NBA 2K14 – Recensione

NBA-2K14

Come ogni fine anno, anche nel 2013, Visual Concepts rilascia la sua nuova versione del simulatore cestistico su Xbox 360,PS3 e PC, con la versione Next Gen in arrivo al lancio di Xbox One e PS4. Su current-gen il titolo non ha rivali, dato che NBA Live arriverà solo per Next Gen, e questo articolo andrà ad analizzare in fondo proprio la versione Xbox 360 che si presenta con novità apparentemente piccole, ma in grado di innovare ed in parte rivoluzionare nuovamente la serie.

Titolo: NBA 2K14
Sviluppatore: Visual Concepts
Publisher: 2K Games
Genere: Sportivo
Numero di Giocatori: 10
Piattaforma: Xbox360, Ps3, PC, Xbox One, PS4
Localizzazione: Inglese, testi in italiano

Le modalità presenti in NBA 2K14 sono le stesse del suo predecessore, con un’unica grande aggiunta: LeBron James Path to Greatness. Si tratta di una game mode bipartita, infatti inizialmente dovremo scegliere quale percorso far seguire a LeBron. Nella prima, l’Ala Grande americana diventerà Free Agent e cambierà squadra per cercare di vincere altri anelli con la nuova maglia, mentre il secondo percorso è più classico e vedrà il giocatore rimanere a Miami fino alla conclusione della sua carriera. Path to Greatness è sicuramente una modalità riuscita, divertente, e coinvolgente e che farà la felicità dei moltissimi fan del Prescelto, nonostante andremo ad utilizzare sempre tutta la squadra attraverso le partite più importante. Unico difetto è la presenza del solo James, in quanto, poter affrontare la stessa modalità con campioni del presente e del passato come Larry Bird, Bill Russell, Patrick Ewing e Kevin Durant, sarebbe stato davvero il massimo per i tanti appassionati di questo sport. Per il resto NBA 2K14 si presenta immutato rispetto al passato, con la possibilità di provare una grande quantità di modalità, tra cui il ritorno di The Crew, che spazziano dalla semplice stagione con la nostra squadra preferita, alla possibilità di creare il nostro alter ego per cercare di farlo entrare nella Hall of Fame.

Introduzione importantissima, per gli appassionati di basket  tra cui il sottoscritto) è la presenza dell’Eurolega con 14 squadre, tra cui Olimpia Milano e Mens Sana Siena, anche se con un solo stadio e con la presenza della sola telecronaca americana… chiedere Dan Peterson e Niccolò Trigari forse sarebbe stato ecessivo. Difetto, invece, piuttosto grave è dato dalla presenza delle rose legate alla stagione 2012/2013, anche se in futuro arriverà un aggiornamento per le rose. Ciò che stupisce è il gameplay legato alle squadre europee, con ritmi più lenti, un gioco maggiormente incentrato sulla fase difensiva e più tattico ed in generale meno spettacolare; fortunatamente anche regole, durata dei quarti e dimensioni del campo sono legati al basket europeo e non americano. Attualmente potremo utilizzare le 14 squadre solamente nei match veloci, con la possibilità di affrontare squadre americane… e vi assicuro che disputare un match tra l’Olympiakos e i San Antonio Spurs sarà molto divertente.

L’elemento maggiormente rappresentativo di NBA 2K14, come sempre, risulta essere il gameplay, allo stesso tempo accessibile, ma complesso da padroneggiare ed incredibilmente realistico. In questa nuova versione del cestistico l’utilizzo del Pro Stick sarà totale, in quanto potremo utilizzare l’analogico destro del nostro controller per avere il controllo assoluto del giocatore, non solo nei movimenti ma anche nel tiro; inizialmente dover muoversi, realizzare finte e giocate con un solo analogico potrebbe risultare eccessivamente complesso o scomodo, ma con il passare del tempo e della pratica questo sistema di controllo si dimostrerà essere soddisfaciente in pieno e del tutto naturale. Un plauso va fatto agli sviluppatori sopratutto per la revisione della fase difensiva, infatti con NBA 2K14 la stoppata diventerà una vera e propria arma letale… disporre di giocatori come Dwight Howard e Roy Hibbert in squadra ci semplificherà non poco la vita anche se dovremo sempre scegliere il momento giusto per saltare, pena una rovinosa caduta sul giocatore marcato con conseguente fallo regalato. In generale, comunque, il titolo si presenta molto più “fisico” del passato e non sarà più possibile prendere il controllo di un giocatore, recarsi a tutta velocità nell’area avversaria e schiacciare senza problemi in faccia al proprio difensore, in quanto il rischio di perdere palla o di essere sbilanciati dal proprio marcatore è molto più accentuato rispetto alle versioni precedenti del titolo; tutto questo non fa che aumentare sensibilmente il realismo del gioco grazie anche alla fisica e ad animazioni molto più convincenti. Altra introduzione importantissima è il sistema denominato Smart Play, attraverso il quale la CPU deciderà autonomamente la strategia e lo schema più adatto da utilizzare tenendo conto della situazione di gioco e dei giocatori in campo.  Il più grande difetto che ho potuto riscontrare è stata la solita eccessiva facilità con la quale eseguire triple.

Graficamente non ci si poteva aspettare miracoli, siamo ormai alle porte della nuova generazione ed il titolo gira su console dotate di un hardware datato, quindi era impossibile aspettarsi grandi miglioramenti. Come detto in precedenza, le animazioni e la fisica rinnovate convincono in pieno, sopratutto nel corso delle giocate più spettacolari, mentre per il resto il titolo si presenta invariato con modelli poligonali come sempre realizzati egregiamente. Stesso discorso va fatto per il sonoro, con una telecronaca piuttosto varia, sempre puntuale e “carismatica”, ma sopratutto con i cori dei tifosi ed un’atomosfera generale davvero coinvolgenti ed immersivi.

Realistico, questo è l’aggettivo che più si addice ad NBA 2K14. Gli sviluppatori hanno dimostrato ancora una volta come nel campo delle simulazioni sportive non abbiano rivali, presentado una produzione ricca di modalità, con un gameplay curato e rinnovato ed una componente grafico/sonora di forte impatto. Se amate il basket ed in generale lo sport non esitate a farlo vostro sia che giochiate su console current gen o PC, sia che stiate aspettando PS4 ed Xbox One.

Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com