Il titolo sviluppato da Sega e pubblicato per Xbox 360, PS3, PS2 e Wii è un titolo che mescola elementi action e elementi platform.

Il titolo si apre con uno spettacolare intermezzo visivo nel quale possiamo assistere all’ennesimo scontro tra Sonic e il suo rivale di sempre: il dottor Eggman; il video si conclude con  Eggman che riesce ad ottenere e sfruttare il potere dei cristalli del Chaos per dividere il mondo in tre continenti ben distinti. La storia si dimostra subito inadatta ad un platform come Sonic e in questo caso si parla di uno dei platform più importanti di sempre e che negli anni 90 aveva raggiunto un livello di popolarità enorme, riuscendo ad ottenere l’appellativo di rivale di Super Mario. Infatti, sopratutto nei primi minuti di gioco, troviamo analogie con titoli come Final Fantasy e con pellicole di fantascienza e i fan della serie potrebbero riamanere spiazzati davanti a ciò, chiedendosi se si tratta di Sonic. Questo, fortunatamente, vale solo per le prime fasi di gioco, anche se l’alone di esageratezza e di inadeguatezza della trama permane per tutta la durata del gioco.

Il gameplay del titolo è diviso in due parti, le fasi in cui utilizzeremo il Sonic classico e queste fasi, sicuramente le più riuscite, sono le classiche fasi platform caratterizzate dalla grande rapidità del personaggio; queste fasi, però, sono sempre uguali e caratterizzate da un sistema di trial and error grazie al quale memorizzare le fasi più complesse per poi superarle. Sonic, però, durante la notte si trasforma e il giocatore dovrà completare queste fasi nella forma mannara di Sonic. Queste sessioni, chiaramente Action, sono pessime e caratterizzate da una linearità e da una ripetitività delle davvero eccessiva. Inoltre le animazioni saranno davvero pessime, l’IA nemica imbarazzante e il personaggio si muoverà con grande lentezza, e ciò rappresenta una contraddizione con la stessa serie, dato che Sonic è diventato una icona dei videogiochi  grazie proprio alla sua rapidità.

Graficamente il titolo è praticamente inguardabile, infatti a modelli poligonali solamente sufficienti, si aggiungono scenari a bassa risoluzione, spogli e privi di dettagli; emblematica, in questo senso, la presenza di cali di frame rate anche nelle sessioni action.

Sonoro, invece, discreto grazie al doppiaggio Inglese ben fatto e grazie a musiche orecchiabili.

In definitiva, giocando al titolo, si può comprendere il volere degli sviluppatori di dare una ventata di aria fresca al titolo, ma visti i risultati sarebbe stato decisamente meglio se il titolo fosse rimasto il classico e divertentissimo Sonic.

PRO:

  • sonoro di discreta fattura
  • fasi diurne in parte riuscite

CONTRO:

  • fasi action
  • a poco a che fare con Sonic
  • trama banale e esagerata
  • graficamente pessimo

Grafica: 4,8

Gameplay: 5

Longevità: 5

Sonoro: 6,8

Totale: 5,5

Fan di Halo e PCista, vado matto per il cinema, le serie tv, lo sport, la musica rock anni 60-70, i Simpson e Futurama, Tolkien e Asimov. Amante di natura e animali, spero in futuro di poter lavorare come redattore per un sito videoludico. Per contattarmi: [email protected]

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up