Recensione: Grand Theft Auto: San Andreas

Recensioni Utenti

Il gioco sviluppato da Rockstar e pubblicato il 29 Ottobre 2004 per Ps2 e il 10 Giugno 2005 per Xbox e PC è un action free roaming con protagonista Carl Johnson.

Il protagonista , soprannominato CJ, è un afro-americano nato a Los Santos ma vissuto nei cinque anni precedenti all’inizio del titolo a Liberty City. Prima di partire per Liberty City, CJ e suo fratello erano a capo di una gang. Il gioco inizia a San Andreas nel 1992, il protagonista è costretto a tornare a Los Santos, qui verrà fermato da alcuni agenti e accusato di omicidio. Non avendo prove per dimostrarsi innocente sarà costretto a lavorare per i tre agenti, in seguito verrà accusato dai membri della sua ex-gang di essere un codardo e di essere fuggito a Liberty City solo per evitare i guai in seguito alla morte del fratello Brian. Sarà compito di CJ riconquistare la fiducia dei compagni durante la lotta tra le gang rivali, i Ballads.

Il gioco dimostra da subito di avere una trama interessante e matura e molto articolata ampliata dalle numerosissime missioni principali e dalle ottime missioni secondarie, dello stesso livello delle missioni principali, tutto ciò rende la longevità del titolo davvero enorme e praticamente infinita. Infatti l’ambientazione del gioco sarà enorme e totalmente esplorabile permettendo al giocatore di divertirsi per decine di ore , anche grazie ai trucchi disponibili per il gioco, senza completare le missioni ma decidendo di compiere rapine, omicidi, gare automobilistiche e molto altro.

Il gameplay di San Andreas può essere riassunto con un unica parola: divertentissimo. Infatti ci troveremo ad un action in terza persona caratterizzato dalla presenza di un ottimo numero di armi e di oggetti per migliorare dal punto di vista estetico il personaggio che renderanno divertentissimo il gioco anche grazie alla presenza della polizia che interverrà dopo un reato commesso dal giocatore e che aumenterà il numero di pattuglie ogni qual volta che il personaggio compie reati più grandi; infatti si partirà da una stella fino ad arrivare a sei stelle. Consiglio l’utilizzo dei trucchi per rendere l’intera esperienza di gioco ancora più divertente, grazie alla possibilità di utilizzare auto volanti, avere vita e munizioni infinite e molti altri trucchi.

Elemento importantissimo del gioco risulta la già citata anima free roaming del titolo che permetterà di fare quasi ogni cosa: comprare casa, compiere rapine e omicidi, partecipare a gare automobilistiche, giocare a biliardo, scommettere sulle corse di cavalli, partecipare a gare aeree e molte altre azioni ; sotto questo aspetto San Andreas permette al giocatore di avere una liberà enorme.

Ottimo il sonoro con un ottimo doppiaggio in inglese sottotitolato in italiano e con la presenza di tantissime traccie audio da ascoltare a bordo dei veicoli.

Dove, invece, il gioco delude è il lato tecnico dove non si vedono tantissime migliorie rispetto al terzo capitolo. Il livello di texturizzazione è davvero basso e ciò viene salvato solo da effetti particellari discreti e da un buona creazione di modelli poligonali, ma sotto questo aspetto il gioco non può competere con le produzioni maggiori dato che si tratta di un titolo free roaming caratterizzato da un territorio di gioco enorme.

In definitiva il gioco è consigliato a tutti gli amanti dei free roaming, garantendo infatti una longevità enorme, e a chi in un videogioco cerca una trama profonda e matura.

PRO:

  • praticamente infinito
  • gameplay vario e divertentissimo
  • tantissime cose da fare

CONTRO:

  • tecnicamente deludente
  • multiplayer inutile

Grafica: 7,8

Gameplay: 9,2

Longevità: 9,8

Sonoro: 8,9

Totale: 9

Fan di Halo e PCista, vado matto per il cinema, le serie tv, lo sport, la musica rock anni 60-70, i Simpson e Futurama, Tolkien e Asimov. Amante di natura e animali, spero in futuro di poter lavorare come redattore per un sito videoludico. Per contattarmi: [email protected]

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up