Emilio è innamorato sin da bambino di Nadia, ma non ha mai trovato il coraggio di dichiararsi. Quando la ragazza si trasferisce a Oxford per studiare, pur di non perderla decide di seguirla, assieme ai suoi amici: Alfredo (il suo migliore amico, cieco), Lebowsky (uno spacciatore), Franco (un gay non dichiarato) e Alonso (un disabile su sedia a rotelle, malato di sesso).

 1456732_10152072733923007_1286957850_n[1]

Con il marchio della serie B, della “ricerca” trash, spesso si concede a film di qualità non proprio eccelsa di assurgere al rango di cult movie per quei tocchi di originalità, coraggio, maleducazione, blasfemia cinematografica, sfacciataggine dirompente, gustosi anche per “palati” più sofisticati. Non è il caso di Fuga di cervelli, la pellicola di Paolo Ruffini, che riesce a tradire in poco più di 90 minuti, sia lo spirito più irriverente del cinema bis, sia il tentativo di attinenza coi vari American Pie o Tutti pazzi per Mary, sia la convinzione di appartenenza ad un filone a suo modo “glorioso”, in favore della pagliacciata, della goliardata, fino al cazzeggio duro e puro. Fuga di cervelli non è irriverente, è semplicemente stupido, inconsistente nella storia, inutile nella ricerca di un ghigno sulla disabilità, inesistente nei personaggi, presuntuoso nella regia e nella scrittura. Non basta essere “famosi” per poter tirare a campare nel cinema, se poi non si è capaci di fare un passo in più. Non c’è ragione alcuna per “rivedere” Ruffini biascicare tormentoni e supercazzole, i PanPers in sketch da Colorado, Frank Matano e le scoregge, e persino Pino La Lavatrice col suo “tu mi dici cosa devo fare e io lo faccio”. Non c’è ragione di ascoltare Max Pezzali in Ragazzo inadeguato, se poi si mette in scena Rotta per casa di dio, senza il talento di tirarsi fuori dai “liquami” di una retorica esibita, mai elegantemente accennata, con intenzioni moraleggianti esposte, banalizzate, sprecate e malamente mascherate.

Se questo cinema è in fuga, meglio non inseguirlo.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=K7fJAS6lRkA]

Scheda del film

Titolo: Fuga di cervelli 
Regia: Paolo Ruffini
Cast: Paolo Ruffini, Luca Peracino, Andrea Pisani, Guglielmo Scilla, Frank Matano, Michele Manca, Olga Kent, Gaia Messerklinger, Giulia Ottonello
Genere: Commedia
Durata: 100′
Produzione: Colorado Film
Distribuzione: Medusa Film
Nazione: Italia
Uscita: 21/11/2013                                                                                                                                                                                                                       

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com