fonti di luce e la loro rispettiva ombra. Alcune volte ci verrà chiesto di utilizzare delle casse che dovremo trasportare nel mondo delle ombre, altre volte ci verrà chiesto di utilizzare il balzo potenziato per raggiungere il punto designato. La struttura della città in cui ci muoveremo è piuttosto semplice, divisa in micro aree a seconda del capitolo. La cosa migliore è il design noir, capace di farci respirare l’atmosfera dei primi decenni del 900. Come attività secondarie ci verrà chiesto di raccogliere delle sfere di luce, solitamente situate in punti elevati o nascosti dello scenario. Il modo di raggiungere tali sfere è sempre ben chiaro e ben presto si rivelerà un attività blanda. L’altro e unico compito secondario sarà quello di raccogliere delle pagine o manifesti che raccontano la vita di Didi e degli altri personaggi. Insomma il fulcro del titolo è basato sulla storia principale e devo dire che nel complesso funziona, anche se davvero breve e costellato da un numero impressionante di bug e compenetrazioni poligonali, almeno nella versione Ps4 da noi testata. Proprio questi bug mi hanno impedito un paio di volte di proseguire nel gioco, facendo sparire definitivamente degli oggetti indispensabili. Insomma Contrast è questo: una storia discreta, buone musiche, atmosfera potente ma un gameplay semplicistico anche se originale, una durata troppo breve e bug fastidiosissimi.

Unreal Engine

L’aspetto grafico del titolo, complice il classico Unreal Engine 3 di Epic, si presenta in discreta forma, presentando una città ben realizzata ed effetti di luce curati. Di certo non è un titolo da console next-gen ne tantomeno saprà sfruttare a fondo i vostri nuovi pc. Il comparto audio, composto da brani jazz, è davvero curato e piacevole, soprattutto pensando che si tratta di un gioco indie.

Cala il sipario

In conclusione Contrast è un discreto platform, con una difficoltà settata verso il basso e degli spunti originali nel gameplay, magari non sfruttati a dovere. La durata del titolo si attesta sulle 4 ore (anche meno se correte) e la trama è semplice ma non banale. Consigliamo di provare la demo prima di acquistare il gioco.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up